martedì, Settembre 22, 2020
Home > Lazio > Codici: “L’applicazione dei tassi negativi sui conti correnti precedente pericoloso”

Codici: “L’applicazione dei tassi negativi sui conti correnti precedente pericoloso”

< img src="https://www.la-notizia.net/codici" alt="codici"

Riceviamo dall’Associazione Codici e pubblichiamo: “C’era una volta la finanza. Lo storico rapporto tra risparmiatori e banche, basato su una fiducia ripagata dalla possibilità di ottenere un tasso di interesse dai soldi depositati, è stato spazzato via dalla decisione di UniCredit di applicare i tassi negativi sui conti correnti. È una conseguenza della politica della Bce, finora aggirata dagli istituti italiani con l’aumento di spese e commissioni per non colpire i clienti.

“La decisione di UniCredit rappresenta uno spartiacque importante – commenta il Segretario di Codici Lombardia Davide Zanon – per la prima volta in Italia saranno applicati i tassi di interesse negativi sui conti correnti. Inizialmente è circolata l’ipotesi di un provvedimento rivolto ai depositi superiori a 100 mila euro, ora la quota è stata innalzata ad oltre 1 milione di euro. UniCredit si giustifica spiegando che sarà interessato lo 0,1% della base dei suoi clienti, ma è il principio che a nostro avviso è preoccupante. Siamo di fronte ad un precedente grave e non solo perché altri istituti potrebbero iniziare ad applicare i tassi negativi sui conti correnti, scatenando una concorrenza tutta a svantaggio dei risparmiatori.

A nostro avviso bisogna anche fare attenzione alle soluzioni alternative per la gestione di liquidità ipotizzate da UniCredit. Finora le proposte di investimento che le banche hanno formulato ai clienti hanno prodotto a volte solo problemi. Penso al caso dei diamanti, per citare quello che recentemente ha fatto più scalpore. Spesso si sottovaluta il grado di conoscenza e consapevolezza del risparmiatore, portandolo ad assumersi rischi troppo grandi, quando invece si potrebbe ricorrere a strumenti che offrono interessi bassi con rischi altrettanto bassi. Auspichiamo quindi un atteggiamento prudente da parte delle banche e magari anche un’opera di educazione finanziaria, che purtroppo fino ad oggi è stata carente, salvo rare eccezioni come quella di Intesa Sanpaolo. Alla luce di tutto questo condividiamo le perplessità sollevate in questi giorni sulla decisione di UniCredit – conclude il Segretario di Codici Lombardia Davide Zanon – non è questa la strada da percorrere per tutelare i risparmiatori, perché così si rischia di mettere in difficoltà i clienti, che potrebbero subire una perdita di valore dei soldi depositati in banca, ed anche l’intero settore”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
La-Notizia.net (www.la-notizia.net) nasce il 27 marzo 2017 con la registrazione presso l'Ufficio delle Entrate di San Benedetto del Tronto della Associazione Culturale “LA NUOVA ITALIA” peraltro già attiva dal 2007 nel settore della promozione di convegni ed iniziative letterarie ed artistiche volte a tutelare i valori culturali e nazionali della tradizione e della innovazione Italiana nell'ambito delle attività creative e divulgative. Dopo un decennio di attività la assemblea dei soci ha deciso di registrare a fini legali e fiscali la propria Associazione per poter intraprendere la attività editoriale di un quotidiano on-line innovativo e futuristico in ambito locale, nazionale ed internazionale denominato La-Notizia.net individuando il Direttore della testata nella propria socia fondatrice dr.ssa Lucia Mosca riconoscendone le importanti qualità professionali e culturali. A seguito dell'avvenuta ufficializzazione e della attribuzione di partita IVA alla nostra Associazione presso la sede storica situata a San Benedetto in via Roma, 18 si è proceduto alla prescritta registrazione della testata presso il tribunale di Ascoli Piceno perfezionata con numero 534 del 9 maggio 2017 consentendoci in tal modo di trasformare il blog già operativo da qualche mese in giornale quotidiano on-line a tutti gli effetti. Nei 13 mesi trascorsi da allora il giornale ha già totalizzato oltre un milione di visualizzazioni ed è attualmente in progressiva e forte crescita giungendo a sfiorare nell mese di maggio le 150 mila visualizzazioni mensili. Tale importante crescita deriva dalla volontà del direttore Lucia Mosca di creare un organo di informazione indipendente e che sappia coprire l'informazione locale, nazionale ed internazionale con professionalità ed onestà intellettuale, dando voce a tutti i liberi cittadini a tutela della libertà di espressione tutelata dall'art. 21 della nostra Costituzione. Una voce libera ed autorevole guidata da Lucia Mosca che, dopo aver avviato la propria attività giornalistica nel 1993 con Il Messaggero di Macerata ed aver proseguito negli anni con Il Messaggero Ancona (e cronaca nazionale), Il Messaggero San Benedetto del Tronto ed Ascoli Piceno, Ancona e nazionale, Il Resto del Carlino Marche, Ascoli Piceno e Ancona, La Stampa di Torino per la cronaca nazionale, ha deciso di dare vita ad un organo di informazione che potesse dare piena espressione all'esperienza acquisita. La-Notizia.net dà voce a tutti, a prescindere dal colore politico e dalla appartenenza etnica, culturale e religiosa, purché si mantengano i criteri del rispetto della libertà e della dignità altrui, dell'oggettività e della rilevanza di una cronaca che sia effettivamente a favore di una utilità sociale di cui mai come ora c'è concretamente bisogno. Si tratta di un quotidiano nazionale con edizioni locali per Marche ed Abruzzo. Per ora solo on line, presto su cartaceo e dotato di web tv. Il direttore è particolarmente sensibile alla valorizzazione del territorio, della attività che stanno faticosamente cercando di uscire dal periodo di crisi. Ha inoltre un occhio particolarmente attento per ciò che concerne il mondo dell'arte in tutte le sue sfaccettature. https://www.facebook.com/La-notizianet-340973112939735/ https://twitter.com/LuciaMosca1 e-mail: info@la-notizia.net Tel. +39 346 366 1180

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *