mercoledì, Ottobre 21, 2020
Home > Arte, Cultura e Spettacoli > Anticipazioni per “DRITTO e ROVESCIO” del 24 ottobre alle 21.25 su RETE 4: faccia a faccia con Matteo Salvini

Anticipazioni per “DRITTO e ROVESCIO” del 24 ottobre alle 21.25 su RETE 4: faccia a faccia con Matteo Salvini

Anticipazioni per “DRITTO e ROVESCIO” del 24 ottobre alle 21.25 su RETE 4: faccia a faccia con Matteo Salvini

Tra i temi della puntata le ripercussioni nella società della nuova finanziaria e il business dell’accoglienza.

Giovedì 24 ottobre, in prima serata, nuovo appuntamento con “Dritto e rovescio”, il programma di approfondimento e inchiesta condotto da Paolo Del Debbio. In apertura, l’intervista al leader della Lega Matteo Salvini su temi di politica e stretta attualità: le elezioni regionali in Umbria, dove il Centrodestra si presenta unito, le scelte dell’esecutivo in merito ai temi economici e l’immigrazione, tra nuovi sbarchi e le proteste sulle modalità di accoglienza. Al centro della puntata, la nuova finanziaria: arrivano i soldi per il taglio del cuneo fiscale, ma sono previste più tasse. Nel mirino del governo sembrano finire soprattutto le famiglie, le piccole imprese e i lavoratori con partite Iva. Ampio spazio anche al tema dell’immigrazione e dell’accoglienza. La Chiesa ci dice di accogliere tutti, come Don Massimo Biancalani a Vicofaro (provincia di Pistoia) e a Castelfranco Veneto Don Luca Favarin, che durante le sue omelie ha spesso attaccato Matteo Salvini e il decreto sicurezza bis. Ma si tratta di carità o dietro tutto questo si nasconde un vero e proprio business? Attraverso servizi esclusivi e inedite testimonianze, le telecamere della trasmissione mostreranno come alcuni imprenditori cinesi sfruttino i profughi accolti dallo stato per farli lavorare duramente nelle loro attività. E ancora, prosegue l’inchiesta sui ricollocamenti, “Dritto e Rovescio” farà luce sugli sbarchi in aumento e la continua assenza dell’Europa. In studio, ne discuteranno i deputati Laura Ravetto (FI), Gennaro Migliore (Italia Viva) e Giovanni Donzelli (FdI). Infine, con la senatrice Daniela Santanchè (FdI) si torna a parlare della cultura rom e del caso di Padova, con nuovi risvolti e dichiarazioni dei familiari della tredicenne incinta affidata ai servizi sociali.

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *