mercoledì, Aprile 14, 2021
Home > Lazio > Roma, emergenza abitativa. Rachele Mussolini (“Con Giorgia”): “Sistema fognario in tilt”

Roma, emergenza abitativa. Rachele Mussolini (“Con Giorgia”): “Sistema fognario in tilt”

roma

Roma – «L’impianto fognario di diverse case popolari di Ponte di Nona va in tilt di continuo, causando innumerevoli e continui disagi ai residenti che, all’improvviso, si ritrovano casa invasa dalle acque nere e da odori terribili.

A essere in difficoltà sono sempre famiglie disagiate e anziani, già costretti a convivere con l’umidità che si crea in queste strutture fatiscenti. Oggi a doversi scontrare per l’ennesima volta contro questa situazione al limite dell’inverosimile è stata una signora tetraplegica, assegnataria dal 1986 di un alloggio al civico 81 di Via della Riserva Nuova che da anni vive nell’incubo di una fogna pronta a esplodere e ad allagarle casa. Qualcuno si è chiesto cosa possa significare per una persona in queste condizioni svegliarsi con gli escrementi sulle ruote della sua sedia a rotelle? Qualcuno ha pensato che al disagio nel quale si può trovare un disabile si somma anche quest’umiliazione? E che questo avviene ormai da diversi anni? Nessuno.

La verità è che in questi alloggi anche il sistema di reflusso delle acque nere è stato progettato male. Il risultato? Le acque di scarico risalgono dai tubi e gli appartamenti dei piani più bassi diventano in poco tempo ostaggio degli escrementi di tutta la palazzina. Inutile dire che anche questa situazione emergenziale non trova risposta nelle istituzioni. Municipio e Campidoglio giocano a rimpallarsi le responsabilità, adducendo l’assenza di fondi per la manutenzione. Nell’era della mala gestione a cinque stelle basta poco per trovare una motivazione e lasciare nelle difficoltà chi, più debole e fragile, avrebbe al contrario maggiore necessità di essere aiutato».

A dichiararlo Rachele Mussolini, consigliere comunale della lista civica Con Giorgia e Vice Presidente della Commissione Controllo, Garanzia e Trasparenza di Roma Capitale, e Simone Carabella, dirigente nazionale FDI.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *