mercoledì, Ottobre 20, 2021
Home > Italia > Roma soffoca tra i rifiuti. L’appello di Ama ai cittadini: “Producetene il meno possibile”

Roma soffoca tra i rifiuti. L’appello di Ama ai cittadini: “Producetene il meno possibile”

movimento

Roma soffoca tra cumuli di rifiuti. Ed è botta e risposta tra Campidoglio e Regione. I romani sono esasperati. Così, insieme all’odore nauseabondo che ne proviene, sale anche la loro rabbia.  Questo l’appello di Ama ai cittadini: “Contenete al massimo la produzione dei rifiuti, separando tutti i materiali riciclabili e utilizzando correttamente i contenitori con capienza residua”. Secondo quanto riportato dal Corriere della Sera, sarebbero stati rinvenuti addirittura centinaia di denti, probabilmente umani, buttati per terra nel quartiere Montesacro, a nord di Roma. Inutile dirlo, l’appello di Ama fa infuriare i romani. Atteso per oggi l’incontro tra Virginia Raggi, il cda di Ama ed i sindacati per mettere a punto il “Patto per il decoro”. Il braccio di ferro tra Campidoglio e Regione nel frattempo va avanti a colpi di post pubblicati sui social. L’ultimo ieri mattina, pubblicato sul profilo facebook della sindaca, corredato da video: “Buongiorno anche oggi gli impianti di smaltimento rifiuti di Rida sono chiusi e i camion non possono scaricare. Lo ripeto: l’ordinanza regionale di Zingaretti non funziona e lascia ancora la spazzatura a terra. Una presa in giro.

L’unica gaffe è quella di chi prende in giro i cittadini dicendo che gli impianti sono aperti. Alle mie spalle c’è sempre l’impianto di Rida. Ieri ero a 20 metri da dove mi trovo ora. Guardate quel cancello, ero lì. E, ieri come oggi, l’impianto è chiuso. Oggi come ieri Ama non può scaricare i rifiuti in questo impianto perché l’ordinanza di Zingaretti è scritta male. Mancano alcune deroghe che consentirebbero di lavorare di più e supportare davvero la città di Roma.

Da domani questo impianto aumenterà i flussi provenienti da Roma ma solo in parte, accogliendo quantità ridotte rispetto alle richieste. Io sono qui e ci metto la faccia ancora una volta. Non mi lascio intimidire”. Post, questo, seguito alla replica di Zingaretti relativamente ad un primo video. In tutto questo, a pagare il prezzo del caos è Roma, che non merita di subire tutto questo degrado.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net