mercoledì, Gennaio 20, 2021
Home > Abruzzo > Il Carnevale di Alba Adriatica è un successo: ma “si può dare di più”

Il Carnevale di Alba Adriatica è un successo: ma “si può dare di più”

< img src="https://www.la-notizia.net/alba" alt="alba"

ALBA ADRIATICA –  E’ stato come sempre un successo incredibile di pubblico, tra turisti e residenti. Il Carnevale di Alba Adriatica è infatti ormai una tradizione consolidata. Una girandola di maschere e colori che hanno reso viva la città come non mai.   Il 22^ Carnevale Estivo Albense “AlbaCarnaval”, con sfilata di carri allegorici e gruppi carnevaleschi a terra, si è tenuto il 9 agosto con inizio alle ore 21:00, sul Lungomare Marconi.

La straordinaria dimensione dell’evento e la notevole affluenza di persone in città, hanno reso necessarie importanti misure di sicurezza pubblica con l’obiettivo di tutelare l’integrità fisica delle persone, con utilizzo di dispositivi di sicurezza che hanno riguardato la viabilità e l’ordine pubblico. Interdetto il transito veicolare e disposto il divieto di sosta con rimozione forzata sul tratto di lungomare Marconi compreso tra via C.Battisti e via Turati. La serata è stata condotta da Fancy Menei con la presenza della madrina Jo Squillo.

Una bellissima festa. Qualche cittadino residente in città ha notato forse solo una minore presenza di carri rispetto ad edizioni passate, malgrado non ci si sia potuti lamentare dell’affluenza di persone. E qualcuno ha segnalato la presenza di venditori abusivi lungo il litorale. “L’amministrazione ha seguito la linea dettata dalle precedenti pre quanto riguarda l’organizzazione dell’evento – questo uno dei commenti – ma diciamo che si può sempre fare meglio, in quanto abbiamo potuto constatare un minor numero di carri rispetto al passato. E la problematica è sempre la stessa: i venditori abusivi che anche in questo caso non sono mancati”.

Alberto Anastasi

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *