martedì, Ottobre 20, 2020
Home > Abruzzo > Pepe chiede che siano ascoltati in Consiglio i comitati contrari al depuratore di rifiuti liquidi a Nereto

Pepe chiede che siano ascoltati in Consiglio i comitati contrari al depuratore di rifiuti liquidi a Nereto

< img src="https://www.la-notizia.net/pepe" alt="pepe"

Pepe scrive a Sospiri e a Marcovecchio per chiedere che la Commissione Consiliare Ambiente del Consiglio Regionale d’Abruzzo ascolti gli enti locali, i comitati e le associazioni contrarie alla realizzazione del depuratore della Wash a Nereto

Il Consigliere e Vice Capogruppo Regionale del Pd, Dino Pepe, ha scritto al Presidente del Consiglio Regionale, Lorenzo Sospiri, ed al Presidente della II° Commissione (Territorio, Ambiente e Infrastrutture), Manuele Marcovecchio, per chiedere che vengano ascoltati, martedì prossimo in Commissione Ambiente, i rappresentanti del comitato, gli amministratori e le associazioni che si oppongono alla costruzione del depuratore di rifiuti liquidi che dovrebbe essere realizzato dalla Wash Italia nella zona industriale di Nereto.

In questa ottica ritengo necessario che il Consiglio Regionale e, nello specifico, la Commissione competente per materia, vengano informate dalla diretta voce dei comitati e dii cittadini su quanto sta accadendo in Val Vibrata” sottolinea il Consigliere Pepe. “Sono certo che la sensibilità più volte dimostrata dai commissari in questa delicata materia saprà produrre atti utili a determinare le migliori soluzioni per il bene della collettività. Da parte mia sosterrò con forza l’azione dei comitati e della cittadinanza affinché questa opera non venga realizzata. Tutti i sindaci della Val Vibrata hanno espresso parere contrario alla realizzazione dell’impianto che sarebbe il primo in regione. Ringrazio Marcovecchio e Sospiri e invito tutti i consiglieri regionali della provincia di Teramo ad unirsi alla comunità vibratiana”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *