venerdì, Gennaio 22, 2021
Home > Mondo > L’impeachment di Trump: ricomincia l’ennesima caccia alle streghe?

L’impeachment di Trump: ricomincia l’ennesima caccia alle streghe?

trump

Il Parlamento Usa approva la messa in stato di accusa del Presidente

Risultati immagini per impeachment trump

La Camera Usa ieri sera ha approva a maggioranza le procedure per l’impeachment del presidente Trump, fissando le regole per la nuova fase pubblica dell’indagine.

La risoluzione è stata approvata con 232 voti, 196 i contrari in quanto nessun deputato repubblicano l’ha appoggiata, mentre due democratici hanno votato contro

Si tratta di un voto procedurale,ma che anticipa quello finale, quando, finita l’indagine, la Camera dovrà esprimersi sulla messa in stato di accusa di Trump “Procedura illegittima ed antinazionale. Colpisce il popolo americano”, ha commentato la Casa Bianca.

Si concretizza quindi l’auspicio di Nancy Pelosi, speaker democratica del Parlamento: “Voglio vedere Trump sotto”. Ricomincia quindi l’ennesima caccia alle streghe?

Dopo il buco nell’acqua della mancata incriminazione per 3 anni del Presidente Trump per l’inchiesta sul presunto “Russiagate” riparte la caccia alle streghe dei democratici a stelle e strisce contro l’odiato inquilino repubblicano della Casa Bianca in vista delle elezioni presidenziali del prossimo anno..

Obiettivo dichiarato da Nancy Pelosi è sconfiggere il Presidente repubblicano nelle urne e arrivare alla sua incriminazione da privato cittadino.

Ma la via dell’impeachment appare rischiosa per l’opposizione democratica, rischiando di dividere il Paese e di ricompattare la maggioranza repubblicana che infatti non ha fatto avere un sostegno bipartisan alla iniziativa dei dem.

Dopo 3 anni di scatenata caccia alle streghe contro Trump appoggiata da tutti i media liberal degli Stati Uniti l’opposizione democratica non è riuscita a produrre lo straccio di una prova contro il Presidente, che al contrario si trova attualmente al massimo dei consensi registrati  grazie ai successi ottenuti dalla sua politica economica e sembra navigare verso la prossima rielezione alla Casa Bianca.

Agli elettori americani, quindi, l’ultima parola nelle urne delle Presidenziali dell’anno prossimo.

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *