domenica, Ottobre 17, 2021
Home > Arte, Cultura e Spettacoli > Anticipazioni per “REPORT CULT” del 29 luglio in seconda serata su RAI 3: “La Porcata” ed “Energy Boom”

Anticipazioni per “REPORT CULT” del 29 luglio in seconda serata su RAI 3: “La Porcata” ed “Energy Boom”

Report

Anticipazioni per “REPORT CULT” del 29 luglio alle 23.55 su RAI 3:  le inchieste “La Porcata” ed “Energy Boom”

Tornano le inchieste di Report cult in onda stasera lunedì 29 luglio alle 23.55 su Rai3.

Si parte con “La porcata”di Emanuele Bellano, realizzata con la collaborazione di Alessia Cerantola e Greta Orsi. Le eccellenze del DOP prosciutto di Parma e prosciutto San Daniele sono il fiore all’occhiello della produzione italiana di salumi. Ogni anno generano un volume d’affari di circa un miliardo di euro e rappresentano la gastronomia italiana in tutto il mondo. Per essere immessi in commercio devono ricevere il marchio DOP del consorzio di tutela che supervisiona la produzione, e garantisce che il disciplinare, cioè il rigido regolamento definito e codificato in secoli di tradizione, sia rispettato. Un’indagine condotta dalle procure di Torino e Pordenone ha accertato che nella filiera di questi due prosciutti sarebbe stata largamente usata carne di maiale danese, non ammesso dal regolamento. Circa un milione di prosciutti è stato sequestrato dagli inquirenti. In totale i prosciutti a cui è stato revocato il marchio DOP sono circa il 20 per cento della produzione annua di Parma e San Daniele. Documenti esclusivi in possesso di Report permettono di affermare che la frode sarebbe ancora in essere.

E ancora il reportage “Energy boom” di Alessandra Borella. Bocciate dalla comunità medica ma amate dai giovani, oggi il mercato delle bevande energetiche è in crescita costante, con quasi nove miliardi di litri bevuti nel mondo all’anno. E cresce il consumo tra i più giovani: i numeri dell’Autorità europea per la sicurezza alimentare dicono che il 68% dei ragazzi tra i 10 e i 18 anni le beve con regolarità, e il 16% dei bambini tra i 6 e i 10 anni ne assume una media di quasi quattro litri al mese. A preoccupare è l’abuso di queste bevande, accusate di indurre sovrappeso e obesità, tachicardia, ipertensione, fino a effetti più seri dovuti all’abitudine di associarle all’alcol. Le autorità sanitarie di molti Paesi si stanno muovendo per contrastare il fenomeno: in Lituania e Lettonia se hai meno di 18 anni non puoi comprare energy drink neanche al supermercato. E in Italia quali sono le regole?