martedì, Ottobre 26, 2021
Home > Italia > Francesco Saverio Borrelli, ex Capo del Pool di “Mani Pulite”, si è spento a Milano

Francesco Saverio Borrelli, ex Capo del Pool di “Mani Pulite”, si è spento a Milano

< img src="https://www.la-notizia.net/francesco-saverio-borrelli" alt="francesco saverio borrelli"
< img src="https://www.la-notizia.net/francesco saverio borrelli" alt="francesco saverio borrelli"
Francesco Saverio Borrelli (Wikipedia)

MILANO – E’ deceduto a 89 anni a Milanol’ex Capo del Pool di “Mani Pulite” durante la stagione di Tangentopoli, Francesco Saverio Borrelli,  Procuratore della Repubblica ed ex procuratore generale di Milano. Era nato a Napoli il 12 aprile 1930 e si è spento nell’Istituto Nazionale dei Tumori, dove era ricoverato da pressoché quindici giorni. Lascia la moglie Maria Laura, i figli Andrea e Federica e quattro nipoti. Figlio e nipote di magistrati, ha indossato la toga per 47 anni,  anche suo figlio è  magistrato. Aveva come passioni la musica e la montagna. La camera ardente si aprirà la mattina di lunedì 22 luglio dalle 9.30 nel Tribunale di Milano.

Il grande “ostracizzato” da Tangentopoli fu Bettino Craxi, l’uomo che aveva sfidato gli Stati Uniti d’America a Sigonella e che negli anni Ottanta aveva proiettato l’Italia fra le grandi potenze industriali ed economiche del mondo. Venne fatto fuori dalla scena politica da Tangentopoli e con lui finì la Prima Repubblica. Sulla scomparsa di Borrelli, attraverso l’ANSA, Bobo Craxi, figlio di Bettino, ha dichiarato: “Ebbe la funzione di guidare un sovvertimento istituzionale da parte di un corpo dello Stato nei confronti di un altro. Non è una mia opinione personale, i giuristi lo chiamano colpo di Stato”. 

Immancabile ovviamente il cordoglio del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella“Magistrato di altissimo valore che ha servito con fedeltà la Repubblica”.

“Sono figlio, nipote e pronipote di magistrati. Da bambino spesso non potevo fare chiasso perché papà stava scrivendo una sentenza. A quel tempo il lavoro del magistrato, specialmente se civilista, si svolgeva in casa. Forse viene da lì la mia passione per le sentenze”, raccontò Borrelli nato e cresciuto nella Napoli degli anni ’30. (foto di copertina tratta da gianpietrodaiuto.blogspot.com)

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net