domenica, Ottobre 24, 2021
Home > Mondo > Francia e Germania: bidone all’Italia sulla ripartizione dei migranti?

Francia e Germania: bidone all’Italia sulla ripartizione dei migranti?

< img src="https://www.la-notizia.net/migranti" alt="migranti"

Per “sostenere” il Conte-bis, la Germania si direbbe pronta a farsi carico del 25% dei migranti che sbarcano in Italia.  Lo ha annunciato il ministro degli interni tedesco Horst Seehofer nell’ultima edizione della “Süddeutsche Zeitung”. “Ho sempre detto che anche la nostra politica migratoria è umana. Non permetteremo a nessuno di annegare”, ha detto Seehofer. “Possiamo far arrivare in Germania oltre il 25 per cento di coloro che passano per l’ Italia dopo essere stati salvati. Ciò non ci schiaccerà”.

Francia, Germania, Italia e Malta intendono concordare un sistema di quote provvisorie per la distribuzione dei rifugiati in Europa nella riunione dei ministri degli interni dell’UE fissata per il 23 settembre a Malta. La proposta sarà presentata al Consiglio europeo di ottobre. “L’aspettativa è che più Stati facciano fronte comune”, ha dichiarato Seehofer. Ha sottolineato che il numero di rifugiati, che potrebbero approdare in Germania, rimane gestibile anche con il regolamento previsto. Il ministro ha sottolineato che il governo tedesco ha già rilevato circa un quarto dei migranti soccorsi dall’Italia. Tuttavia, era “giunto il momento di dire addio alla procedura agonizzante” in cui i rifugiati venivano distribuiti individualmente in Europa dopo essere arrivati in Italia sulle navi delle ONG. Negli ultimi dodici mesi, 561 persone sbarcate sarebbero giunte in Germania passando per Italia, secondo il Ministero degli Interni tedesco.

Il quotidiano italiano “La Repubblica” aveva già riferito giovedì che Germania e Francia avrebbero intenzione di farsi carico del 25% a testa dei migranti salvati nel Mediterraneo sulla base di un meccanismo di distribuzione stabilito. La quota dell’Italia sarebbe quindi teoricamente pari a un decimo dei rifugiati, percentuale che in realtà rischia di schizzare al 90% laddove – come da voci di corridoio giunte da Bruxelles – la ripartizione dovesse riguardare effettivamente solo chi avesse diritto all’asilo politico risultando un profugo all’esito delle necessarie verifiche. Altri stati che potrebbero partecipare sono il Lussemburgo e Malta, Portogallo, Romania e Spagna. L’Austria si è dimostrata scettica relativamente alla proposta tedesco-francese.

L’Italia – a quanto si apprende – ha assegnato il “place of safety”,il porto sicuro, alla Ocean Viking, la nave di Sos Mediterranea e Medici senza frontiere con 82 migranti a bordo: è Lampedusa.

“Questi sono matti”: il segretario della Lega Matteo Salvini è partito da questo per commentare l’arrivo della Ocean Viking. “Questa è la resa. Fra le promesse di Conte all’Europa c’era anche questa”, ha aggiunto convinto che si voglia fare dell’Italia “un campo profughi”. Le quote di migranti che Francia e Germania sono disposti ad accogliere sono solo di quelli che hanno diritto d’asilo “che sono il 20%”. “Noi – ha concluso – siamo qui con i nostri amministratori per preparare il no”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net