lunedì, agosto 26, 2019
Home > Italia > Salvini stacca la spina al governo: elezioni il prima possibile

Salvini stacca la spina al governo: elezioni il prima possibile

< img src="https://www.la-notizia.net/conte" alt="conte"

Matteo Salvini ha capito perfettamente che l’unica soluzione sono le elezioni, anche perché il Pd di Zingaretti non ha alcuna intenzione di fare pasticci con i 5Stelle che ormai sono in disgrazia. E Mattarella ne è stato informato. Comunque, dopo questa sceneggiata sulla Tav finalmente ha tagliato il cordone ombelicale che legava questo governo giallo-verde.

Se avesse deciso di continuare a tenere in vita questo governo, non sarebbe riuscito a fare neppure una delle cose che si propone, rischiando di finire come Renzi, il quale si ritrova senza un partito, ad inseguire querele e giornalisti, o come Di Maio, che rimarrà presto senza il Movimento, scaricato perfino dai peones e bombardato ogni giorno da Grillo, Casaleggio, Fico e Di Battista.

E Matteo si metta l’anima in pace, le regole in Europa la Lega non le cambierà perché per ora non ha né i numeri né la forza. Il capitano ha vinto le elezioni di maggio con uno slogan vuoto, quello della nuova Europa appunto, ma non è più il caso di creare illusioni prendendo impegni che già da ora sa di non poter mantenere con questi alleati.

Nessuno poi crede all’altra espressione, tanto felice quanto falsa, uscita dall’incontro con le parti sociali, per cui se si sfora bisogna farlo per spingere la competitività dell’Italia e non per spesa corrente. L’esatto contrario di quello che è stato fatto fino a ora da questo governo morente, nonché l’impronta che intende dare alla prossima Legge di bilancio il Movimento 5 Stelle, con l’avallo del premier pro tempore Giuseppe Conte e del ministro dell’Economia Giovanni Tria, se resistono alla tempesta di questi giorni. Il che dimostra la piena spaccatura della maggioranza, che davvero non può più reggere.


Lo stesso Salvini se ne è perfettamente reso conto, non come Luigi Di Maio che ha sbandierato l’inutile mozione No Tav al Senato per poter dire che l’M5S mantiene le proprie posizioni, mentre ai tavoli che contano si va in direzione opposta. E infatti gli è tornata indietro come un boomerang e ha dato alla Lega il pretesto perfetto per far cadere questo Governo!

Enrico Bolzan

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: