giovedì, Dicembre 12, 2019
Home > Arte, Cultura e Spettacoli > Il film consigliato stasera in TV: “MADAGASCAR 3 – RICERCATI in EUROPA” martedì 16 luglio 2019

Il film consigliato stasera in TV: “MADAGASCAR 3 – RICERCATI in EUROPA” martedì 16 luglio 2019

Il film consigliato stasera in TV: “MADAGASCAR 3 – RICERCATI in EUROPA martedì 16 luglio 2019 alle 21:10 su IPARAMOUNT NETWORK (Canale 27)

Madagascar 3 – Ricercati in Europa (Madagascar 3: Europe’s Most Wanted) è un film d’animazione del 2012 diretto da Conrad Vernon, Eric Darnell e Tom McGrath. Il film è il sequel di Madagascar 2 (2008), ed in totale il terzo lungometraggio della serie Madagascar, cominciata nel 2005 con l’omonimo film.

«They have one shot to get back home» «Hanno un solo colpo per tornare a casa»
(Tagline del film sulla locandina)

Mentre i pinguini e le scimmie, partiti dopo un anno, sono a Monte Carlo, si festeggia il compleanno di Alex nella riserva in Kenya. Gli amici di Alex (Marty, Gloria e Melman) gli regalano un plastico di fango di New York, facendo crescere la nostalgia per lo zoo in cui vivevano, quello di Central Park. Per tornare a casa nello zoo newyorkese, decidono quindi di raggiungere i pinguini a Monte Carlo via mare, anche in compagnia di Re Julien e di Maurice e Mortino, dopo aver salutato la famiglia di Alex. Arrivati quindi a destinazione, dopo aver nuotato a lungo nell’oceano con le canne da subacquei, si intrufolano nel casinò di Montecarlo dove vedono le scimmie Phil e Mason, travestiti assieme ai pinguini da umani, con costumi da re diVersailles, per non farsi riconoscere come animali. Nel tentativo di raggiungerli però, Gloria distrugge il soffitto di vetro del casinò piombando sulla folla e seminando il panico.

Dopo una rocambolesca fuga per le vie della città, vengono salvati dagli scimpanzé sull’aereo dei pinguini e partono, ma ora sono ricercati in tutta Europa. A capo di tale ricerca c’è il capitano Chantal DuBois, infida donna francese e guida di una squadra di accalappiatori, anche se il suo vero scopo è quello di aggiungere ai suoi trofei di teste di animali quella del leone. A causa di un guasto all’aereo dei pinguini precipitano vicino ad una stazione ferroviaria francese, raggiunti poco dopo dalla polizia. Non potendo riparare più l’aereo, dopo tutte le cadute che ha fatto, e tentando di fuggire dalle guardie, Alex e i suoi compagni si buttano nel treno di un circo in partenza per Roma. Qui incontrano una tigre russa di nome Vitaly, una femmina di giaguaro chiamata Gia, e un leone marino addestrato, Stefano.

Nel frattempo Alex si innamora di Gia, mentre re Julien incontra una femmina di orso bruno di nome Sonya. Durante il viaggio sul treno, parlando con gli altri animali scoprono che la tappa dopo Roma è Londra e che se il loro spettacolo avrà successo, verranno scelti per un tour in America, riuscendo quindi a tornare a New York. Purtroppo, l’esibizione al Colosseo di Roma non va affatto bene e, inseguiti da una miriade di persone che rivogliono indietro i soldi per l’ingresso, riescono ugualmente a fuggire sul treno, ma perdono la somma dello spettacolo che finisce nelle mani degli spettatori. Il capitano DuBois, invece, viene arrestato per aver preso delle motociclette alla polizia, ma raggirando le guardie, riesce a fuggire, arrivando a scoprire che Alex è il leone smarrito dello zoo di Central Park, affiggendo in giro dei volantini per chiederne il ritrovamento.

Sul treno per Londra Alex viene a sapere la verità sul passato di Vitaly: lui era un grande circense ammirato da tutti con la capacità di passare attraverso piccoli anelli utilizzando l’olio di oliva ma quando un giorno aveva cercato di passare attraverso un anello piccolo di fuoco, si ustionò (essendo l’olio di oliva un liquido infiammabile) e da quel momento Vitaly perse la fiducia in sé stesso. Grazie però ad Alex e gli altri, riescono a rinnovare il loro spettacolo, tornando ad essere così degli artisti affermati e combattendo contro i loro sentimenti nostalgici e distaccati. Durante le prove dello spettacolo con il trapezio, Alex comincia a sentirsi sempre più attratto da Gia. A causa del ritorno di DuBois sono costretti ad interrompere le prove e a ripartire per Londra, dove finalmente presentano il loro spettacolo. L’esibizione va a gonfie vele, facendogli vincere il contratto per l’America; anche Vitaly supera le sue paure e riesce a passare attraverso un piccolo anello di fuoco utilizzando del balsamo per capelli.

DuBois fa ritorno e i pinguini riescono a sbarazzarsi di lei, ma a causa del volantino della donna in cui è fotografato Alex allo zoo, Vitaly e Gia capiscono che loro non sono mai stati animali da circo e così Alex, Marty, Melman, Gloria, Mortino e Maurice vengono scacciati dal circo, anche se i pinguini rimangono, e re Julien scarica Sonya, la sua fidanzata contro natura, per poter tornare allo zoo, seppur piangente. Grazie ad una nave guidata questa volta dagli uomini, i quattro protagonisti arrivano finalmente a New York, ed anche il circo si ferma lì. Alex, Marty, Gloria e Melman rivedono il loro zoo ma decidono comunque di riunirsi al circo; vengono però rapiti da DuBois che però, essendo stata vista dai proprietari dello zoo poco dopo aver tentato di uccidere Alex, è costretta a consegnare gli animali ai legittimi proprietari. Nonostante ciò, la donna tenta ugualmente di uccidere il leone sotto gli occhi degli spettatori. Alex, pochi istanti prima che la pallottola sparata da DuBois lo raggiunga, viene salvato insieme agli altri dagli animali del circo: alla fine, dopo essere stati salvati, a DuBois viene sparata una freccetta narcotizzante che la fa svenire.

Alex e i suoi amici, infine, decidono di restare con gli animali del circo per vivere una vita piena di avventure perché capiscono che quella è diventata la loro casa e con il circo che ha ottenuto un gran successo gireranno il mondo.

DuBois, legata e imbavagliata, viene spedita in Madagascar insieme ai suoi quattro agenti.

 

Regia di .Conrad Vernon, Enric Darnell e Ron McGrath

Fonte: WIKIPEDIA

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994 al 2015 ha collaborato regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero, Il Resto del Carlino, La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Nel 2009 è direttore del quotidiano teramano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Ora direttore della testata giornalistica on line la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: