giovedì, Gennaio 28, 2021
Home > Abruzzo > Torano Nuovo: oltre 380.000 euro per la messa in sicurezza della Chiesa Madonna delle Grazie

Torano Nuovo: oltre 380.000 euro per la messa in sicurezza della Chiesa Madonna delle Grazie

< img src="https://www.la-notizia.net/torano-nuovo" alt="torano nuovo"

è un grande giorno per la comunità di Torano Nuovo”: sono queste le prime parole del Consigliere regionale Dino Pepe alla notizia dell’approvazione dell’intervento per la messa in sicurezza della Chiesa Madonna delle Grazie. Un contributo di 382.000 euro che servirà a restituire alla comunità toranese il luogo di culto del centro storico, dichiarato inagibile in seguito agli eventi sismici del 2016/2017.

Un pizzico di emozione e una punta di orgoglio si leggono nelle parole di Pepe, il quale ha seguito tutto l’iter procedurale previsto dall’Ufficio Speciale per la Ricostruzione.

“Con il decreto sottoscritto dal Direttore dell’USR, Dott. Vincenzo Rivera, possiamo dire che si chiude un ciclo e si apre una seconda fase, di competenza della Diocesi di Teramo-Atri, che consiste nella gara e aggiudicazione dell’appalto, e, quindi, nell’avvio dei lavori. Aspettavamo con ansia questa bellissima notizia e siamo stati ottimisti fin dall’inizio, in ragione del lavoro profuso – unitamente ai vari attori coinvolti (oltre all’USR, anche la Soprintendenza, il genio civile, il Progettista, l’ufficio tecnico del Comune di Torano Nuovo) – e all’impegno quotidiano e costante”.

Soddisfazione si legge anche nelle parole del Sindaco di Torano Nuovo, Anna Ciammariconi, la quale sottolinea come quello della messa in sicurezza e della riapertura della Chiesa Madonna delle Grazie fosse uno dei principali obiettivi del programma della propria lista durante la campagna elettorale per le amministrative dello scorso maggio. “Ricevere questa notizia a meno di 100 giorni dall’insediamento non può che renderci felici; si tratta di un passaggio importante che consentirà presto alla comunità toranese di poter vivere nuovamente le funzioni religiose nella Chiesa principale. Un ringraziamento non può che andare a quanti si sono prodigati per raggiungere questo primo ma fondamentale obiettivo, e, in special modo, al Consigliere Pepe per essersi costantemente rapportato con gli uffici regionali al fine di dare una concreta risposta alla “sua” Torano Nuovo”, Comune che ha amministrato in qualità di Sindaco per dieci anni.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *