mercoledì, Marzo 3, 2021
Home > Italia > Monza Brianza, fermata banda di rapinatori seriali

Monza Brianza, fermata banda di rapinatori seriali

< img src="https://www.la-notizia.net/monza" alt="monza"

MONZA – 7 persone, tutte italiane residenti nelle province di Milano e Lodi, sono state arrestate dai Carabinieri del Comando Provinciale di Monza, su ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip del Tribunale di Monza, per aver commesso 5 rapine a mano armata tra gennaio e febbraio 2019, ai danni di sale da gioco e farmacie della Brianza e in Provincia di Milano.

Le indagini sono state condotte dai Carabinieri della Compagnia di Desio,  coordinate dalla Procura di Monza, e hanno avuto inizio con il primo colpo messo a segno il 30 gennaio, ai danni di una sala slot di Bovisio Masciago.

Decisiva per gli investigatori e fatale per i malviventi, l’impronta digitale rinvenuta sul bancone del locale, lasciata da uno dei rapinatori durante l’asportazione del denaro contenuto nella cassa. Attraverso l’impronta si è giunti all’identificazione del responsabile e a seguire l’identificazione di tutti i componenti della banda. Altri 4 sono gli episodi contestati al gruppo, che complessivamente ha asportato un bottino di 7.500,00 €.

Tre rapinatori sono stati arrestati in flagranza di reato,  in occasione di una rapina consumata in danno di una farmacia nel centro di Milano.

Tra i soggetti arrestati  figura anche un complice che, pur non partecipando attivamente alle rapine, prestava assistenza al gruppo, concedendo in uso ai malviventi la propria autovettura, utilizzata dalla banda per portare a termine i colpi. L’uomo, in seguito al sequestro della sua auto de parte dei Carabinieri durante la rapina in centro a Milano, ha tentato di dissimulare le proprie responsabilità, denunciando falsamente di aver patito il furto dell’auto. Per lui sono stati disposti gli arresti domiciliari.

Attraverso questo link sarà possibile accedere ad un contributo video:

https://we.tl/t-LpVu5RHUCA

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

 

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *