giovedì, Ottobre 28, 2021
Home > Lazio > Roma, caos in via Ardoino: carreggiate ristrette, la protesta dei residenti

Roma, caos in via Ardoino: carreggiate ristrette, la protesta dei residenti

< img src="https://www.la-notizia.net/ardoino" alt="ardoino"

ROMA – Che il Comune di Roma Capitale, guidato dal Sindaco Raggi, fosse orientato ad un drastico ridimensionamento delle carreggiate delle strade, probabilmente per costringere i romani a non possedere più auto, lo avevamo notato osservando i vari lavori effettuati nei vati municipi, relativamente alla viabilità, alla riqualificazione di tanti marciapiedi e alla costruzione delle piste ciclabili.

Via Tuscolana, zona Cinecittà: carreggiata ridotta in entrambi i sensi di marcia, abolizione di un numero imprecisato di parcheggi, per la costruzione di una pista ciclabile per ogni senso di marcia. Questo è solo uno dei tanti esempi, ma potremmo portare anche il caso di una storica via utilizzata per il mercatino domenicale di “Porta Portese”, oramai anch’esso delocalizzato, che ha visto l’istituzione di piste ciclabili con la relativa riduzione delle carreggiate e della possibilità di parcheggiare.

Bisogna ringraziare l’assoluto inutilizzo di tali piste se ancora non si registrano incidenti a danno dei ciclisti, visa la discutibile posizione dei parcheggi auto superstiti.
Ma andiamo in Via Onorato Ardoino, dove alcuni residenti dei numeri civici 63, 67 e 75, parliamo di un elevato numero di famiglie che vivono nelle numerose palazzine esistenti, ci hanno contattati per evidenziare come la riqualificazione della strada lasci su circa 12 metri di spazio disponibile appena 3,90 metri di
strada carrozzabile riservando i rimanenti 8 metri a inutili marciapiedi dato lo scarso numero di pedoni e divisi in 3 metri da un lato e 5 dall’altro, privando i residenti di ogni possibilità di parcheggio.

Strada, questa, pensata a senso unico. Ma è così stretta che un camion di normali dimensioni riesce a transitare a malapena e, nel caso in cui debba entrare in una via limitrofa, è costretto ad effettuare numerose manovre e comunque a salire sul marciapiede col rischio di procurare evidenti danni.
Insomma, da un trionfalistico momento pubblicizzato il 24 Aprile sul profilo Facebook dell’assessore ai lavori pubblici del V Municipio romano, Paola Perfetti, dove il Presidente dello stesso municipio, Giovanni Boccuzzi annunciava l’abbattimento di un muro che divideva in due Via Onorato Arduino, si arriva ad un contenzioso con i residenti che nel corso dei lavori di riqualificazione hanno visto peggiorare la vivibilità dell’area.

A questo riguardo l’Assessore dei Lavori pubblici del Municipio scrive sempre sul suo profilo facebook il 31 luglio alle 10,33 :
“Proseguono i lavori in via Onorato Ardoino. I cittadini subivano da decenni la presenza di un muro che, costruito abusivamente, impediva la regolare circolazione di persone e veicoli. Ora lo abbiamo potuto abbattere, secondo procedure completamente in regola con le norme vigenti. Con intervento di manutenzione straordinaria stiamo ultimando il rifacimento della strada e ieri gli uffici si sono relazionati presso il Municipio con i cittadini, che erano preoccupati per la
definizione del progetto, i sensi di marcia ed altri dettagli per i quali è stato possibile apportare modifiche capaci di accogliere i loro suggerimenti e soddisfare le esigenze rappresentate. Come Assessora di riferimento ringrazio i Funzionari, che hanno saputo ascoltare e rispondere con
competenza alle richieste, ed i Consiglieri M5S Roberta Francescone e Arnaldo Vece che hanno seguito il confronto, rivelatosi un modello esemplare di civile e costruttivo scambio di opinioni tra territorio, Amministrazione e parte politica.”

Sembrerebbe infatti che tra il 25 ed il 26 luglio i residenti abbiano chiesto ala ditta che sta eseguendo i lavori, di far intervenire i responsabili del progetto. L’incontro è avvenuto il 30 luglio, con la promessa di un successivo confronto previsto per il giorno successivo.  Contrariamente alle attese, ciò non è avvenuto. Lascia quindi perplessi la nota su Facebook dell’assessore ai Lavori pubblici. Ci risulta che il 5 agosto un rappresentante dei residenti sia stato ricevuto da un funzionario dell’amministrazione, per presentare le criticità del progetto, che sembrerebbero essere numerose, ma ad oggi non si è avuto alcun riscontro. Noi stessi abbiamo provato a contattare l’assessore ai lavori pubblici del V Municipio sia telefonicamente, via mail e anche attraverso Facebook, dal momento che
senza  avere risposta. Rimane assodato che, come sempre facciamo, siamo aperti e disponibilissimi a qualsiasi dichiarazione l’assessore vorrà inoltrarci.  A brevissimo saranno sospesi i lavori, ma c’è da considerare il fatto che a settembre si avrà la riapertura delle scuole e la situazione potrebbe creare ulteriori disagi.

Ettore Lembo

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net