sabato, 29 Febbraio, 2020
Home > Marche > Appignano, imprenditore cerca di uccidersi con un colpo di pistola prima che la casa vada all’asta

Appignano, imprenditore cerca di uccidersi con un colpo di pistola prima che la casa vada all’asta

incidente

APPIGNANO – E’ stato rinvenuto in fin di vita nel cortile della propria abitazione dopo che ha cercato di uccidersi esplodendo contro se stesso – al petto – un colpo di pistola. Ora è ricoverato all’ospedale regionale di Torrette ad Ancona in gravi, seppur stabili, condizioni. Si tratta di un noto imprenditore, che stamattina doveva ricevere la “visita” dell’ufficiale giudiziario , che avrebbe dovuto valutare una villetta di sua proprietà – ora disabitata – per poi farla andare all’asta. E’ stato proprio lui a trovarlo, in fin di vita, sul piazzale, accanto all’auto, dopo che l’uomo aveva compiuto il gesto estremo. Immediati i soccorsi. Gli operatori sanitari del 118, giunti sul posto, valutate le condizioni di gravità dell’uomo, hanno ritenuto opportuno far levare in volo l’eliambulanza per il trasporto d’urgenza all’ospedale regionale di Torrette ad Ancona. Sul posto anche i carabinieri, che stanno indagando sulla vicenda. Chiaramente solo le risultanze investigative potranno accertare le reali motivazioni del gesto. Ma la “coincidenza” fa presumere che sia legato a circostanze concrete.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994 al 2015 ha collaborato regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero, Il Resto del Carlino, La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Nel 2009 è direttore del quotidiano teramano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Ora direttore della testata giornalistica on line la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *