mercoledì, Ottobre 20, 2021
Home > Italia > “I soldi dei polentoni? Noi terroni non li abbiamo mai visti”

“I soldi dei polentoni? Noi terroni non li abbiamo mai visti”

< img src="https://www.la-notizia.net/razzismo" alt="razzismo"

Riceviamo e pubblichiamo: “I soldi delle Regioni del Nord Italia? Noi “terroni” non li abbiamo mai visti. I meridionali dovrebbero richiedere il tanto decantato contributo “Latte delle mammelle del Nord Italia” 

di Biagio Maimone 

“In seguito alle recenti dichiarazioni di alcuni giornalisti e governatori di Regioni del Nord Italia, i quali sostengono, stanchi e arrabbiati, che il Sud Italia viva grazie ai soldi del Nord, i meridionali  si chiedono: “Dove sono questi soldi ? A chi sono inviati e come è possibile accedervi?”.

E’ ben evidente, considerato la stato di penuria economica nel quale versano, che gli italiani del Sud  non  hanno  mai ricevuto soldi dal Nord Italia , neppure per beneficenza.

Qualcuno afferma di essere stanco di continuare a “mantenere” noi poveri meridionali e di assicurarci una sana agiatezza grazie al proprio sacrifico e al sudore della propria fronte.

” Basta succhiare dalle nostre mammelle ! Basta fare i mantenuti !” qualcuno ha scritto.  Assolutamente falso. Mantenuti da chi?

A Napoli si dice “cornuti e mazziati”. Perché ?

Perché lo Stato italiano, dalla nascita della Costituzione, considera i nostri territori e gli italiani che in essi vivono un popolo a sé stante. Lo sanno anche i bambini. Strano che illustri giornalisti non conoscano la storia italiana.

I meridionali onesti , che costituiscono l’assoluta maggioranza della popolazione del Sud Italia, non solo subiscono gli influssi della povertà, ma anche la  presa in giro di chi vive nell’opulenza.

Ci chiediamo se , per caso, le invettive di alcuni giornalisti si riferiscano ad ben determinati meridionali o “terroni” mafiosi , i quali certamente , almeno la maggior parte di essi, non vivono  nel Sud Italia, ma nel Nord Italia,  nel cui territorio sono ben radicati. Essi vanno “d’amore e d’accordo” con i settentrionali e non devolvono assolutamente  soldi a noi poveri e onesti terroni.

Sono sicuramente questi i meridionali a cui allude una certa stampa, i quali è vero che, insieme ad alcuni ben noti  “polentoni”,  “succhiano le mammelle” del potere politico e economico del Nord che  alimenta non certamente i poveri meridionali, ma i  potenti.

Se qualcuno riesce a dimostrare che il popolo meridionale si è arricchito all’inverosimile grazie al latte delle mammelle del Nord, lo dimostri pure, ma con i fatti.

Propongo, quindi, ai meridionali che vivono in difficoltà economica di inoltrare il proprio numero di Iban bancario alle Amministrazioni delle Regioni del Nord e di richiedere il tanto decantato contributo “Latte delle mammelle del popolo Nord”.  

Saremo felici di vedere che questo latte benefico nutra chi ne ha davvero bisogno”.

Biagio Maimone
Caporedattore Centrale – Agenzia giornalistica Agenpress.it