domenica, 15 Dicembre, 2019
Home > Arte, Cultura e Spettacoli > Il film d’animazione stasera in TV: “MADAGASCAR” sabato 9 novembre 2019

Il film d’animazione stasera in TV: “MADAGASCAR” sabato 9 novembre 2019

Il film d’animazione stasera in TV: “MADAGASCAR” sabato 9 novembre 2019 alle 21:20 su ITALIA 1

Madagascar gip.jpg

Madagascar è un film d’animazione statunitense del 2005, diretto da Eric Darnell e Tom McGrath e prodotto dalla Dreamworks.

È uscito nelle sale cinematografiche americane il 27 maggio 2005, mentre in quelle italiane il 2 settembre 2005, ed ha ricevuto un grande successo.

Alex, un leoneMarty, una zebra maschio, Gloria, un ippopotamo femmina e Melman, una giraffa maschio, vivono insieme nello Zoo di Central Park di New York. Alex, che è innocuo, è al centro dell’attenzione dello zoo poiché si esibisce ballando ed è la star animale della città.

Un giorno un gruppo di pinguini formato da Skipper, il capo, RicoKowalski e Soldato, tentano di scappare verso l’Antartide scavando un tunnel, ma finiscono per sbaglio nel recinto di Marty, a cui accennano in segreto il loro piano. Marty comincia così a pensare al mondo al di fuori delle mura dello zoo e vorrebbe scappare anche lui. Così quella notte Marty fugge di nascosto dallo zoo ed Alex, Gloria e Melman vanno a cercarlo per riportarlo indietro; in questa occasione fuggono anche Mason e Phil, due scimpanzé che vivono allo zoo.

Alla stazione centrale Alex, Gloria e Melman riescono a ritrovare Marty, ma subito dopo vengono circondati dai poliziotti. Alex cerca di parlare agli agenti, ma questi interpretano male i suoi movimenti e, credendo in un attacco, addormentano gli animali con freccette narcotizzanti e li catturano insieme ai pinguini e agli scimpanzé.

A causa delle proteste da parte degli animalisti, gli animali vengono chiusi in casse e spediti via nave in una riserva naturale in Kenya. Durante il viaggio sull’Oceano i pinguini, dopo aver saputo la destinazione dagli scimpanzé, aprono il lucchetto della loro cassa, atterrano gli uomini e prendono il controllo della nave per dirigersi verso l’Antartide. Ma, non essendo in grado di manovrare il mezzo, le casse di Marty, Alex, Gloria e Melman vengono rovesciate in mare ed essi si ritrovano poi su una spiaggia africana in Madagascar. Marty è contento di vivere nella natura, pur vedendo che essa è minacciata da feroci fossa.

Qui i quattro trovano anche dei lemuri, capitanati dall’autoproclamato re Julien XIII, un lemure che, accompagnato dai suoi due consiglieri Maurice e Mortino, vive con i suoi simili sopra un gigantesco baobab, dove vi è intrappolato e crollato un aereo. Julien è costretto a rinunciare al dominio su tutta la spiaggia a causa dei fossa, che da anni uccidono i suoi compagni e interrompono le loro feste rurali, ma dopo che i fossa vedono Alex e scappano alla sua vista, il lemure decide di diventare amico del leone e degli altri animali nuovi per essere difeso da loro, ed accoglie i protagonisti con calore. Alex, dopo aver saputo tramite re Julien e Maurice di essere in Madagascar in mezzo alla natura, a differenza di Marty che ha finalmente realizzato il suo desiderio, è disperato e tenta di tornare a New York. Tra i due si scatena inevitabilmente un’accesa diatriba.

Il leone decide quindi di dividere la spiaggia in due parti: quella di Marty, chiamata “la parte selvaggia”, e la sua, di Gloria e di Melman chiamata “la parte civilizzata”. Mentre Marty si diverte e usa le sue abilità per costruire una capanna di foglie, Alex, Gloria e Melman lavorano ad un piano geniale del felino: dopo ore di lavoro, di notte, Alex crea una gigantesca Statua della Libertà, fatta con legno e paglia ed intende usarne la fiaccola come fuoco di segnalazione per attirare l’attenzione di qualche elicottero. Questo piano fallisce, perché Melman entusiasta di aver acceso il fuoco, la brucia accidentalmente, così Gloria e Melman decidono di andare con Marty.

Dopo un litigio, Alex e Marty fanno pace ed il leone comincia ad adattarsi alla natura, pur cercando di farla diventare una città, ma poi comincia ad essere affamato poiché da giorni non mangia più le bistecche dello zoo. Intanto i pinguini arrivano in Antartide, ma scoprono come cosa contro-natura che il ghiaccio non fa per loro e decidono di tornare a New York, sempre con la nave.

Alex e Marty, ormai riappacificati, se la spassano nello spazio aperto del Madagascar e tengono i lemuri al sicuro dai fossa, ma si risvegliano gli istinti animali di Alex e la sua amicizia con Marty è messa a dura prova dalla sua fame incontenibile. Alex morde Marty sul sedere e Maurice gli spiega che il suo posto è solo tra quelli che seguono la sua natura di carnivori, quindi re Julien lo manda nella parte di isola con i fossa nel cuore del Madagascar.

Marty, Melman e Gloria tornano alla spiaggia e sono anche loro tristi per Alex. Marty è inoltre rattristato per quello che è successo al suo amico, comprendendo che la natura come se l’era immaginata non corrisponde alla realtà, sentendosi dunque responsabile per tutto quello che è accaduto. Ma a quel punto vedono la loro nave, ora pilotata dai pinguini, passare di lì per caso. Visto che Marty è andato a prendere Alex per condurlo alla nave, Gloria crede che si voglia far uccidere, così i pinguini, che hanno visto da lontano i tre e sono arrivati sulla spiaggia, organizzano un piano di salvataggio a cui collaborano anche lei e Melman. Marty, arrivato nel territorio dei fossa, cerca di convincere Alex ad essere di nuovo amici, ma il leone si rifiuta. I fossa, vedendo la zebra come un erbivoro, lo attaccano: arriva però Melman che lo salva insieme ai pinguini, ma rischiano anche loro di essere uccisi dai fossa.

Proprio quando sembra che sia la fine interviene Alex, che salva i suoi amici mettendo in fuga i fossa. Il territorio dei fossa e la spiaggia diventano infine possedimenti dei lemuri. Alex, Marty, Melman e Gloria non possono ancora tornare a New York poiché la nave ha finito il carburante, ma non sono affatto dispiaciuti di passare alcuni mesi con Julien lì.

Durante la festa dei lemuri per la libertà dai fossa, i pinguini fanno mangiare ad Alex un pesce e il leone, gustandolo, dice che è meglio della carne e perciò non mangerà mai più bistecche, ma soltanto pesci per il resto della sua vita, riuscendo così a ritornare pacifico.

Regia di Eric Darnell e Tom McGrath

Fonte: WIKIPEDIA

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994 al 2015 ha collaborato regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero, Il Resto del Carlino, La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Nel 2009 è direttore del quotidiano teramano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Ora direttore della testata giornalistica on line la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: