martedì, Ottobre 20, 2020
Home > Arte, Cultura e Spettacoli > Il film consigliato stasera in TV: “IT – Capitolo 1” venerdì 1° novembre 2019 alle 21:15 su ITALIA 1 

Il film consigliato stasera in TV: “IT – Capitolo 1” venerdì 1° novembre 2019 alle 21:15 su ITALIA 1 

Il film consigliato stasera in TV: “IT – Capitolo 1” venerdì 1° novembre 2019 alle 21:15 su ITALIA 1 
It, conosciuto anche come It – Capitolo uno (It: Chapter One), è un film del 2017 diretto da Andrés Muschietti, adattamento dell’omonimo romanzo di Stephen King. La pellicola ha come protagonisti Bill Skarsgård nel ruolo dell’entità misteriosa Pennywise/It e Jaeden Lieberher nei panni di Bill Denbrough. Il film si concentra sugli avvenimenti narrati nelle parti del romanzo ambientate tra il 1957 e il 1958 (ottobre 1988 e settembre 1989 nella trasposizione cinematografica). Città di DerryMaine. In un piovoso giorno d’ottobre del 1988Bill Denbrough, un ragazzo affetto da balbuzie, regala a Georgie, il suo fratellino di sette anni, una barchetta di carta; il bambino decide di far navigare la barchetta lungo le strade del quartiere, ma ad un certo punto essa cade in uno scarico fognario. Mentre tenta di recuperarla, Georgie vede spuntare dallo scarico un pagliaccio, che gli si presenta come Pennywise, il Clown Ballerino. La misteriosa entità induce il bambino ad avvicinarsi con la proposta di restituirgli la barca, per poi strappargli un braccio con un morso e trascinarlo con sé nelle fogne. L’estate successiva, Bill e i suoi amici (l’esuberante Richie Tozier, l’ipocondriaco Eddie Kaspbrak e il timido ebreo Stan Uris) si scontrano con lo psicopatico bullo Henry Bowers e la sua banda. Bowers promette loro che, ora che non ci saranno le maestre a proteggerli, potrà divertirsi a loro spese. Bill, ancora ossessionato dalla scomparsa di Georgie e dalla conseguente negligenza dei genitori, troppo afflitti dal dolore, pensa che il corpo del fratello potrebbe essere finito in una zona paludosa chiamata Barren e convince i suoi amici ad andare a vedere, sicuro che Georgie possa essere ancora vivo. Intanto Ben Hascom, un ragazzo sovrappeso arrivato da poco nella scuola degli altri bambini, apprende che Derry è stata tormentata da tragedie e sparizioni infantili per secoli; viene attirato da Pennywise nel seminterrato della biblioteca nella quale il clown assume le sembianze di un ragazzino decapitato. Ben riesce a sfuggirgli e a uscire dall’edificio, quando viene preso di mira dalla banda di Bowers, che gli incide una “H” sulla pancia. Prima che Henry finisca di scolpire il suo nome, Ben riesce a scappare fino ai Barren, dove s’imbatte nel gruppo di Bill. Questi ultimi, intanto, hanno trovato la scarpa di una dei ragazzi scomparsi, Betty Ripsom. Patrick, uno dei membri della banda di Bowers, viene ucciso dal clown nelle fogne, mentre vaga in cerca di Ben mentre gli altri provano a trovare il coltello di Henry, caduto durante l’inseguimento. Accorgendosi di Ben i ragazzi lo portano alla farmacia per curarlo. Non avendo abbastanza soldi per i medicinali, vengono aiutati a rubarli da una loro compagna, Beverly Marsh, bullizzata da tutti per false voci sulla sua promiscuità. Beverly si unisce al gruppo, e sia Bill che Ben sviluppano una cotta per lei. Più tardi, il gruppo fa anche amicizia con un ragazzo afroamericano orfano, Mike Hanlon, dopo averlo difeso dalla banda di Bowers con una battaglia a sassate. In tutte queste vicende, ognuno dei ragazzi (tranne Richie) vede Pennywise in una diversa e terrificante forma: Beverly come voci dei bambini morti dallo scarico del lavandino del proprio bagno (che poi spruzza un abbondante getto di sangue invisibile su suo padre), Eddie come un lebbroso, Mike come i suoi genitori in procinto di bruciare vivi, Stan come una donna deforme e mostruosa uscita da un quadro in una sinagoga e Bill come il corpo di Georgie controllato dal clown come un burattino (Richie, più tardi, lo vedrà nella sua forma di Pennywise, in quanto affetto da bozofobia). Alcune settimane dopo, il gruppo, che ora si fa chiamare Club dei Perdenti, si rende conto che ognuno di loro è stato attaccato dalla stessa entità, da loro chiamata “It”. Tramite alcune informazioni di Bill e Ben, capiscono che “It” si risveglia per un breve periodo di tempo ogni 27 anni per nutrirsi dei bambini di Derry, prima di tornare in letargo. Mentre si trovano nel garage di Bill, il gruppo deduce anche che It si serve delle fogne per spostarsi senza essere visto, e sfuggono per poco al mostro, uscito fuori dal proiettore che stavano usando. Quindi il gruppo si reca riluttante nella casa al numero 29 di Neibolt Street, il punto di incrocio di tutti i sistemi fognari e presunto nascondiglio del mostro. It utilizza le sue capacità di mutaforma per separare i membri del gruppo e catturare Eddie, che si rompe un braccio dopo essere caduto attraverso un buco dal piano di sopra; Pennywise si prepara a mangiarlo, ma il resto del gruppo arriva in tempo per salvarlo, grazie a Beverly, che trafigge il clown con un paletto da recinzione, non prima che questi abbia il tempo di rivelare a Bill di aver ucciso Georgie. It, dunque, ferisce Ben e fugge attraverso un pozzo situato nel seminterrato della casa (uno dei primi luoghi fondati a Derry). Poco dopo, Eddie viene portato via dalla madre iperprotettiva che gli impedisce di rivedere gli amici; Richie, inoltre, non ritiene che valga la pena morire per combattere It, e così lui, Mike, Ben e Stan se ne vanno per paura, mentre solo Bill e Beverly restano risoluti a combattere Pennywise. Ad agosto, Henry Bowers cerca di sopperire all’umiliazione subita dai Perdenti cercando di sfogarsi colpendo bersagli con la pistola del violento padre poliziotto, Oscar. Quest’ultimo, però, lo ferma e lo mostra nelle sue debolezze davanti ai due amici Victor Criss e Belch Huggins. Nel pieno della frustrazione e della rabbia, Henry riceve un dono da It: il suo coltellino perduto. Con esso, sotto l’incitamento di Pennywise, il ragazzo uccide suo padre (e più tardi anche gli amici), e cade sotto il controllo di It, che ora gli intima di cacciare e uccidere i Perdenti. Beverly, nel frattempo, deve vedersi con Bill, ma viene fermata dal padre, che tenta di abusare di lei dopo aver scoperto della sua frequentazione del gruppo dei Perdenti. La ragazza si rintana nel bagno, riuscendo a colpirlo in testa facendogli perdere i sensi. Subito dopo, Pennywise la rapisce e la porta nelle fogne, dove però, poiché lei non è abbastanza spaventata, non la uccide, ma le mostra una strana luce nel suo corpo, i Pozzi Neri, e la fa galleggiare da terra in trance. Bill trova un messaggio di It e capisce cos’è successo, così coglie l’occasione per riunire il Club dei Perdenti e partire al salvataggio della ragazza. Henry giunge nella casa di Neibolt e cerca di uccidere Mike, ma ha la peggio, venendo spinto dentro il pozzo da quest’ultimo. Il gruppo giunge poi alla tana di Pennywise, dove trovano Beverly. Ben la bacia e, così facendo, riesce a svegliarla dallo stato di trance. Pennywise tenta dapprima, nei panni di un redivivo Georgie, di avvicinarsi ai Perdenti, poi (una volta scoperto) attacca il gruppo, prende in ostaggio Bill e offrendo agli altri Perdenti di lasciarli andare se essi sacrificheranno il loro amico. I ragazzi, invece, liberano Bill e combattono il mostro, sconfiggendolo. Bill comunica a It che, ora che lo vede spaventato, morirà di fame mentre i Perdenti non lo temono più. Sapendo che non ha più alcun potere su di loro, It, il cui corpo comincia a disintegrarsi, fugge nella zona più profonda delle fogne. Dopo aver trovato l’impermeabile giallo di Georgie, Bill accetta, piangendo, la morte del fratello e gli amici lo abbracciano, consolandolo. Un mese dopo, Beverly informa il gruppo di avere avuto una visione mentre era in stato catatonico, nella quale ha visto il Club dei Perdenti da adulti combattere contro Pennywise. I Perdenti fanno così un patto di sangue: se fra 27 anni It sarà tornato, anche loro torneranno a Derry per distruggerlo una volta per tutte. Dopo che gli altri Perdenti se ne sono andati, Beverly comunica a Bill che la mattina seguente partirà per Portland per andare a vivere da sua zia. Prima che Beverly se ne vada, Bill la ferma e i due si baciano. Regia di Andres Muschietti Con Bill Skarsgaard Fonte: WIKIPEDIA
Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *