mercoledì, Ottobre 21, 2020
Home > Arte, Cultura e Spettacoli > Il film d’autore stasera in TV: “TRON: LEGACY” venerdì 1° novembre 2019

Il film d’autore stasera in TV: “TRON: LEGACY” venerdì 1° novembre 2019

Il film d’autore stasera in TV: “TRON: LEGACY” venerdì 1° novembre 2019 alle 20:15 su PARAMOUNT Network (Canale 27)
Risultati immagini per tron legacy poster
Tron: Legacy è un film del 2010 diretto da Joseph Kosinskiseguito del film Tron del 1982. Il film, prodotto dal regista di Tron Steven Lisberger, è incentrato su un soggetto originale di Brian Klugman e Lee Sternthal. I protagonisti originali, Bruce Boxleitner e Jeff Bridges, riprendono i loro ruoli, mentre Garrett Hedlund interpreta il figlio adulto di Flynn. Tra gli altri nel cast appaiono: Olivia WildeMichael Sheen e James Frain. Nel 1989 Kevin Flynn, grande creatore di videogiochi e presidente della società informatica ENCOM, sogna un mondo dove l’informatica e le persone possano unirsi per creare una società utopica, ispirando con le sue parole anche il giovane figlio Sam. Una notte Kevin Flynn, all’apice del successo, dopo essere uscito dicendo a Sam che sarebbe andato in ufficio, scompare nel nulla lasciando il figlio orfano con la sola custodia dei nonni paterni.
Sam Flynn (Garrett Hedlund) in una scena del film
Vent’anni dopo, Sam Flynn è divenuto un hacker informatico che ruba i prodotti della società del padre e li distribuisce gratuitamente in rete. La notte successiva al furto del nuovo sistema operativo della ENCOM, Alan Bradley, un vecchio collaboratore di Kevin Flynn, va a fare visita a Sam, annunciandogli di aver ricevuto una misteriosa telefonata sul cercapersone dal vecchio ufficio del padre (una sala giochi ormai in disuso), il cui numero risultava inattivo da oltre 20 anni. Inizialmente Sam è scettico, ma poi, spinto dal desiderio di rivedere il padre, si reca alla sala giochi e vi scopre un laboratorio segreto nei sotterranei, con una console ancora attiva. Tentando di interfacciarsi con il computer il ragazzo attiva un laser che lo smaterializza e lo trasporta all’interno di un mondo digitale, in parte copia di quello reale, un mondo chiamato dai suoi stessi abitanti “La Rete”. Catturato da alcune guardie che lo identificano come un programma senza nome, Sam riceve un disco di identità, che contiene tutti i suoi dati. Viene poi trasportato in un’arena di gioco nel quale partecipa al lancio del disco, in cui i concorrenti lanciano il loro disco di identità contro l’avversario per tentare di distruggerlo. Riesce ad arrivare vivo alla fine dell’ultimo incontro, in cui si scontra con un software di nome Rinzler, da cui viene ferito e sanguina: questo permette di scoprire che egli non è un programma ma un creativo, cioè un programmatore umano. Sam viene quindi risparmiato e portato al cospetto di quello che sembra suo padre Kevin, seppur ringiovanito, e che invece si rivela essere la sua Utility di Sembianza Codificata (CLU), ossia un programma che suo padre aveva generato come copia di sé stesso all’interno della Rete. CLU riconosce Sam, ma afferma di volerlo distruggere invece che salvarlo. Sfidato in una terribile gara con le moto di luce, Sam viene salvato da un programma ribelle, Quorra, che lo recupera e lo porta in auto oltre la griglia principale della rete, nel luogo in cui è confinato il vero Kevin Flynn. Dopo essersi ricongiunto con il padre, Sam scopre che CLU si è ribellato al suo creatore. Il passaggio di Sam dal mondo reale a quello della Rete ha riaperto il portale che collegava i due mondi, cosa che potrebbe permettere a lui e al padre di tornare indietro insieme dopo tanto tempo. Poiché CLU controlla tutta la città della Rete, Sam, sotto consiglio di Quorra, deve trovare Zuse, il capo della resistenza. Arrivato in città sotto mentite spoglie Sam viene portato al cospetto di Castor, programma padrone del Club Fine Messaggio, che si scopre essere lo stesso Zuse. In realtà però Castor è un doppiogiochista e tenta di uccidere Sam, che viene salvato da Quorra e dal padre. Durante la fuga dal club Castor/Zuse sottrae a Kevin il suo disco dati, per mettere in piedi un piano a cui sta lavorando da tempo. Nel frattempo Kevin, Sam e Quorra salgono su un Veliero Solare per raggiungere il portale per il mondo reale. Prima di uscire dalla Rete, i tre vengono intercettati da CLU, intenzionato a varcare il portale e conquistare il mondo reale, per renderlo perfetto proprio come ha reso perfetta la Rete. Kevin e Sam scoprono che Tron esiste ancora, ma è stato riprogrammato da CLU, che lo ha rinominato Rinzler. Con molta difficoltà Sam recupera il disco dati del padre e insieme agli altri due scappa con un jet. Durante l’inseguimento tutti i soldati sono sconfitti e, vedendo queste azioni non programmate, Tron/Rinzler comincia a ricordare ciò che era stato in precedenza, andandosi poi a schiantare volontariamente. Alla fine CLU si scontra con i tre eroi e Kevin si sacrifica per la sopravvivenza del figlio e della sua protetta. Tornato nel mondo reale insieme a Quorra, Sam salva i dati della rete su un supporto più sicuro e poi mostra a Quorra il mondo umano. Regia di Joseph Kosinsky Con Jeff Bridges Fonte: WIKIPEDIA
Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *