martedì, Ottobre 26, 2021
Home > Italia > Movimento 5 Stelle: domani si vota, gli elettori sconfesseranno chi si è “allineato”?

Movimento 5 Stelle: domani si vota, gli elettori sconfesseranno chi si è “allineato”?

< img src="https://www.la-notizia.net/di-maio" alt="di maio"

E attualmente in corso a Palazzo Chigi l’incontro tra il presidente del Consiglio incaricato, Giuseppe Conte e i capigruppo di MoVimento 5 Stelle e Pd. Il leader pentastellato ha ribadito che la nascita del nuovo governo dipenderà dal voto degli iscritti M5s in programma domani sulla piattaforma Rousseau. “In questi giorni – ha detto – Salvini mi aveva proposto di fare il premier per provare a ricucire. Io credo che Giuseppe Conte sia il premier migliore che l’Italia possa avere in questo momento e penso che la Lega abbia avuto l’occasione di governare con noi e ha deciso di sprecare un’occasione storica. Io adesso guardo avanti, a un governo nel quale, se saranno rispettati i temi e i programmi, potremo fare bene per l’Italia”.

Per domani, martedì 3 settembre, è quindi prevista la votazione sulla oramai nota piattaforma Rousseau per l’approvazione dell’ accordo di governo tra il Pd ed il MoVimento 5 Stelle.
Un accordo che già di base vedrebbe parecchie contrarietà nell’elettorato del PD, come dimostrato nel corso della  festa dell’Unità con l’acclamazione dell’europarlamentare Calenda, unico dichiarato sostenitore del voto e non della poltrona ad ogni costo.

Ma lo stesso sembra non accada tra i grillini, nonostante l’invocazione e l’illuminazione “divina” del noto comico cofondatore del Movimento all’interno del quale sembrano essersi manifestate diverse contrarietà relativamente all’accordo.
La risposta si avrà domani sera e così sapremo, sempre che il voto non sia “in qualche modo” indirizzato, se i pentastellati sono veramente degli innovatori, che si basano sul consenso popolare, o se si sono già perfettamente allineati alla linea europeista voluta dalla Merkel e da Macron, che tanto hanno sempre denigrato, pur avendola appoggita nel corso delle ultime votazioni.

Questo ulteriore passo, che ha destato non poco stupore nell’elettorato italiano, consistito nella formazione della compagine Movimento 5 Stelle/PD, sembrerebbe aver allontanato la base popolare. Se il sondaggio sulla piattaforma dovesse confermare le scelte della leadership dell’M5S, ciò andrebbe a dimostrare che l’attaccamento alle poltrone prevale sugli interessi del popolo italiano e sul sentimento nazionale.

A riprova di quanto poco contino i reali valori e le esigenze concrete degli italiani, arriva la notizia, divulgata da importanti testate nazionali, relativa alla presunta  telefonata intercorsa tra Angela Merkel e il segretario del Pd, Nicola Zingaretti, al quale si sarebbe imposto di fare il governo a qualsiasi costo. Cosa che in altri tempi avrebbe sollevato le ire del Movimento.

Stiamo assistendo quindi ad una sorta di “sottomissione” del Movimento, in nome delle poltrone, ad ideali finora rinnegati?  Domani sapremo dalla piattaforma mediatica del M5S se quel che rimane degli elettori pentastellati vorranno farsi complici del sistema delle poltrone o se vorranno davvero essere protagonisti del cambiamento.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Ettore Lembo