domenica, Gennaio 16, 2022
Home > Italia > Aleksandra Matikj a Fabio Cenerini: “Che cosa c’entra essere patrioti? Anch’io amo l’Italia”

Aleksandra Matikj a Fabio Cenerini: “Che cosa c’entra essere patrioti? Anch’io amo l’Italia”

persone discriminate

Di seguito la risposta di Aleksandra Matikj, Presidentessa del “Comitato per gli Immigrati e contro ogni forma di discriminazione” all’Assessore Paolo Asti ed al Capogruppo spezzino di Giovanni Toti e Forza Italia, Fabio Cenerini:

«Ho appreso da un articolo su internet delle ulteriori diffamazioni contro la mia persona, sempre per mano di Fabio Cenerini che, dopo essere stato denunciato dalla sottoscritta, avrebbe pubblicamente scritto che i reati nella nostra querela che abbiamo presentato sarebbero “idiozie del genere alle quali non sta nemmeno a rispondere” ed accusando me di averlo diffamato. Intanto dovrà rispondere eccome, in tribunale… anche perché lo abbiamo segnalato per i reati di vilipendio all’ordine giudiziario e propaganda e istigazione a delinquere per motivi di discriminazione razziale, etnica e religiosa, in primis.

In secundis, le sue minacce sono assurde perché è stato sempre lui a diffamare gli altri e mai al contrario: le persone poi hanno soltanto risposto alle sue di offese, gravissime e spesso ingiuste, tra l’altro. Partendo dal caso della migrante, cameriera che, da lui definita “di colore”, non avrebbe dovuto lavorare nel ristorante dove tutte le altre sarebbero dovute essere “modello Heidi”, a seguito del quale ha iniziato a prendersela con noi del Comitato perché eravamo intervenuti a difesa di quella 21enne; dopodiché, diverse volte mi ha diffamata e con il profilo Facebook da lui bloccato in modo che io non leggessi tutte le cattiverie che con Edoardo Rixi hanno detto per screditarmi, scatenando così sul Social Network i commenti come: “… questa troia.. Cosa fai in Italia, la troia?… una merda… abbiamo trovato l’erede di Cicciolina”.

Vorrei chiedere a Paolo Asti, Assessore comunale al Turismo, se alle proprie figlie e alla moglie risponde come ha risposto a me con: “Una denuncia utile per chi l’ha sporta per farsi leader di una parte” davanti alle frasi del genere oppure a loro consiglierebbe di difendersi? Sa Sig. Asti, io mi sono difesa perché io sono una giovane donna che ha sempre ed in primo luogo mantenuto la propria integrità e la moralità e non mi vergogno di dire che durante gli studi, prima di diventare contabile, ho lavorato anche in una fabbrica. Sono la stessa persona che ha subito dei danni devastanti proprio perché sul posto di lavoro ho rifiutato di diventare l’amante del mio datore di lavoro per avere in cambio il contratto di lavoro rinnovato, sono la stessa donna che ha subito le molestie, si è rialzata ed ha trovato il coraggio di denunciare e no, non sono né una merda, né una troia, né l’erede di Cicciolina che era una pornostar. Non io. E non accetto le insinuazioni del genere. Questo però è il livello di cui potrebbero vantarsi quelli che tengono i commenti del genere sulle proprie pagine caro Assessore… Lei ha espresso la sua personale solidarietà a Cenerini per quale motivo? Mi ha definita una Leader in cerca di Leader? Si rende conto che anche queste sono delle gravissime accuse perché dalle Sue parole sembrerebbe che io abbia cercato di fare dei favori a qualcuno e questo soltanto perché Lei Assessore vorrebbe in qualche modo porre la sua massima e tanto cordialissima Attenzione ed i Suoi tanto ossequiosi saluti a Cenerini, pubblicamente… allora mi dica Lei, sono io in cerca di qualcosa oppure Lei?… Cenerini è stato denunciato per i fatti di cui Lei non è nemmeno a conoscenza, che cosa scrive a fare? Se vuole farselo piacere, vada direttamente a trovarlo, a casa sua, non cerchi di strumentalizzare, gentilmente. Quanto alle altre frasi del Capogruppo spezzino di Giovanni Toti – Forza Italia, si sono lette le sue solite parole, solitamente rivolte a chi non la pensa come lui e, quindi, offende diffamando con i toni aggressivi, eccessivi e maleducati ma qua l’unico disturbato è proprio lui… come si era anche definito, da solo… qualche giorno fa: “… so che ci può essere chi pensa che esageri anche nei toni…”, insultando varie persone… per lui, chi non condivide il suo stesso pensiero, diventa un bersaglio da “seppellire pubblicamente” con gli insulti diffamatori, ha fatto e fa tutto da solo… Ed è così che, un’altra volta, era arrivato addirittura a scrivere che io odio gli Italiani e che vorrei la sostituzione etnica: scusatemi ma a me sembra anche questa sua l’esternazione di una persona veramente mentalmente disturbata anche perché io ho sempre sostenuto che in Italia ma anche in ogni parte del mondo le Persone vanno sì accolte ma anche rispettate: vale per gli Stranieri in Italia così come per gli Italiani all’estero. Io non sopporto più queste sue bugie, ha veramente esagerato! Ha anche inventato che io denuncio tutti se soltanto Italiani e che le nostre querele sono un costo per i Cittadini italiani che pagano le tasse quando in realtà sono io che ho sempre pagato, di tasca mia, tutte le querele e, preciso, tutte le marche da bollo per lo Stato italiano, dalla sottoscritta regolarmente e sempre pagate: quindi….

Ha addirittura invocato Edoardo Rixi ed un certo Lorenzo Viviani ma non ho capito anche perché Stefania Pucciarelli, tuttavia nel suo penoso intento di istigarli a creare una nuova Legge che dovrebbe rimpatriarmi, e qua cito le sue testuali parole: Voglio fare un appello agli amici della Lega, Edoardo Rixi, Stefania Pucciarelli e Lorenzo Viviani affinché contribuiscano ad avere un parlamento a maggioranza di centro destra e non con l’innaturale maggioranza coi Cinque Stelle. In questo paese vanno cambiate le leggi e si potrà fare soltanto con una maggioranza coesa. Immigrati extracomunitari come la Matikj che sanno solo seminare odio e creare problemi vanno espulsi. Lo stesso vale per chi occupa una casa o delinque, ugualmente espulse vanno le centinaia di migliaia di clandestini a zonzo per le nostre città che sono da rimpatriare immediatamente! Ha anche aggiunto, in modo palesemente squilibrato: “Se vuole può accusarmi di una sola cosa la Matikj, di essere un Patriota Italiano, sappia che per me è un onore e un vanto, come lottare per espellere dall’Italia chi ci odia!”

Ma qua essere Patrioti o meno c’entra niente! Io anche amo l’Italia perché oramai è il mio Paese dopo 20’anni da regolare residenza, tanto è che dirigo un’Associazione artistico culturale denominata “Liguria nel cuore”, seguita anche dagli Italiani dall’estero. Respingo quindi fermamente queste sue stupide accuse, io non odio affatto gli Italiani e, vorrei precisarlo, dai Terremotati alle vittime del Ponte Morandi, ma anche per chi in Liguria lotta contro la malavita organizzata e contro i terroristi dell’ISIS, io ci sono sempre stata in difesa dell’Italia in prima linea. Lo sanno tutti, è un dato anche pubblico. Invece Cenerini cosa ha fatto di concreto per gli Italiani oltre che circondarsi da persone come Rixi? Che parli di questo… Io vorrei anche dire che ad oggi, stiamo ancora aspettando la risposta della Giunta del Sindaco di Genova Marco Bucci e la risposta dell’Assessore Matteo Campora per l’intitolazione di Via Paolo Borsellino e quella ancora da dedicare ad Emanuela Loi, prima Agente Donna della Polizia di Stato a restare uccisa in servizio il 19 luglio del 1992 in Via D’Amelio a Palermo. Che non si dica, a me, che io mai ho fatto niente per gli Italiani, dopo aver denunciato anche un boss di Cosa Nostra… non a me. È vero che difendiamo anche i Migranti ma in realtà noi difendiamo tutte le vittime delle discriminazioni. Ci stanno contattando oramai da tutta l’Italia ed ogni volta che possiamo, per quanto nelle nostre possibilità, noi aiutiamo. Tutti. Non accetto quindi, e mai più accetterò le calunnie o le diffamazioni a mio carico, tanto meno le ingiurie gratuite. Ho fatto l’errore una volta in vita mia di rispondere alle offese che mi hanno attribuito, mai più. Ora denuncio, come mi è stato consigliato perché io so imparare dagli errori miei ed altrui ma è un qualcosa che possono elaborare soltanto le Persone intelligenti che sanno e vogliono crescere, non diversamente. Questa la mia risposta all’Assessore Asti, per quanto riguarda Cenerini, penso che solo il fatto che l’altro giorno, quando ero andata da Genova alla Spezia e quando ho sentito dire che ero già la terza Persona a denunciarlo lo stesso giorno, parli da sé.

Esprimo anche la mia Solidarietà a Massimo Baldino Caratozzolo che in merito ha scritto: DA PERSONA PIU VOLTE OFFESA DAL CAPIGRUPPO DI TOTI (anche se sono un uomo…) non posso che augurarmi che ciò serva per far intendere a Cenerini….e anche ad altri suo accoliti (alcuni davvero imbarazzanti) che insultare tutti quelli che hanno punti di vista diversi dai suoi è una pratica “politicorepellente”.Crea un aria irrespirabile (come già dissi in consiglio comunale…fetore fu la parola usata) che allontana i cittadini dalla politica” e credo che a questo punto la parola sia passata agli Spezzini.

Saranno le Autorità giudiziarie a valutare la faccenda, noi ci riserviamo di tutelarci ulteriormente e legalmente con un’eventuale ulteriore integrazione.»

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net