domenica, settembre 15, 2019
Home > Mondo > La Corea del Nord afferma di aver testato un nuovo lanciarazzi multiplo

La Corea del Nord afferma di aver testato un nuovo lanciarazzi multiplo

< img src="https://www.la-notizia.net/corea-del" alt="corea del"

La Corea del Nord ha dichiarato di aver testato un lanciarazzi multiplo “super-grande”, ma ha smesso di dichiarare il test come un successo, sollevando speculazioni sul fatto che l’ultimo lancio potrebbe aver fallito gli obiettivi previsti.

Martedì, i militari della Corea del Sud hanno dichiarato che il Nord ha lanciato due proiettili a corto raggio verso est dalla sua regione occidentale, dicendo che entrambi hanno volato per circa 330 chilometri ad un’altitudine massima di 50-60 km.

Kim Jong-un ha anche affermato che l’ultimo test ha finalmente verificato gli aspetti relativi alle caratteristiche della traiettoria, l’accuratezza e le precise funzioni di homing.


Il KCNA, tuttavia, non ha esplicitato se il test sia stato o meno un successo, contrariamente a quanto avvenuto con il precedente lancio del 24 agosto, quando il Nord ha affermato di aver condotto un “test di successo con un lanciarazzi multiplo super-grande di recente sviluppo”.

Alcuni esperti ipotizzano che uno dei proiettili sparati potrebbe non aver raggiunto l’obiettivo prefissato, presumibilmente le acque al largo della costa orientale del nord.

I lanci di martedì hanno segnato il decimo test sulle armi che la Corea del Nord ha condotto quest’anno ed è arrivata settimane dopo i lanci del 24 agosto.

Il vice ministro degli Esteri nordcoreano Choe Son-hui ha dichiarato che il Nord è disposto a sedersi con gli Stati Uniti “al momento e nel luogo da concordare alla fine di settembre”.

Il mese scorso, il ministro degli Esteri nordcoreano Ri Yong-ho ha chiamato la sua controparte statunitense, Mike Pompeo, “la tossina irriducibile della diplomazia degli Stati Uniti”.

In una dichiarazione rilasciata alla fine di agosto, il vice ministro degli Esteri Choe ha affermato che le aspettative di dialogo con gli Stati Uniti “stanno gradualmente scomparendo”.

I colloqui sul nucleare sono stati bloccati dopo il vertice senza accordi tra il leader nordcoreano Kim e il presidente degli Stati Uniti Donald Trump a febbraio, durante i quali non sono riusciti a far combaciare i passi di denuclearizzazione di Pyongyang con le concessioni di Washington.

Kim e Trump hanno concordato di riavviare i colloqui entro poche settimane quando si sono incontrati al confine intercoreano alla fine di giugno, ma i colloqui non si sono svolti tra le tensioni accresciute nel corso dei continui test sulle armi del Nord.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: