martedì, Novembre 24, 2020
Home > Arte, Cultura e Spettacoli > Il film d’autore stasera in TV: “VIAGGIO NELL’ISOLA MISTERIOSA” mercoledì 22 ottobre 2019

Il film d’autore stasera in TV: “VIAGGIO NELL’ISOLA MISTERIOSA” mercoledì 22 ottobre 2019

Il film d’autore stasera in TV: “VIAGGIO NELL’ISOLA MISTERIOSA” mercoledì 22 ottobre 2019 alle 21:20 su ITALIA 1
Viaggio nell'isola misteriosa.jpg
Viaggio nell’isola misteriosa (Journey 2 the Mysterious Island) è un film del 2012 diretto da Brad Peyton. È il seguito del film del 2008 Viaggio al centro della Terra e, come il suo predecessore, è liberamente tratto da un romanzo di Jules VerneL’isola misteriosa. Ottawa, Canada. A notte fonda, il giovane Sean Anderson è impegnato a scappare, a bordo della sua moto, da dei poliziotti, che tentano di fermarlo in quanto ha violato una struttura di polizia attrezzata per le comunicazioni satellitari per ricevere un misterioso messaggio. Sean finisce anche nella piscina di una casa privata, e solo l’intervento del suo muscoloso patrigno, Hank Parsons (con cui Sean non è mai stato in ottimi rapporti), gli evita di essere mandato in riformatorio. Tornato a casa, Sean riesce a decifrare il messaggio criptato in codice Morse insieme a Hank (diventato esperto in decrittazione negli anni trascorsi in marina militare): esso dice che la famosa Isola Misteriosa di cui raccontava Jules Verne esiste veramente e che la relativa mappa, con le coordinate geografiche, secondo le quali l’isola si trova al largo delle Palau, si ottiene unendo nel modo corretto le mappe presenti in tre libri, che parlano tutti di un’isola: L’isola misteriosa di Jules Verne, L’isola del tesoro di Robert Louis Stevenson e I viaggi di Gulliver di Jonathan Swift. Sean intuisce subito che il messaggio gli è stato mandato da suo nonno, Alexander Anderson, scomparso due anni prima durante una spedizione nell’oceano Pacifico alla ricerca dell’Isola Misteriosa, e così parte per le Palau insieme a Hank. Arrivati alle Palau i due non trovano nessuno disposto ad aiutarli, fino a quando incontrano Gabato, un polinesiano desideroso di denaro, che si offre di portarli alla ricerca dell’Isola solo in cambio di 3000 dollari, e sua figlia Kailani. I quattro, a bordo dell’elicottero di Gabato (che lui usa per compiere voli turistici nei quali fa da guida), volano nel bel mezzo del Pacifico e, quando raggiungono le coordinate indicate dalla mappa, si ritrovano all’interno di una violenta tempesta, al cui centro c’è un immenso ciclone che li risucchia tragicamente. L’elicottero viene distrutto e i protagonisti precipitano su una spiaggia abbandonata, dove è presente una grotta che li conduce nell’Isola Misteriosa. Tutto è incredibilmente come i tre scrittori lo descrivevano nei loro romanzi secoli prima: gli animali piccoli diventano grandi e quelli grandi piccoli. Attraversando l’isola, i quattro si trovano a passare sopra quelle che sembrano rocce, ma che poi scoprono essere le uova di una lucertola gigante, che, svegliatasi, li attacca e li insegue nella foresta, e proprio quando sembra che stia per sbranarli viene stordita proprio da Alexander, che arriva in quel momento e la colpisce con un tronco. Alexander conduce il gruppo nella sua casa sull’albero (costruita con i pezzi della nave usata per la spedizione in cui era stato dato per morto), dove scoprono una triste realtà: per poter usare la radio di Alexander per chiedere soccorso dovranno attendere che un satellite si fermi in una posizione appropriata, cosa che accadrà dopo 2 settimane. Il mattino successivo Alexander porta il gruppo nella città perduta di Atlantide, dove Sean e Hank notano che il terreno sta lentamente sprofondando a causa del misterioso fenomeno tipico a causa del quale l’isola ha un ciclo di 140 anni e trascorre la metà di questo tempo sprofondando sott’acqua, per poi ritornare a galla nella restante metà. L’unica soluzione consiste nel recarsi alla tomba del capitano Nemo e trovare il suo diario, nel quale si potrà trovare scritto dove si trova il suo sottomarino, il Nautilus, che il gruppo potrà usare per scappare prima che l’isola sprofondi. Il diario viene trovato e letto, e da esso risulta che il sottomarino è situato in una grotta dalla parte opposta dell’isola. Dopo aver attraversato molti paesaggi il gruppo, per attraversare il fiume, vola su alcune api giganti, venendo poi inseguito da cuculi giganti che tentano di mangiare le api: Sean, tentando di sfuggirvi, cade malamente dall’ape e si sloga una caviglia. Successivamente il gruppo scopre che il vulcano dell’isola erutta oro liquido. Il mattino seguente i protagonisti si svegliano e notano che Gabato non è con loro, allora il gruppo si separa: Sean e Hank vanno verso il Nautilus, mentre Kailani e Alexander cercano Gabato. Dopo alcune riflessioni Sean e Hank capiscono che il Nautilus si trova sott’acqua, in quanto il livello del mare si è alzato, allora si immergono con delle sacche d’aria e trovano il sottomarino, ma devono vedersela con una colossale anguilla elettrica. Nel frattempo Kailani e Alexander trovano Gabato intenzionato a recuperare un enorme pezzo d’oro, nell’intenzione di trovare il denaro necessario per far andare la figlia al college, come le aveva promesso, ma Kailani dice al padre che l’unica ricchezza che desidera è quella che consiste nel poter stare insieme. Hank e Sean riescono a mettere in moto il Nautilus grazie all’energia emessa dall’anguilla elettrica (le batterie di bordo, vecchie 150 anni, non funzionavano) e, proprio nel momento più pericoloso, Gabato, Kailani e Alexander vengono salvati. Durante il viaggio, davanti al Nautilus si trovano delle grosse rocce, allora Hank fa sedere Gabato ai comandi e va ad inserire un siluro nei dispositivi di lancio, che poi Sean fa uscire lanciandolo contro le rocce, per eliminarle. Tornati a Ottawa, Sean si fidanza con Kailani, mentre Gabato diventa una guida turistica ricca e usa il Nautilus per il suo lavoro. Proprio nel giorno del compleanno di Sean, Alexander lo va a trovare e lo convince a partire per un altro viaggio legato a un romanzo di Jules Verne: Dalla Terra alla Luna. Durante i titoli di coda si vedono degli elefanti di piccole dimensioni, visti precedentemente dal gruppo sull’isola, nuotare sott’acqua verso la sommersa ma parzialmente intatta città di Atlantide. Regia: Brad Peyton Con: Josh Hutcherson e Vanessa Hudgens Fonte: Wikipedia
Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *