domenica, settembre 15, 2019
Home > Italia > Open Arms attacca: “Miserabile chi utilizza 107 esseri umani per fare propaganda xenofoba e razzista”

Open Arms attacca: “Miserabile chi utilizza 107 esseri umani per fare propaganda xenofoba e razzista”

< img src="https://www.la-notizia.net/open-arms" alt="open arms"

Al 17esimo giorno in mare senza aver ricevuto l’autorizzazione a sbarcare i 107 migranti rimasti a bordo, arriva l’ennesimo post di denuncia pubblicato sui social dalla Open Arms: “Giorno 17. Miserabile. Miserabile è chi utilizza 107 esseri umani senza nome e volontari come ostaggi per fare propaganda xenofoba e razzista. Complici tutti quelli che lo permettono e si prendono gioco del dolore”. La nave si trova ancora ddi fronte a Lampedusa. Nei giorni scorsi, sono sbarcati solo 40 migranti, compresi i 27 minori scesi su sollecitazione del premier Conte.

Questo il commento del ministro dell’Interno Matteo Salvini: “Da 17 giorni, invece di andare in un porto spagnolo, questi “signori” tengono in ostaggio gli immigrati a bordo (fra cui finti malati e finti minorenni) solo per attaccare e provocare me e l’Italia. Non mi fate paura, mi fate pena”

E ancora: “Mi riferiscono da Lampedusa che dei 27 immigrati per i quali è stato ordinato lo sbarco in quanto minorenni, già 8 si sono dichiarati maggiorenni! Vedremo gli altri…Dopo i “malati immaginari”, ecco i “minorenni immaginari”! Però quello cattivo è Salvini”.


Per quanto riguarda le condizioni sanitarie dei migranti a bordo incalza: “VIETATO DIRE che gli immigrati della Open Arms non sono in emergenza sanitaria.
Ecco lo sfogo del medico: “È da pazzi pensare che io possa avere detto che i migranti visitati stanno bene solo per fare una marchetta a Salvini. Io sono un medico, innanzitutto, e parlo con i referti. Se su tredici migranti visitati solo una giovane aveva una otite, cosa posso farci io? Mica posso inventare malattie che non esistono!”. Senza parole……”

Il vice premier, dopo aver ceduto alla reiterata richiesta del premier Conte di far scendere almeno i minori, sembra non aver intenzione di autorizzare lo sbarco degli altri. Eppure l’ispezione condotta ieri dagli agenti della squadra mobile di Agrigento e da due medici dell’ufficio sanitario marittimo potrebbe a tutti gli effetti porre fine alla questione. L’esito avrebbe infatti confermato quanto dichiarato dal comandante e dai vertici della Open Arms. Ovvero una situazione a bordo ormai insostenibile.

Aggiornamento delle ore 13.00 –  La Spagna si fa avanti per dare una soluzione al caso della nave con 107 migranti a bordo ferma da giorni davanti a Lampedusa. Il premier spagnolo ad interim Pedro Sanchez ha offerto il porto iberico di Algeciras per lo sbarco della nave Open Arms. Lo rende noto un comunicato del governo di Madrid.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: