martedì, Novembre 24, 2020
Home > Marche > Ascanio Celestini presenta a Cagli Barzellette, anteprima italiana del suo nuovo spettacolo

Ascanio Celestini presenta a Cagli Barzellette, anteprima italiana del suo nuovo spettacolo

Torna a Cagli Ascanio Celestini, questa volta per l’anteprima italiana di BARZELLETTE, il nuovo spettacolo tratto dal suo omonimo libro, pubblicato da Einaudi e accolto con grande favore dal pubblico. Celestini sarà al Comunale per una breve residenza e presenterà lo spettacolo, con le musiche dal vivo di Gianluca Casadei, mercoledì 30 ottobre 2019 alle 21.00.

BARZELLETTE è ambientato in una piccola stazione terminale dove i binari si interrompono. Qui un vecchio ferroviere parla con il becchino del paese in attesa di un morto di lusso: un emigrante che ha fatto fortuna all’estero e, ora che è morto, sta tornando al paese per farsi seppellire. Nell’attesa il ferroviere racconta le sue barzellette, quelle che ha raccolto dai viaggiatori. Gente sconosciuta che arriva e riparte senza lasciare nient’altro che le proprie storie buffe.

Lo spettacolo è costruito su una storia di base utilizzata come se fosse una cornice, ma ogni volta le singole storie cambiano così da mantenere un’impronta di improvvisazione. Celestini ha un suo repertorio di oltre duecento storie, ma non lo presenta mai per intero, né con la stessa sequenza. Un grande contenitore di storielle che non viene mai mostrato per intero, ma per frammenti utili alla narrazione di ogni singola replica. BARZELLETTE è quindi spettacolo aperto, sempre diverso e pronto a sorprendere il pubblico.

Per Ascanio Celestini le barzellette pescano nel torbido, nell’inconscio, ma attraverso l’ironia permettono di appropriarcene per smontarlo e conoscerlo. La loro forza sta nel fatto che l’autore coincide perfettamente con l’attore. Chi le racconta si prende in qualche modo la responsabilità di riscriverle. Ma anche l’ascoltatore può diventare a sua volta autore e raccontare ad altri – reinterpretando e improvvisando – le storielle che ha ascoltato.

«Le barzellette hanno attraversato il mondo e le culture vestendosi dell’abito locale, ma portando con sè elementi pescati ovunque.» dice Celestini «La stessa struttura di una storiella sarda che racconta la lite tra vicini la ritroviamo in una barzelletta cecoslovacca sull’invasione russa del ‘68. I carabinieri italiani in Francia diventano belgi. I tirchi sono scozzesi o genovesi e, un po’ ovunque, ebrei. Le barzellette sugli afroamericani quando arrivano in Italia finiscono sul corpo degli zingari. Se ne racconti solo un paio rischi di fare il gioco dei razzisti. Ma se ne metti in fila tante dimostri che nelle storielle c’è anche una grande compassione. Ci ricordano infatti che possiamo ridere di tutto e soprattutto di noi.»

Dopo la residenza a Cagli, BARZELLETTE verrà portato in tournée nei maggiori teatri italiani.

Teatro Comunale di Cagli – 30 ottobre 2019 – Ore 21.00

Platea e palchi € 15,00 Ridotto € 10,00 – Loggione € 10,00

Prevendita online su www.liveticket.it/teatrodicagli anche con Carta del Docente e 18App

Prevendita biglietti a Cagli c/o Liveticket Point

– Antica Tabaccheria in Piazza Matteotti, 22 – Tel.0721.781881

Botteghino del Teatro: Tel. 0721 781341 – e mail: botteghino.teatrodicagli@gmail.com

www.teatrodicagli.it

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *