giovedì, Gennaio 28, 2021
Home > Italia > Di Maio: “Non ci sarà nessun rimpasto”

Di Maio: “Non ci sarà nessun rimpasto”

di maio

Tensioni sulla flat tax nel corso del vertice economico convocato ieri a Palazzo Chigi. Salvini lascia la riunione a metà. Tria chiede coperture certe. Poi il ministro dell’Interno puntualizza che si trattava solo di impegni in agenda. Segue poco dopo la riunione tra il leader della Lega ed i suoi ministri, anche e soprattutto per fare il punto sulla situazione Ue. Di Maio è molto chiaro: “Non si può realizzare la flat tax aumentando l’Iva”. Ma, nel corso di una intervista al Corriere della Sera, assicura che non ci sarà nessun rimpasto.

“Dopo due settimane di dialogo ritrovato – assicura –  con la Lega, voglio mettere la parola fine a questo argomento: non ci sarà nessun rimpasto”. “La riorganizzazione  – aggiunge – è doverosa, è tra le nostre priorità:ripartire dal territorio valorizzando i cittadini,nell’ottica di una maggiore partecipazione e condivisione (…). Ho visto Grillo e condividiamo l’idea di un’evoluzione del Movimento senza abbandonare le nostre 5 Stelle.La soluzione non è tornare alle origini ma guardare al futuro”. Sulla flat tax Salvini non molla:  “Le cose vanno discusse e approfondite, è quello che chiediamo di fare anche noi, finalmente si parla di tasse, di cantieri, di lavoro”. Ognuno dei due vice premier ha chiari i propri obiettivi. E Di Maio è al momento alle prese con il non sottovalutabile problema della Whirlpool.

“In questa settimana  – spiega – ho chiesto con forza all’azienda di non abbandonare Napoli, altrimenti nemmeno avremmo continuato la discussione. L’azienda oggi al tavolo ha detto per la prima volta che non si disimpegnerà più dallo stabilimento. Questa è la base su cui costruire e ci aspettiamo risposte entro la settimana prossima”.

E rilancia anche su altre questioni: “Questo non è il governo delle banche o delle multinazionali, questo è il governo degli italiani. E proprio per questo abbiamo lavorato per raggiungere un altro obiettivo: ancora più risparmiatori truffati dalle banche riceveranno l’indennizzo che spetta loro. È un risultato che otteniamo grazie a un emendamento presentato al Decreto Crescita. Ci sarà meno burocrazia per risarcire il prima possibile e in modo diretto tutti i risparmiatori! Che sia chiaro: non ci fermiamo ai rimborsi, chi ha sbagliato deve pagare. Anche per questo serve subito la commissione d’inchiesta sulle banche!”

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

 

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *