martedì, Novembre 24, 2020
Home > Marche > Halloween, troppo alcol in discoteca: l’esito dei controlli a Macerata

Halloween, troppo alcol in discoteca: l’esito dei controlli a Macerata

< img src="https://www.la-notizia.net/macerata" alt="macerata"

MACERATA – Come annunciato i giorni scorsi dal Questore Pignataro, in occasione della nota festa di Halloween, al fine di difendere le giovani generazioni e garantire alle famiglie che i propri figli possano divertirsi per la loro giovane età e non sballarsi, sono stati attuati intensi e massicci servizi lungo la costa nei confronti dei locali notturni particolarmente affollati dai giovani.

I servizi, diretti sul posto dal Dr. Giuseppe MARCHETTI (foto) Dirigente della Divisione Amministrativa e Sociale e dalla Dirigente della Squadra Mobile D.ssa Maria Raffaella ABBATE (foto), sono stati effettuati da personale della Questura, Squadra Mobile, personale dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza con l’impiego di unità cinofile antidroga e del Nucleo Carabinieri presso l’Ispettorato del Lavoro di Macerata.

L’attività di Polizia disposta dal Questore Antonio PIGNATARO (foto)  ha consentito il normale svolgimento della festa di Halloween nella nostra provincia.

All’esito del servizio sono stati  contestati a tre giovani di età compresa tra 20 e 25 anni la violazione prevista per l’ubriachezza in luogo pubblico. Uno di questi è stato deferito all’A.G. per i reato di  violenza a Pubblico Ufficiale avendo opposto violenza  ai poliziotti che avevano difeso altri ragazzi dalle molestie dell’ubriaco.

Oltre alle persone di cui sopra, sono state sanzionate per ubriachezza ulteriori quattro persone, tutte di giovane età, che sono state bloccate al fine di impedire loro di arrecare molestie agli altri giovani, in modo tale di garantire la massima tranquillità agli altri ragazzi che frequentavano i locali.

All’interno di uno dei locali oggetto dei controlli, la Polizia Amministrativa ha inoltre riscontrato alcune irregolarità per le quali sono in corso verifiche volte ad individuare eventuali responsabilità.

L’incisiva azione di prevenzione attuata su impulso del Questore Pignataro sta dando i suoi frutti: i locali si stanno man mano adeguando al rispetto delle normative elevando il livello di sicurezza generale con l’impiego di ulteriori addetti, specie per le fasi di afflusso e deflusso nei locali e con un serrato giro di vite sui controlli agli accessi e nel rispetto delle norme relative alla mescita di alcolici.

Lo scopo di tale azione di prevenzione è permettere che le discoteche non siano più luoghi dove i giovani possano sballarsi, ma luoghi dove trascorrere qualche ora in sani divertimenti nella serenità delle rispettive famiglie che non dovranno temere per i propri figli che frequentando le discoteche possano sballarsi.

Tuttavia, purtroppo l’abuso di alcool nelle discoteche è un fenomeno sentito anche nella provincia di Macerata e spesso è causa non soltanto di malori anche gravi tra i giovani, ma anche di incidenti stradali e di liti per futili motivi che spesso vedono protagonisti gruppi di ragazzi sia all’interno che all’esterno delle discoteche, con conseguenze facilmente immaginabili.

Per questo motivo il Questore Pignataro annuncia ancora una volta che  verranno ulteriormente intensificati e rafforzati i servizi di prevenzione e chiede ancora una volta ai titolari delle discoteche e degli altri locali ritrovo di giovani di osservare tutte le norme finalizzate alla tutela della vita e della salute e della regolarità del divertimento in modo tale da dare un’immagine nuova e pulita finalizzata a salvaguardare la vita dei ragazzi che frequentano i locali. Al termine dei servizi sono state identificate 156 persone e sottoposti a controllo 57 veicoli.

Nel medesimo contesto operativo sono stati svolti anche servizi straordinari da parte della Polizia Stradale che ha sottoposto a controllo ulteriori 130 persone e 110 veicoli elevando 46 contestazioni al codice della strada   e procedendo al ritiro di un numero ridotto alcune patenti di guida sinonimo dell’efficacia dell’azione preventiva condotta dalle Forze di polizia al fine sempre di salvaguardare la vita e l’incolumità di tutti i cittadini che percorrono di notte, specie nei giorni festivi, le strade del territorio.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *