martedì, Ottobre 27, 2020
Home > Italia > Spedizioni di merce illecita acquistata on line: 2.300 sequestri a livello europeo

Spedizioni di merce illecita acquistata on line: 2.300 sequestri a livello europeo

rovigo

Nei giorni scorsi si è svolta a Napoli la riunione di de-briefing dell’operazione doganale congiunta tra i paesi dell’Unione europea denominata “POSTBOX II”, finalizzata alla lotta al traffico illecito di merci (in particolare contraffatte, CITES, droga e armi) acquistate online e spedite attraverso le poste e i corrieri aerei.
Al meeting hanno partecipato i rappresentanti di 22 Stati membri dell’Unione europea, che hanno aderito e svolto le attività investigative nell’ambito della citata operazione, nonché esponenti di EUROPOL – Ufficio europeo di polizia – e dell’OLAF- Ufficio europeo per lotta antifrode, che ha coordinato l’operazione fornendo il proprio supporto tecnico ed economico.
Nel corso della fase operativa, sono stati effettuati a livello europeo oltre 2.300 sequestri e/o fermi su spedizioni illegali di beni provenienti da tutto il modo e individuate attraverso investigazioni su internet con particolare attenzione al darkweb, partizione della rete difficilmente accessibile utilizzata per i traffici illeciti.
Le attività di indagine, svolte in Italia anche grazie al contributo delle unità specializzate del Nucleo Speciale Tutela Privacy e Frodi Tecnologiche della Guardia di Finanza e dagli Uffici Antifrode Investigazioni e Analisi dei rischi dell’Agenzia, hanno consentito ai Reparti del Corpo e agli Uffici Doganali di intercettare e sottoporre a sequestro quasi 500 spedizioni relative a merci contraffatte (scarpe, abiti, orologi, dispositivi elettrici, accessori per cellulari e farmaci), armi, specie animali e vegetali in via di estinzione (CITES) e droga (marijuana, metamfetamina, efedrina). In questo ultimo contesto sono state effettuate consegne controllate in materia di sostanze stupefacenti con il sequestro di oltre 6 chili di marijuana, perquisizioni domiciliari e sequestri di merce in contrabbando.
I positivi risultati ottenuti sono frutto della sinergica collaborazione tra l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli e la Guardia di Finanza che, grazie all’accurata analisi dei rischi e alla cooperazione internazionale, sono riuscite ad individuare e a contrastare tali traffici illeciti in un settore, quello delle piccole spedizioni, in cui è particolarmente difficoltosa l’individuazione delle merci illegali.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *