lunedì, Aprile 19, 2021
Home > Abruzzo > Terme di Caramanico, Febbo: “Attendiamo nomina commissario”

Terme di Caramanico, Febbo: “Attendiamo nomina commissario”

Pescara – “Attendiamo la nomina del commissario giudiziale da parte del Tribunale per avviare una fase più incisiva della vertenza occupazionale delle Terme di Caramanico”. Lo ha affermato ieri l’assessore allo Sviluppo economico, Mauro Febbo, al termine della riunione del tavolo istituzionale sulla crisi che sta investendo l’impianto termale di Caramanico. “Si è trattata di una riunione interlocutoria – ha aggiunto Febbo – nella quale la proprietà, rappresentata dall’amministratore Franco Masci, non è stato in grado di dare risposte certe in merito alla ripresa completa dell’attività, al mantenimento dei livelli occupazionali e del personale eventualmente da reintegrare. Per questo riteniamo importante per l’esito della vertenza avere un interlocutore che abbia davanti un quadro completo della situazione e questo può essere solo il commissario che il Tribunale andrà a nominare”.

Dalla riapertura delle Terme la società ha provveduto a contrattualizzate circa 50 addetti, ma il nodo grosso da sciogliere è la riapertura della Reserve, che rappresenta il grosso della mission della società che gestisce l’impianto termale. I sindacati presenti alla riunione hanno ribadito la necessità che la società presenti un piano di riassorbimento del personale (prima della crisi gli addetti assunti compreso gli stagionali erano 180, ndr), ma anche su questa punto non sono state fornite certezze. “Per questo – conclude Febbo – abbiamo ritenuto di convocare una nuova riunione del tavolo istituzionale tra due settimana nella speranza che il Tribunale abbia nominato il commissario con il quale avviare un’interlocuzione proficua”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *