giovedì, Ottobre 28, 2021
Home > Sport in Pillole > GLS Dolphins Ancona: Under 16 vincente nella seconda amichevole stagionale

GLS Dolphins Ancona: Under 16 vincente nella seconda amichevole stagionale

< img src="https://www.la-notizia.net/gls" alt="gls"

Bella e vincente la under 16 tackle dei GLS Dolphins Ancona che domenica scorsa ha superato per 52-18 i Buccaneers Comacchio.

 

L’amichevole, tenutasi al campo di Torrette contro una formazione rimpinguata da alcuni elementi delle Aquile Ferrara è stato un test duro ed interessante da cui tutti han guadagnato, vuoi per l’esperienza in più accumulata, vuoi per il contatto diretto contro avversari mai visti prima.

 

Il risultato non è mai stato in bilico ma, come sempre diciamo, prima ancora del punteggio finale nelle partite tra squadre giovanili conta più mettere in mostra quanto appreso durante gli allenamenti. Ed è qui che a quanto pare sono giunte le maggiori soddisfazioni.

 

I Dolphins, che si presentavano con una mista composta dall’under 16 stessa, elementi già comparsi nella under 19 se non addirittura in prima squadra e debuttanti assoluti in casco e armatura provenienti dalla under 15 flag non hanno lasciato nulla al caso e male non han fatto.

 

«E’ stata una prestazione importante ed una bellissima partita quella giocata dai nostri –sottolinea subito Roberto Imparato, uno dei due coach della under 16- perché affrontavamo una squadra difficile sotto il profilo fisico. Abbiamo vinto sfoggiando tattica e tecnica e questo è molto importante». Dove si eccelle di preciso? «Abbiamo concesso poco o nulla, sempre concentrati. Ciò ci ha portato ad effettuare molti intercetti durante le loro azioni di attacco. Per quel che riguarda la nostra offense, devo dire che siamo stati sempre molto molto veloci». La squadra procede a gonfie vele in vista del campionato nazionale under 16 «Calma. Piedi a terra e lavorare. La squadra è stata aiutata dall’integrazione di ragazzi come Karim Giardinieri, Romano Pazzaglia e Federico Orlandini. Il campionato vero e proprio, se riusciremo a farlo, sarà ben altra cosa. Occorre dunque trasformare tutta l’euforia per questa prestazione in ancora più dedizione e voglia di migliorarsi in allenamento. Qualità che non stanno mancando sia chiaro, ma meglio abbondare». Il ruolo di Rik Parker come supervisore lo ritieni ancora una volta essenziale? «Non c’è dubbio. Rik è puntiglioso e innovativo. Lo ringrazio pubblicamente perché i ragazzi crescono anche grazie a lui ed ai suoi metodi ed alla sua umanità».

 

«Ho visto un bel gruppo –prosegue Enrico “Ginko” Marasca, anche lui allenatore della u16- che ha fatto bene in attacco come in difesa. La squadra ha espresso per tutta la partita una forte intensità in entrambi le fasi del gioco del football senza calare mai di ritmo e concentrazione». Il punteggio parla di una partita dominata in lungo e in largo «Beh non ci si può limitare al solo punteggio. I Buccaneers erano una squadra tutt’altro che banale, fisicamente più piazzata ed avanti di noi. Eppure abbiamo sopperito alla grande a questo deficit, così come al forte caldo». Come sono andati i ragazzi provenienti dalla under 15 flag delle Donatello-Dolphins? «Hanno fatto il loro ben comportandosi. Chiaro che sono indietro rispetto a chi si allena da un anno ma è pacifico e naturale che sarebbe andata così. Tuttavia hanno messo in mostra voglia, grinta e tutto ciò che gli è stato chiesto di fare. Meglio non potevano iniziare».

 

A fine incontro gran mangiata tutti assieme prima che gli avversari ripartissero per l’Emilia-Romagna, come è giusto che sia.

 

Unica nota negativa della giornata, è l’infortunio occorso a Romano Pazzaglia, talento messosi già in luce nella under 19 finalista a Firenze lo scorso 6 gennaio. Romano dovrà operarsi ed a lui va un grosso in bocca al lupo da parte di tutta la famiglia Dolphins.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net