lunedì, 16 Dicembre, 2019
Home > Arte, Cultura e Spettacoli > Anticipazioni per “Infinito crimine. Indagine sulla ‘Ndrangheta” del 3 agosto in prima serata su RAI 3: il racconto del magistrato Nicola Gratteri

Anticipazioni per “Infinito crimine. Indagine sulla ‘Ndrangheta” del 3 agosto in prima serata su RAI 3: il racconto del magistrato Nicola Gratteri

Anticipazioni per “Infinito crimine. Indagine sulla ‘Ndrangheta” del 3 agosto alle 20.10 su RAI 3: il racconto del magistrato Nicola Gratteri

Domani, sabato 3 agosto, su Rai3 alle 20.10 il magistrato Nicola Gratteri, da sempre in prima linea nella lotta per la legalità, e il giornalista Antonio Nicaso raccontano la realtà della ‘ndrangheta, la più potente holding criminale del mondo.
Domina il mercato della cocaina e muove fiumi di denaro. Il suo fatturato annuo supera i 50 miliardi di euro. Dalla Calabria la ‘ndrangheta si è espansa su tutto il territorio italiano e si è insediata in tutti i continenti. Arcaica e al tempo stesso modernissima, si è infiltrata nell’economia legale per riciclare i proventi delle sue attività.
“Infinito crimine. Indagine sulla ’Ndrangheta” è un viaggio nella storia e in una terra ferita e oppressa dalla presenza di una mafia pervasiva e feroce. Dal santuario di Polsi, dove ogni anno si riuniscono i vertici delle cosche, al Porto di Gioia Tauro, il principale punto di accesso del traffico di cocaina nel Mediterraneo, fino all’Aspromonte e ai comuni della Locride insanguinati dalle faide e dove l’omertà è legge.

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994 al 2015 ha collaborato regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero, Il Resto del Carlino, La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Nel 2009 è direttore del quotidiano teramano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Ora direttore della testata giornalistica on line la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: