martedì, Dicembre 7, 2021
Home > Italia > Al via la nuova Fiction Rai “Pezzi Unici : chi ha ucciso Lorenzo?”

Al via la nuova Fiction Rai “Pezzi Unici : chi ha ucciso Lorenzo?”

pezzi unici

di Anna Maria Cecchini

Inizia stasera alle 21:25 su Rai 1 la fiction “Pezzi unici”, prodotta dalla Rai in collaborazione con Indiana production e Cassiopea Film Production, ambientata in Toscana tra Firenze e Prato, nel mondo dell’artigianato fiorentino, sviluppera’argomenti importanti quali la crisi famigliare, la difficolta’di crescere, l’incomunicabilita’.

La regista Cinzia Th Torrini ritorna a casa per girare queste 12 puntate e sviluppare un tema a lei molto caro quello dell’artigianato; tema che ha cullato per 10 lunghi anni prima di poterlo concretizzare in un’opera Il cui titolo ammicca, alludendo agli oggetti unici, quelli che nascono dalle mani esperte e dalla cura, l’amore di un artigiano ma anche pezzI-persone uniche con i loro pregi e difetti, i 5 ragazzi protagonisti della serie tv, forgiati da un novello Mastro Geppetto del terzo millennio, piu’arrabbiato e meno accomodante del suo omonimo.

Cast di rilievo, accanto a Sergio Castellitto, il burbero artigiano fiorentino Vanni Bandinelli,  l’outsider Giorgio Paniarello nei panni di Marcello, il fabbro amico di Vanni, brontolone ma buono d’animo ancorato alle sue 3 certezze: l’amico, la bottega, la figlia Beatrice. Protagoniste femminil: Fabrizia Sacchi e Irene Ferri.

Spoileriamo? Se siete come me e detestate le anticipazioni, saltate queste righe.

La trama in breve: Vanni e’un’ artigiano all’apice del successo, stimato e famoso, ma la sua vita privata e’zona buia.

Sua moglie Chiara lo ha lasciato dopo la morte del loro unico figlio ex tossicodipendente che aveva intrapreso l’arte del padre e prima di morire aveva iniziato ad aiutare dei ragazzi in una casa famiglia, iniziandoli all’antico mestiere dell ‘intagliatore.

Vanni suo malgrado eredita il compito del figlio e iniziera’un rapporto di formazione reciproca con i ragazzi, turbata dai sospetti intorno la sua misteriosa morte.

Vi sveliamo una curiosita’: gli accessori moda per una scena della sfilata sono stati forniti dall’Istituto Tecnico Superiore MITA Made in Italy Tuscana Academy che ha sede a Scandicci e opera grazie al Ministero dell’Istruzione dell’Universita’e della Ricerca e alla Regione Toscana POR FSE 2014-2020.

La Confartigianato Imprese Firenze ha desiderato onorare la presenza dell’ Istituto nella fiction Rai, premiandola con un Attestato per “ la Tutela e formazione dell’artigianato per la cultura del saper fare”, all’interno della scorsa edizione della Mostra dell’Artigianato Firenze, Fortezza da Basso.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net