martedì, Dicembre 1, 2020
Home > Marche > Testimoni di Geova delle Marche: in 5.000 a Rimini per “parlare dell’amore”. Convention dal 26 al 28 luglio

Testimoni di Geova delle Marche: in 5.000 a Rimini per “parlare dell’amore”. Convention dal 26 al 28 luglio

Rimini –  Saranno 5.000 i partecipanti provenienti dalle province di Ancona, Macerata, Fermo e Ascoli Piceno che si ritroveranno al Congresso dei Testimoni di Geova del 2019 dal tema “L’amore non viene mai meno” in programma al Palacongressi di Rimini dal 26 al 28 luglio. Si tratta dell’ultimo dei tre “grandi congressi” previsti nella città romagnola. Per ognuno dei tre giorni dei lavori del congresso, sono attesi oltre 7.000 fedeli.

“Parlare di amore è semplice, ma manifestarlo nella vita di tutti i giorni è molto più complicato – afferma Roberto Guidotti un portavoce locale dei Testimoni di Geova –  In una società dove il pregiudizio, l’intolleranza e l’odio sembrano crescere a dismisura, è interessante vedere come la Bibbia contenga da sempre, consigli pratici e sollecitazioni utili a chi vuole, nello spirito cristiano, aiutare gli altri anche nelle situazioni più difficili. Le relazioni in programma alla convention, sono corredate da video, audio, e testimonianze che renderanno ancor più stimolante il programma, specialmente per i numerosi interessati e ospiti che si aggiungono ai delegati in queste felici occasioni”.

“L’opera di evangelizzazione dei testimoni di Geova ha un impatto notevolmente positivo a livello sociale . In un recente sondaggio realizzato all’interno delle oltre 2.900 comunità sparse su tutto il territorio italiano- aggiunge Guidotti- è emerso che oltre 46.000 persone hanno abbandonato comportamenti e azioni particolarmente dannosi a livello personale, familiare e pubblico, come l’uso di droga, l’alcolismo, la ludopatia, la violenza domestica e altre gravi piaghe della società odierna con un risvolto utile anche a livello economico oltre che sociale.”

Tra i  momenti più attesi del congresso, il battesimo dei nuovi fedeli il sabato mattina e il discorso pubblico domenica mattina dal tema “Vero amore in un mondo pieno d’odio. Dove trovarlo?”, che mostrerà come superare il pregiudizio e l’odio.

I congressi dei Testimoni di Geova sono aperti al pubblico; non si fanno collette.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

 

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *