lunedì, Dicembre 9, 2019
Home > Arte, Cultura e Spettacoli > Il film in seconda serata consigliato in TV: “IL MONDO PERDUTO: JURASSIC PARK” martedì 22 ottobre 2019

Il film in seconda serata consigliato in TV: “IL MONDO PERDUTO: JURASSIC PARK” martedì 22 ottobre 2019

Il film in seconda serata consigliato in TV: “IL MONDO PERDUTO: JURASSIC PARK” martedì 22 ottobre 2019 alle 23:55 su 20 MEDIASET (Canale 20)

Risultati immagini per il mondo perduto - jurassic park

«Qualcosa… è… sopravvissuto…»

(Tagline del film)

Il mondo perduto – Jurassic Park (The Lost World: Jurassic Park) è un film del 1997 diretto da Steven Spielberg, sequel di Jurassic Park e ispirato al romanzo Il mondo perduto di Michael Crichton.

Alla sua uscita, il film ha riscosso un notevole successo, con un incasso a livello mondiale di oltre 618 milioni di dollari, che lo rende tra i 100 maggiori incassi di tutti i tempi[1], secondo all’epoca solo allo stesso Jurassic Park, sempre di Spielberg. Il film ha conservato per quattro anni e mezzo il record d’incasso per il primo weekend di programmazione.

Il franchise è proseguito con Jurassic Park III (2001), Jurassic World (2015) eJurassic World – Il regno distrutto (2018).

Sono passati quattro anni dalla drammatica visita al Jurassic Park. Il professorIan Malcolm, miracolosamente sopravvissuto all’incidente del parco, viene nuovamente contattato dal ex-capo della InGen, John Hammond, che lo mette al corrente di un fatto: Isla Nublar, l’isola dove sorgeva il parco dei dinosauri, era in realtà soltanto un parco per turisti, in quanto in realtà i terribili lucertoloni venivano creati nella vicina Isla Sorna, il cosiddetto “Sito B”, dove, dopo la distruzione del Jurassic Park, hanno continuato a vivere e proliferare all’insaputa di tutto il mondo, dopo essere fuggiti dalle strutture di contenimento.

Rimasta nascosta per quattro anni per volere di John Hammond, l’ideatore del grande parco, ora l’isola è diventata l’obiettivo dell’avido e corrotto nipote di Hammond, Peter Ludlow, desideroso di saccheggiarla per ricreare un “Jurassic Park cittadino” a San Diego. Il capo si affida a Malcolm perché realizzi un documentario da mostrare ai media per preservare la naturale destinazione dell’isola ed evitare così di portare i dinosauri sulla terraferma. Dapprima riluttante all’idea, Ian accetta dopo aver scoperto che il capo ha già convinto la sua fidanzata, la paleontologa Sarah Harding, a far parte della spedizione di ricerca sull’isola. Scoprendo che la fidanzata è già da qualche giorno da sola a Isla Sorna a girare il documentario, Ian parte per l’isola allo scopo di riportarla indietro, aiutato da Nick Van Owen ed Eddie Carr. Giunto sull’isola, ritrova quasi subito Sarah e scopre di essere anche stato seguito clandestinamente dalla figlia Kelly. Non molto dopo, si ritrovano a dover avere a che fare con gli scagnozzi di Ludlow, guidati da Ludlow in persona e dal cacciatore Roland Tembo, venuti lì per catturare alcuni dinosauri, in particolare un esemplare maschio adulto di Tyrannosaurus rex.

Nottetempo, Sarah e Nick si infiltrano nell’accampamento dei cacciatori e liberano tutti i dinosauri erbivori che erano stati imprigionati, creando scompiglio nel campo. Nel caos liberano anche un cucciolo di T-Rex ferito da Tembo per attirare i genitori adulti e catturarli, e lo portano alla loro roulotte per curarlo. Ian, che intanto si era appostato al sicuro su una piattaforma in acciaio sospesa su un albero nella giungla insieme a Eddie e a Kelly, li raggiunge di corsa per avvisarli che si stanno avvicinando due T-Rex adulti, ma non fa in tempo ad avvertirli che i due dinosauri arrivano subito dopo di lui, in cerca del piccolo. Minacciati, restituiscono il cucciolo alla famiglia; in un primo momento sembra che i T-Rex si ritirino, invece li attaccano e cercano di spingerli con tutta la roulotte giù dalla scogliera. Eddie, in un disperato tentativo di aiutarli, viene divorato dalla coppia di predatori, che si ritirano solo dopo la caduta della roulotte dal dirupo. Ian, Sarah e Nick, che si sono salvati rimanendo appesi alla corda fissata prima attorno a un tronco dallo stesso Eddie, vengono soccorsi dai cacciatori di Ludlow e si ritrovano costretti a fare squadra con loro per raggiungere il vecchio centro comunicazioni della InGen sull’isola e chiamare i soccorsi.

La Mercedes Classe M usata nelle riprese del film

Dopo un giorno di marcia, di notte l’accampamento viene invaso dai T-Rex, attirati dall’odore del sangue del cucciolo rimasto sulla giacca di Sarah, costringendo il gruppo di ricercatori e cacciatori a fuggire. Durante la fuga, finiscono in una distesa di erba alta e assaliti da un branco di Velociraptor; nonostante ciò Ian, Sarah, Nick e Kelly riescono a raggiungere il centro comunicazioni, dove Nick chiama rinforzi dalla terraferma mentre gli altri devono vedersela contro i Raptor. Nel frattempo, all’accampamento, Tembo è riuscito a sedare e a imprigionare il T-Rex maschio e il cucciolo mentre la femmina si è allontanata per inseguire gli altri. Con l’aiuto dei rinforzi, che hanno tratto in salvo tutti i superstiti, l’animale viene messo in una speciale gabbia di contenimento e caricato su una nave cargo.

Alcuni giorni dopo, sono tornati tutti a casa e al porto di San Diego è atteso l’arrivo della nave con a bordo i dinosauri padre e figlio, ma qualcosa non va: dal porto non si riesce a comunicare con la nave, che si sta avvicinando rapidamente, tanto da schiantarsi contro la banchina. Indagando sull’accaduto, si scopre che l’equipaggio è stato fatto completamente a pezzi e in quel frangente il T-Rex adulto, ormai completamente sveglio, evade dalla stiva della nave e scende a terra, portando caos e panico in città. Per riportarlo indietro, Ian e Sarah puntano a ripetere lo stesso comportamento che i genitori avevano avuto nei loro confronti quando avevano portato il figlio alla roulotte; localizzano così il piccolo, pesantemente sedato, e lo caricano in macchina, al che raggiungono il maschio adulto facendosi notare da lui. Attirata la sua attenzione, fanno in modo di riportarlo alla nave. Vedendoli tornare insieme al cucciolo, Ludlow li insegue nella stiva per recuperarlo, subito dopo che loro si gettano in acqua, inconsapevole dell’arrivo del genitore che, una volta giunto lì, lo intrappola con loro e sprona il figlio a fare di lui la sua prima preda. Nel frattempo, Sarah spara una dose di sedativo al T-Rex, facendolo addormentare, e Ian sigilla i due animali nella stiva, infine fanno ripartire la nave alla volta di Isla Sorna.

Il film termina con un’intervista televisiva a John Hammond che esorta la preservazione dell’isola dei dinosauri lasciandola libera dalla presenza dell’uomo, così che le creature preistoriche trovino il loro posto nell’equilibrio della vita.

L’ultima scena ritrae la famiglia di Tyrannosaurus riunita insieme agli altri dinosauri su Isla Sorna.

Cast
Jeff Goldblum
è il professor Ian Malcolm: un matematico esperto nella teoria del caos. Fin dal suo arrivo al parco si manifesta contro la creazione dei dinosauri e diventa il principale oppositore di Hammond. È, assieme a Hammond (e ad eccezione dei bambini, che appaiono solo in un brevecameo), l’unico personaggio principale del primo capitolo a ricomparire anche nel sequel. Alla fine del primo film, Malcolm era riuscito a fuggire da Isla Nublar, e durante questi quattro anni ha rivelato in pubblico i fatti di Isla Nublar (ovvero quelli di Jurassic Park). Purtroppo per lui non è stato creduto, le minacce di azioni legali gli impediscono di produrre alcuna prova e la sua reputazione accademica è distrutta. Viene spinto da John Hammond a tornare in Costarica, questa volta su Isla Sorna, allo scopo di trovare e salvare la fidanzata,   .

Jeff Goldblum (Ian Malcolm)
  • Julianne Moore è la dottoressa Sarah Harding, fidanzata di Ian Malcolm. Arriva sull’isola per studiare i dinosauri, inconsapevole dei pericoli ai quali si espone e ignara dell’arrivo di alcuni bracconieri intenti a catturare gli animali. Dal carattere avventuroso, Sarah difende i propri interessi e i propri sogni, anche se qualche volta è costretta ad obbedire alle richieste del fidanzato.
Julianne Moore (Sarah Harding)
  • Vince Vaughn è Nick Van Owen, il produttore di documentari e ambientalista del team formato da Malcolm e Sarah. In realtà questo ruolo è inesistente nel romanzo: infatti Spielberg sostituì il personaggio di Doc Thorne.
  • Pete Postlethwaite è Roland Tembo, il leader della squadra InGen, arrivato a Isla Sorna per catturare un T-Rex maschio. A differenza degli altri cacciatori e bracconieri, pur se al servizio della InGen, è l’unico a capire i pericoli a cui la squadra sta andando incontro.
  • Arliss Howard è Peter Ludlow, il nipote di John Hammond. Ha preso il controllo della InGen dopo l’incidente avvenuto a Isla Nublar. Crede di essere diverso dallo zio, ma in molti aspetti comportamentali, i due sono identici. Ludlow vorrebbe rimediare alla distruzione del Jurassic Park, portando i dinosauri a San Diego per aprire uno zoo per dinosauri.
  • Richard Schiff è Eddie Carr, un ingegnere che ha costruito i veicoli personalizzati che il team utilizzerà sull’isola. Nel film il personaggio è molto più vecchio, rispetto a quello del libro. Eddie muore per salvare Malcolm e Sarah dall’attacco di due T. rex.
  • Peter Stormare è Dieter Stark, braccio destro di Roland Tembo.
  • Sir Richard Attenborough è John Hammond, direttore generale della InGen nonché creatore del Jurassic Park. Nel film ha perso il controllo della InGen nei confronti dello spietato nipote Peter Ludlow. Hammond rivela a Malcolm l’esistenza di un sito B, ovvero Isla Sorna, e del piano di mandare un team specializzato per studiare il comportamento dei dinosauri. Hammond appare anche alla fine del film, quando interviene perché gli animali creati su Isla Sorna vengano lasciati vivere in pace.
  • Ariana Richards è Alexis “Lex” Murphy: Nipote di Hammond, una vegetariana e un hackerautodidatta. Nel film appare molto cresciuta rispetto al primo film, in quanto sono passati circa quattro anni dal primo capitolo. Appare solo nella scena iniziale a casa di Hammond.
  • Joseph Mazzello è Timothy “Tim” Murphy: fratello minore di Lex appassionato di dinosauri. Anche lui appare molto più grande rispetto al primo film e compare soltanto nella scena iniziale con la sorella ed Ian Malcolm.

Regia di Steven Spielberg

Fonte: WIKIPEDIA

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994 al 2015 ha collaborato regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero, Il Resto del Carlino, La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Nel 2009 è direttore del quotidiano teramano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Ora direttore della testata giornalistica on line la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: