domenica, Ottobre 17, 2021
Home > Sport in Pillole > Samb, l’imperativo: battere l’Arzignano ed ottenere i primi tre punti al Riviera

Samb, l’imperativo: battere l’Arzignano ed ottenere i primi tre punti al Riviera

< img src="https://www.la-notizia.net/samb" alt="samb"

di Marco De Berardinis

Samb: si giocherà domenica 15 settembre alle h.15:00. Qualche problema di formazione per il tecnico uruguagio. Assenti Biondi e Rocchi. Abbonamenti: superate le 1750 tessere

Metabolizzata la sconfitta di Pesaro, la prima dell’era Montero, ora i rossoblu sono concentrati sull’obiettivo di domenica prossima e cioè la matricola Arzignano Valchiampo, squadra veneta neo promossa in Serie C che, nelle tre gare disputate, non ha mai perso, ottenendo altrettanti pareggi, l’ultimo dei quali tra le mura amiche contro il Gubbio per 1-1. In classifica i veneti con tre punti si trovano sotto ai rossoblu di appena una lunghezza.

Dando uno sguardo ai veneti, la squadra allenata da Alberto Colombo, che disputa le gare casalinghe al Menti di Vicenza, è sorta nel 2011 con sede nella città di  Arzignano in provincia di Vicenza, società nata dalla fusione del club Garcia Moreno Arzignano ed il Chiampo, da qui la denominazione Arzignano Valchiampo.

Il presidente Lino Chilese, per non sfigurare in sere C, ha effettuato una vera e propria rivoluzione, acquistando giocatori, di cui molti svincolati e di categoria, in grado di ottenere una tranquilla salvezza, non trascurando il bilancio. I punti di forza della squadra di mister Colombo, i cui colori sociali sono il gialloceleste, che predilige giocare con il 4-4-2, sono i difensori Bachini, Tazza e Pasqualoni, i centrocampisti Casini, Valagussa, Maldonado e Balestrero, gli attaccanti Pattarello, Rocco e Gianmarco Piccioni, quest’ultimo sambenedettese doc arrivato dal Rimini. Nelle ultime settimane la compagine veneta si è ulteriormente rinforzata con gli acquisti del difensore Alessio Lo Porto svincolatosi dal Gubbio e del portiere Diego Faccioli proveniente dal Lentigione.

 Tornando ai “fatti di casa nostra”, il tecnico uruguagio Montero confermerà il 4-3-3 di Pesaro ma con interpreti diversi, in difesa, vista l’emergenza, scelte obbligate o quasi, con Zaffagnini e Di Pasquale non ancora al top della condizione dopo le rispettive operazioni al crociato, con Biondi alle prese con la frattura del quinto metatarso che riprenderà gli allenamenti a pieno regime la prossima settimana, mentre Rocchi ha ancora il problema muscolare che gli ha fatto saltare la gara di Pesaro, anch’egli ritornerà in gruppo la prossima settimana, in avanti sicuramente qualche pedina verrà cambiata.

Entrando nello specifico, nella conferenza stampa della vigilia della gara, Montero questa volta non ha annunciato i nomi di coloro che scenderanno in campo contro l’ Arzignano, dunque pretattica da parte del tecnico. Possiamo comunque ipotizzare questo undici contro i veneti e cioè Santurro tra i pali, in difesa saranno confermati Rapisarda, Miceli e Gemignani con il ballottaggio Di Pasquale-Carillo al fianco di Miceli, a centrocampo Angiulli sarà confermato come play maker, con a destra Gelonese e a sinistra Piredda, in attacco ballottaggio Orlando-Fredian per la fascia destra, confermati Cernigoi al centro e Di Massimo a sinistra.

Ricapitolando questo dovrebbe essere l’undici anti Arzignano e cioè: Santurro; Rapisarda, Miceli, Di Pasquale (Carillo), Gemignani; Angiulli, Gelonese, Piredda; Frediani (Orlando), Cernigoi, Di Massimo.

 Per quanto riguarda gli avversari, il tecnico Alberto Colombo confermerà il 4-4-2 con il quale ha impattato contro il Gubbio domenica scorsa, con questo probabile undici iniziale: Tosi tra i pali, Tazza, Pasqualoni, Bachini e Perretta saranno i quattro difensori, Casini, Maldonado, Balestrero e Cais i quattro di centrocampo, Pattarello e Rocco le due punte.

L’arbitro dell’incontro sarà il signor Federico Fontani di Siena. Il fischio d’inizio è fissato per le H.15:00 di domenica 15 settembre.

Per concludere, queste alcune dichiarazioni di mister Montero alla vigilia del match: “La cosa più importante è continuare a fare quello che stiamo facendo. La tranquillità è tutto adesso, in questi campionati così competitivi si vince e si perde, dobbiamo trovare la regolarità”. Poi un monito: meglio perdere all’inizio che alla fine quando ti giochi gli obiettivi importanti. Ad oggi possiamo sempre raggiungere tutto quello che ci siamo prefissati”.

Per quanto riguarda gli ospiti: “una squadra che ha fame, che vuole rimanere nella categoria, dobbiamo essere bravi nelle marcature preventive che nel calcio di oggi sono importanti. Noi dobbiamo pensare a fare la nostra partita, con tutto il rispetto per l’avversario. In settimana abbiamo parlato a lungo di loro, dei loro movimenti, dei loro difetti ma la cosa più importante è come affrontiamo la partita”.

Abbonamenti: oggi è l’ultimo giorno utile per sottoscrivere le tessere, od oggi sono stati sottoscritti 1750 abbonamenti. La campagna scade alle h.18:00.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net