martedì, Ottobre 20, 2020
Home > Sport in Pillole > Sport, Samb: rossoblu sconfitti immeritatamente dalla Reggio Audace (ex Reggiana) 2-1 allo scadere del match

Sport, Samb: rossoblu sconfitti immeritatamente dalla Reggio Audace (ex Reggiana) 2-1 allo scadere del match

di Marco De Berardinis

Dopo aver condotto per buona parte dell’incontro le operazioni di gioco, i rivieraschi cadono nel finale di gara. Reti segnate da Orlando, Scappini e Rozzio

Immeritata sconfitta dei rossoblu che escono sconfitti dal Mapei Stadium 2-1 con rete decisiva subita al 96’ e il dubbio che il goal convalidato agli emiliani sia stato viziato da un evidente fallo di Scappini sul giovane portiere rossoblu Fusco.

Contro i granata il tecnico Montero doveva fare a meno degli squalificati Santurro, Di Massimo e capitan Rapisarda, oltre all’infortunato Rocchi, dava fiducia tra i pali al giovanissimo Fusco classe 2001 al posto dell’incerto Raccichini, mentre confermava sulla corsia difensiva di destra Biondi e poteva contare sui rientri di Frediani, Orlando e Gemignani confermando il 4-3-3. Sul fronte granata il tecnico Alvini, che doveva rinunciare agli acciaccati Marchi, Staiti e Rossi, comunque tutti e tre in panchina e al lungodegente Lunetta, confermava per nove undicesimi la formazione vittoriosa a Modena, nello specifico Radrezza e Kargbo prendevano il posto rispettivamente di Rossi e Staiti, modulo 3-4-1-2 per i granata

PRIMO TEMPO

Partivano di gran carriera i rossoblu senza nessun timore reverenziale contro una delle big del campionato e nonostante le assenze pesanti, infatti al 2′ Orlando recuperava palla sulla sinistra, evitava un avversario servendo Frediani, questi entrato in area provava a sorprendere il portiere sul primo palo ma Narduzzo respingeva.

Al 6′ occasione per i rossoblu, lungo lancio di Angiulli per Cernigoi che sfuggiva ai difensori granata provando il pallonetto, la palla superava Narduzzo ma finiva sulla traversa. Tre minuti più tardi rispondeva la Reggio Audace con Libutti che fuggiva sulla destra andando al cross dal fondo, ottimo l’intervento del giovane Fusco che anticipava Scappini, pronto a colpire la sfera di testa, facendo sua la palla.

La Reggio Audace con il passare dei minuti aumentava la pressione facendosi vedere di sovente dalle parti di Fusco. Al 14′ Zanini dava una grande palla a Kargbo ma Di Pasquale anticipava l-attaccante della Sierra Leone e sventava la minaccia. Al 19′ Libutti scendeva sulla destra e andava al cross, in mezzo Scappini non riusciva a colpire la sfera di testa. Tre minuti più tardi rispondeva la Samb con Gemignani che serviva in verticale Cernigoi, che faceva una sponda per Orlando, l’esterno provava a liberare a sinistra per Frediani, ma i difensori granata avevano la meglio.

Al 26′ un cross di Kirwan per Scappini, metteva l’attaccante granata in condizione di battere a rete in torsione, la palla terminava alta sopra la traversa. Al 30′ punizione dalla trequarti per Varone che serviva Rozzio sul secondo palo, il centrale difensivo riusciva ad arrivare sulla palla, ma il suo colpo di testa era debole. Al 32′ Angiulli respingeva male una palla innocua servendo involontariamente Zanini, il centrocampista granata si divorava un gol quasi fatto sparando altissimo. I rossoblu rispondevano al 39′ con Cernigoi ben imbeccato da Frediani, l’attaccante colpiva la sfera in torsione con la palla che sfiorava il palo. Al 43′ occasione per i rossoblu, Volpicelli riceveva la sfera al limite dell’area lasciando partire una bordata che Narduzzo splendidamente deviava in angolo.

Allo scadere granata vicinissimi al vantaggio, grande percussione di Kargbo che, arrivato al limite dell’area, provava il destro a giro sul secondo palo, Fusco con un grande intervento arrivava all’incrocio e deviava in angolo la sfera. Grande intervento salva-risultato del giovane portiere rossoblu, classe 2001. Si andava al risposo sullo 0-0 con leggera supremazia territoriale della Reggio Audace, ma i rossoblu, che hanno affrontato i più blasonati avversari a viso aperto, non sono stati a guardare creando diversi grattacapi alla difesa locale.

SECONDO TEMPO

La ripresa iniziava con le due squadre che, come era successo nel primo tempo, si affrontavano a viso aperto. Al 50′ Kargbo raccoglieva una corta respinta della difesa rivierasca servendo l’accorrente Varone, il tiro di prima intenzione del granata sbatteva sul corpo di Biondi che si immola in scivolata. Al 59′ Frediani approfittava della sovrapposizione di Gemignani per rientrare verso il centro e provare il destro, tiro sul fondo.

Al 64′ i rossoblu passavano, Orlando riceveva la sfera da Gelonese dai 25 metri lasciando partire un tiro potente e preciso che si infilava sotto la traversa, con Narduzzo vanamente proteso in tuffo. Reggio Audace 0 – Samb 1.

Sulle ali dell’entusiasmo i rossoblu si portavano di nuovo in avanti, tant’è che  al 67′ Orlando riceveva la sfera e metteva dentro per l’inserimento di Gelonese che veniva anticipato, sul secondo tentativo buona occasione per Trillò, che non arrivava sulla palla. Al 72′ Cernigoi riceveva largo sulla fascia, saltava due avversari e sul terzo veniva premiato dal rimpallo, ma sparava la sfera altissima. Un minuto più tardi buona occasione in contropiede per Trillò, che poi si addormentava sulla sfera e perdeva l’attimo per servire Cernigoi, la palla arrivava ad Angiulli, che sparava addosso al compagno.

Al 74′ brivido per i rossoblu, Libutti scendeva sulla destra e metteva in mezzo per Scappini che colpiva di testa, la palla superava Fusco ma sbatteva sulla parte alta della traversa. Ad un minuto dallo scadere i granata pareggiavano, Brodic si liberava di Biondi sulla sinistra e lasciava partire una bordata che Fusco respingeva, sulla sua ribattuta però Scappini a porta vuota non aveva difficoltà a metterla dentro. Reggio Audace 1 – Samb 1.

Gli emiliani insistevano in avanti alla ricerca disperata del goal vittoria; al 96′ angolo per la Reggio Audace, nugolo di giocatori in area rivierasca, colpo di testa in mischia di Rozzio, Scappini va sul portiere per colpire la sfera ma non la tocca, con Fusco in elevazione, la stessa entra in rete ma tutti i rossoblu si lamentano per una carica sul portiere. Goal convalidato a Rozzio e rossoblu che escono sconfitti 2-1.

Questo il tabellino della gara Reggio Audace – Sambenedettese.

REGGIO AUDACE (3-4-1-2): Narduzzo; Spanò © (64’ Espeche), Rozzio, Costa; Libutti, Varone (61’ Staiti), Radrezza, Kirwan (77’ Brodic); Zanini (77’ Haruna); Kargbo (61’ Marchi), Scappini. A disp. Voltolini, Martinelli, Rossi, Santovito, Favale, Muro. All. M. Alvini

SAMBENEDETTESE (4-3-3): Fusco; Biondi, Miceli ©, Di Pasquale, Gemignani; Gelonese, Angiulli, Frediani (87’ Bove); Volpicelli (63’ Trillò), Cernigoi, Orlando (92’ Carillo). A disp. Raccichini, Zaffagnini, Piredda, Brunetti, Garofalo, Malandruccolo, Panaioli, Rea. All. P. Montero

ARBITRO: Luigi Carella di Bari. Giudici di linea: F. Pappagallo/A. Niedda

NOTE: Serata autunnale, temperatura 14° C. circa, terreno di gioco in discrete condizioni nonostante la pioggia caduta nelle ore precedenti la gara. Spettatori 6.000 circa di cui 255  giunti da San Benedetto. Reggio Audace con casacca a bande verticali granata e blu e pantaloncini blu, Samb in completo bianco con fregio sulle spalle rosso e blu.

MARCATORI: 64’ Orlando (S.), 89’ Scappini (R.), 96’ Rozzio (R.)

AMMONITI: 24’ Di Pasquale (R.), 67’ Rozzio (R.), 76’ Miceli (S.), 88’ Radrezza (R.)

ESPULSI:

ANGOLI: 2 – 3

RECUPERO: 1’ 1° T. – 5’ 2° T.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *