domenica, Ottobre 25, 2020
Home > Arte, Cultura e Spettacoli > Il film consigliato stasera in TV: “OLIVER TWIST” sabato 9 novembre 2019

Il film consigliato stasera in TV: “OLIVER TWIST” sabato 9 novembre 2019

Il film consigliato stasera in TV: “OLIVER TWIST” sabato 9 novembre 2019 alle 21:25 su RETE 4 Oliver Twist.pngOliver Twist è un film del 2005, diretto da Roman Polański, tratto dall’omonimo romanzo di Charles Dickens. In Italia il film è distribuito dalla Medusa Film. In una cupa Inghilterra della seconda rivoluzione industrialeOliver Twist, orfano di entrambi i genitori, vive miseramente in uno orfanotrofio insieme ad altri ragazzini che sono nella sua stessa situazione, dove viene sfruttato e trattato in malomodo, anche quando viene trasferito all’ospizio per i più grandi. A causa del fatto che ai ragazzi viene dato poco da mangiare, è indetta fra questi ultimi una riunione per affidare a chi avesse estratto il filo di stoppa più corto, il compito di chiedere una seconda razione di cibo. Il compito tocca a Oliver, che dopo averlo eseguito, viene picchiato e portato al cospetto del Consiglio che, pur di toglierselo dai piedi, è disposto a offrire 5 sterline a chi si fosse preso Oliver Twist come garzone. Il primo interessato è uno spazzacamini, strano e particolare, ma Oliver Twist, impaurito, si mette a piangere in modo da non essere affidato all’uomo, avendo capito le sue non proprio benevole intenzioni. Successivamente, Bumble, il mazziere dell’orfanotrofio, grazie alle sue conoscenze, trova una sistemazione per Oliver. Il ragazzo viene affidato ai signori Sowerberry, impresari locali di pompe funebri dai quali poi, per non essere più umiliato da Noah, garzone principale dell’impresario, scappa, uscendo dal villaggio in cui era nato e raggiungendo Londra. Qui incontra un giovane poco più grande della sua età, soprannominato Dodger “il Malandrino”, che lo conduce in una soffitta dove vive un gruppo di ragazzi che compiono dei furti. Il loro capo e maestro è il vecchio e taccagno Fagin; questi, oltre che dell’opera dei suoi protetti, è socio di Bill Sikes, un uomo violento e cattivo, che compie furti (e all’occorrenza altre malefatte) in grande stile. Un giorno, uscito con Dodger e Charley per imparare il mestiere, Oliver viene accusato di un furto commesso invece dai suoi compagni. Dopo essere stato assolto perché riconosciuto innocente da Brownlow, anziano membro dell’alta società e vittima del furto, viene preso da quest’ultimo sotto la sua protezione. Fagin, che ha paura delle possibili rivelazioni che Oliver potrebbe fare, incarica Bill di riprenderlo e quest’ultimo, con l’aiuto di Nancy, altra ragazza portata nel mondo del furto da Fagin e compagna di Sikes, lo rapisce riportandolo nella soffitta. In seguito Bill con un complice costringe Oliver ad aiutarli a rapinare la villa di Brownlow. Il furto però fallisce perché Oliver cerca di farli scoprire e così Bill gli spara ferendolo gravemente al braccio. I tre scappano di corsa dalla villa, ma Bill cade nel fiume li vicino. L’uomo crede che Oliver sia in grado di dire tutto alla polizia, e decide di ucciderlo, ma confidando la sua idea a Fagin, questi gli consiglia di compiere l’omicidio non appena Oliver guarirà dal dolore al braccio. Nancy, che vuole bene a Oliver, prende accordi con Brownlow per riconsegnarglielo, ma il piano della ragazza non riesce: Fagin, avendo notato un comportamento sospetto in lei, affida a Dodger il compito di seguirla ovunque vada e di rivelare poi quanto scoperto. Il ragazzo racconta tutto a Fagin e Sikes, il quale la sera uccide a randellate la propria fidanzata, credendo che abbia denunciato anche lui anche se Nancy giura di non aver mai fatto il suo nome. Infine Sikes decide di fuggire con il cane Bullo. Dopo un po’ l’uomo, scappato da Londra, fa ritorno nella città,per per rubare una somma a Fagin e scappare in Francia. Sikes vuole però sbarazzarsi di Bullo, in quanto sui manifesti sparsi in giro per Londra che indicano il suo essere ricercato dalla polizia (in seguito all’omicidio di Nancy), è riportato che il malvivente si sposta sempre in compagnia di un feroce cane bianco. Egli tenta dunque di affogarlo nel fiume, ma il suo piano non riesce e il cane, spaventato, fugge via. Intanto Fagin, Oliver e gli altri ladri decidono di spostarsi nella casa di Toby, complice della banda. Poco dopo, Bill fa il suo ingresso nella casa. Tutti quanti hanno paura di lui, tranne Dodger, che infuriato e inorridito per l’uccisione di Nancy, aggredisce l’uomo, non prima di aver giurato davanti a tutti di consegnarlo alla polizia se se ne fosse presentata l’occasione. Nel frattempo, guidata da Bullo, la folla è radunata sotto il nascondiglio, e il ragazzo urla alla finestra della presenza di Bill. Sikes, vistosi in trappola, cerca di scappare portando con sé Oliver come ostaggio, ma nella fuga, inseguito dalla polizia e dalla gente che lo ha riconosciuto, si sposta con una fune ma scivola, distratto dal latrato del cane, e muore impiccato. Fagin, con Dodger, Toby ed una parte della banda, viene arrestato e così Oliver viene ripreso in consegna da Brownlow. Il ragazzo, di animo gentile e generoso, chiede di poter andare a trovare Fagin, ormai impazzito in carcere e prossimo alla forca, per porgergli l’ultimo saluto. Regia di Roman Polanski Con: Barney Clark e Ben Kingsley Fonte: WIKIPEDIA
Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *