domenica, Ottobre 17, 2021
Home > Italia > Carabiniere ucciso, Ultimo: “L’attenzione verso le Forze di Sicurezza deve esserci sempre, non solo quando qualcuno muore”

Carabiniere ucciso, Ultimo: “L’attenzione verso le Forze di Sicurezza deve esserci sempre, non solo quando qualcuno muore”

ultimo

“Il Vice brigadiere Mario Rega è caduto sulla strada della gente comune, in silenzio, come aveva vissuto, da carabiniere. Il popolo Lo onora. Lontano dagli sciacalli di sempre, dai pagliacci di sempre, con lo stesso silenzio Lo portiamo nel cuore, Lui e la Sua Famiglia. La vita di un uomo, di un carabiniere non è molto, è tutto”. Così su Facebook il Capitano Ultimo in relazione alla morte del vicebrigadiere Mario Cerciello Rega.  In una intervista rilasciata a Radio Capital e ripresa da La Repubblica, parla chiaro: “L’attenzione verso le Forze di Sicurezza deve esserci sempre, non soltanto quando uno di loro muore. Questo è un modo di celebrare, di commemorare e non invece di prevenire. Tutti dobbiamo lavorare per questo, altrimenti diventa tutta propaganda, supericialità ed è un peccato, perchè la vita di un uomo è tutto”.

Alla domanda “Prevenire che cosa significa?” Ultimo risponde: “Dire la verità. Manca questo, ci servono queste risorse. Devono andare via le lobby ed i palazzi dalla sicurezza”. Sulla vicenda del carabiniere ucciso a Roma, Mario Cerciello Rega, e nello specifico sulla questione della nazionalità delle due persone inizialmente definite nordafricane per una notizia circolata inizialmente, ripresa da tutti i media e poi rettificata, alla domanda tesa a chiarire se secondo lui si tratti di un aspetto che possa divenire oggetto di propaganda politica, risponde: “Mi auguro di no. Siamo uniti al dolore della famiglia di Mario, del nostro vicebrigadiere, della sua sposa e disprezziamo tutti quelli che speculano su questa morte, come chiunque cerca di creare altro odio sull’odio, sul dolore”.

E conclude: “La Sicurezza è di tutti e non l’interesse dello Stato a garantire la disciplina all’interno di confini o recinti”. Salvini vuole le pistole elettriche, sono utili? “Mi auguro che questo tema non venga imposto. Dobbiamo affrontare la questione Sicurezza in maniera costruttiva, trasparente e senza interessi di parte”. Per quanto riguarda il taser Ultimo puntualizza: “In alcuni casi sicuramente è utile”.

L’intervista è stata rilasciata a Radio Capital il 26 luglio.

Sulla morte del vicebrigadiere Mario Cerciello Rega occorre solo una cosa: silenzio e rispetto. Un giovane di 35 anni, sposato da 43 giorni, ha perso la vita mentre era in servizio. Dopo la sua morte, molte polemiche e strumentalizzazioni hanno avuto luogo in relazione ad un tema ora più che mai delicato in Italia. Ma quello che conta davvero è garantire alle nostre Forze dell’Ordine la possibilità di operare correttamente ed in sicurezza mentre lavorano per difenderci tutti, spesso a costo della propria vita.

L.M.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net