martedì, Ottobre 20, 2020
Home > Marche > La realtà degli Ambulatori San Biagio a Fermo, un’eccellenza in campo medico

La realtà degli Ambulatori San Biagio a Fermo, un’eccellenza in campo medico

< img src="https://www.la-notizia.net/fermo" alt="fermo"

Inaugurato nel 2016 e situato nei pressi dell’Ospedale civile di Fermo, il centro Cure Inalatorie con acqua termale di Tabiano Terme San Biagio nato al fine di soddisfare le esigenze della popolazione con dispositivi tecnologici d’avanguardia e soluzioni professionali di altissimo livello nell’ambito delle cure inalatorie, nei primi tre anni di attività ha già riscontrato l’interesse sia da parte dei cittadini locali che dei pazienti che giungono dalle regioni limitrofe.
Le esigenze che ci hanno spinto in questo progetto, dice l’AD, erano urgenti: in nessuno dei 40 comuni della provincia fermana è esistente un centro di cure termali inalatorie, la stragrande maggioranza delle persone che necessitano di prestazioni per la cura di patologie delle vie respiratorie, percorre non meno di 50 km. Le considerazioni immediatamente apparvero ovvie: spesa per carburante, usura dell’auto, tempo di percorrenza, tempo sottratto a lavoro e famiglia.
Da questa riflessione è maturata l’idea imprenditoriale, offrire un luogo aperto tutto l’anno e con orari flessibili, dove fosse possibile sottoporsi alle più moderne procedure terapeutiche termali inalatorie, con quindici stazioni eroganti di cui cinque dedicate ai bambini, in un ambiente specifico allestito per loro. Ad essere utilizzata è l’acqua sulfurea di Tabiano Terme, insieme ai nuovi sali di Salsomaggiore 3° Baumé di cui la società è esclusivista per la provincia fermana. Le prestazioni fruibili comprendono: aerosol, aerosol medicale, docce nasali, inalazioni, insufflazioni endotimpaniche, Politzer crenoterapici.
Ma il progetto non si ferma qui, infatti il Centro San Biagio (santo protettore dei malanni della gola) propone anche un vero e proprio «turismo termale», fatto di salute e bellezze naturali e artistiche, avendo adibito un’area a spazio espositivo. La capacità ricettiva, sulle otto ore di lavoro in una struttura ampia, accogliente e panoramica, di facile accesso. Il Centro è provvisto anche di ambulatori medici: otorinolaringoiatra; ; allergologia e allergologia pediatrica; pneumologia; cardiologia; dermatologia; ginecologia; ortopedia, urologia, neurologia, diagnostica per Immagini (ecografia ecocolordoppler) riabilitazione vascolare, fisioterapia, osteopatia e massaggi.Tra i servizi offerti: la criocabina per la crioterapia.Utile per il recupero post-allenamento o dopo affaticamento da sport, malattie degenerative-infiammatorie dell’apparato muscolo scheletrico (artrosi, discopatie, ernie discali, patologie della spalla in particolare spalla congelata), fibromialgia e mialgie in genere (dolori muscolari), tendinopatie, tendiniti, borsiti, patologie autoimmuni, psoriasi ed artrite psoriasica, collagenopatie, stati di spasticità muscolare (facilitazione del recupero funzionale in caso di sclerosi multipla, morbo di Parkinson e Parkinsonismo, ictus celebrale), accelerazioni del recupero funzionale dopo interventi chirurgici ortopedici o traumatismi sportivi, potenziamento delle capacità agonistiche e delle capacità di recupero dopo sforzi fisici estremi, potenziamento dell’emostasi e della riepitelizzazione, stati ansiosi-depressivi.
Funzionalità rigorosa e comfort attento, garantiscono all’utente tranquillità di accesso e di attesa, nel rispetto della riservatezza e del decoro in un luogo in cui ciascuno può trovarsi perfettamente a proprio agio. Strutturalmente attento ad ogni esigenza, lo staff mette ciascuno nelle condizioni di usufruire al meglio delle prestazioni offerte e si propone come risposta ad esigenze sempre più ineludibili d’interventi di salvaguardia dell’apparato respiratorio.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *