venerdì, Ottobre 18, 2019
Home > Italia > La crisi di governo è ufficiale: rimpasto, governo tecnico o nuove elezioni?

La crisi di governo è ufficiale: rimpasto, governo tecnico o nuove elezioni?

< img src="https://www.la-notizia.net/governo" alt="governo"

La crisi di governo è ufficiale: rimpasto, governo tecnico o nuove elezioni? Lo scenario che si apre non è dei migliori. Di certo l’impressione che si ha è che si poteva fare di meglio. E di certo la crisi qualcuno l’ha voluta. Non ora, ma da prima delle elezioni europee. “Chi perde tempo vuole solo salvare la poltrona. Per qualcuno#primalapoltrona, per noi #primagliitaliani . No inciuci! No governi tecnici! No giochini di palazzo! L’Italia dei SÍ non aspetta, la parola subito al Popolo!” Così Matteo Salvini sul proprio profilo Facebook. “L’unico dubbio – aggiunge dopo l’apertura della crisi di governo – e sarebbe una cosa incredibile è che sento che ci sono toni simili tra Pd e 5 Stelle, tra Renzi e Di Maio: nessuno prenda in giro l’Italia e nessuno s’inventi un governo inaccettabile per la democrazia”.  E ancora: “L’unica cosa più utile, trasparente e dignitosa è andare a votare prima possibile. Tutti i parlamentari della Lega saranno a Roma da lunedì”, fino a venerdì,”non esiste che si dica che non si può lavorare a Ferragosto”.

La Lega ha presentato in Senato una mozione di sfiducia al premier Giuseppe Conte. “Troppi no (da ultimo il clamoroso e incredibile no alla Tav) fanno male all’Italia che invece ha bisogno di tornare a crescere e quindi di andare a votare in fretta. Chi perde tempo danneggia il Paese e pensa solo alla poltrona”, afferma il partito guidato da Matteo Salvini.

Non si tira indietro Luigi di Maio: “Nessun problema ad andare al voto. Anzi, dopo quel che è successo ci corriamo alle urne.  Ogni parlamentare di media prende tra i 12 e i 15 mila euro al mese. Praticamente lo stipendio che una persona normale guadagna in un anno. Solo che i comuni mortali devono pagarci sopra pure le tasse, mentre i parlamentari nemmeno quelle. Ci rendiamo conto?  Io, la prossima volta che devo andare a votare, voglio andare a votare un Parlamento con 345 poltrone in meno. Con 345 maxi-stipendi in meno, con 345 politicanti in meno che ingolfano il Paese. Sono un esercito di privilegiati (a cui noi infatti stavamo anche per tagliare gli stipendi) come non ce l’ha nessuno in Europa. Ecco perché per fare una riforma in Italia, a volte, si impiegano anche anni.
Tagliamo 345 poltrone e risparmiamo mezzo miliardo di euro. Sono 300 mila euro al giorno in meno. E mettiamo tutto su strade, ospedali, sulla ristrutturazione di immobili abbandonati per dare case a chi ne ha bisogno.
Salvini, non è così difficile! Vinci la paura, supera le pressioni di Berlusconi e dei tuoi alleati. Fai un atto di coraggio, se il coraggio di cambiare ce l’hai veramente. E poi decideranno gli italiani con il loro voto.  Viva il cambiamento. Quello vero”.


“Conte, Salvini e Di Maio  – affonda il colpo il segretario PD Nicola Zingaretti – hanno fallito e messo l’Italia in ginocchio. Ora scappano per paura della manovra finanziaria, perché non sanno cosa fare.  Avevano promesso una rivoluzione hanno combinato un disastro: l’Italia ha crescita zero, è esplosa la cassa integrazione, la produzione industriale cala e il debito pubblico è esploso. L’Italia nel mondo è isolata come non mai e non contiamo più niente. Non ci sono i soldi per fare la manovra economica.  Il rischio è fare nuovi debiti o nuovi tagli o nuove tasse. Hanno paura di ammettere i loro errori e scappano. Non è solo la fine di un governo è la sconfitta del populismo al governo. La cultura dell’odio e del rancore ha fallito, non è la soluzione.  Ora bisogna ridare la parola agli italiani. Occorre una nuova visione e un nuovo programma. Per salvare e cambiare l’Italia: investimenti per le infrastrutture verdi, scuola e sanità per creare lavoro. L’Italia è più bella e più forte di quello che abbiamo visto in questi mesi e noi abbiamo il compito e il dovere di farla vincere”.

E gira il coltello nella piaga anche Matteo Renzi: “Dicevano: governeremo 30 anni e non hanno retto nemmeno 14 mesi.  Dicevano: faremo ripartire l’Italia e hanno riportato a zero il PIL e bloccato la crescita. Dicevano: saremo la Terza Repubblica e hanno governato litigando come in terza media.
Nelle prossime ore disegneremo il nostro futuro. Chi vuole darci una mano, chi non si rassegna, chi non si arrende fondi un comitato di azione civile (www.comitatiazionecivile.it) oggi stesso, si faccia sentire, non resti alla finestra. C’è molto da fare per restituire speranza e bellezza al Paese dei nostri figli.
Ma intanto parliamoci chiaro: avevamo ragione quando dicevamo che la realtà avrebbe sconfitto la propaganda.
E Salvini non gioca la carta della crisi perché si sente forte: Salvini gioca la carta della crisi perche ha paura, è terrorizzato, è in difficoltà. Rischia di far aumentare l’IVA, fa ballare la Borsa, manda in crisi il Nord produttivo. E ha troppe vicende che lo inquietano.
Io dico che Capitan Fracassa ha fatto l’errore politico della vita. Ne parleremo nei prossimi giorni. Intanto: il Governo va a casa, il tempo è stato galantuomo. Un passo avanti”. 

E Silvio Berlusconi: “A soffrire le conseguenze dell’azione deludente di governo guidato dai Cinquestelle e fortemente condizionato dai programmi dei Cinquestelle sono stati gli italiani, che oggi vivono in un Paese dove nulla più funziona.
Interrompere questa esperienza fallimentare è dunque un gesto di responsabilità da parte di Matteo Salvini nei confronti degli italiani.
Questo Parlamento non è in condizioni di esprimere maggioranze diverse che siano anche rispettose dell’esito di tutte le prove elettorali intermedie, che hanno consegnato la vittoria al centro-destra.
Il compito di decidere se è come far proseguire la legislatura spetta al Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, nel quale riponiamo assoluta fiducia.
Forza Italia ritiene che la soluzione migliore per il Paese siano nuove elezioni”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: