giovedì, Ottobre 22, 2020
Home > Arte, Cultura e Spettacoli > Il film in seconda serata consigliato in TV: “CAPE FEAR” domenica 17 novembre 2019

Il film in seconda serata consigliato in TV: “CAPE FEAR” domenica 17 novembre 2019

film cape fear
Il film in seconda serata consigliato in TV: “CAPE FEAR” domenica 17 novembre 2019 alle 23:45 su RETE 4 
Capefear.png
Cape Fear – Il promontorio della paura (Cape Fear) è un film del 1991 diretto da Martin Scorsese con protagonisti Robert De NiroNick NolteJessica Lange e Juliette Lewis. Il film è un remake de Il promontorio della paura di J. Lee Thompson (1962). Della pellicola precedente questa mantiene, come attori, Martin BalsamGregory Peck e Robert Mitchum, che tornano qui in piccole parti. Sam Bowden è un avvocato di grande fama in una piccola città della Florida e vive con sua moglie Leigh e la figlia quindicenne Danielle. Il prigioniero Max Cady, apparentemente tranquillo e mite ma in realtà sadico e violento, viene rilasciato dal penitenziario in cui stava scontando la sua pena e si trasferisce nella cittadina proprio con l’obiettivo di tormentare la vita di Bowden: questi, infatti, era stato il suo difensore in un processo per stupro nel 1977 e l’accusa che Cady gli rivolge è quella di non aver fatto tutto quello che poteva per difenderlo al meglio. Nei giorni a seguire Cady inizia a tormentare e perseguitare la famiglia non sfociando mai però nell’illegalità: paga loro la visione di un film in un cinema, fa apprezzamenti nei confronti della figlia di Sam e li osserva dal muro di cinta della casa, tutte azioni che fanno innervosire Bowden ma che non possono essere punite. Qualche giorno dopo il cane della famiglia viene avvelenato e Cady è il primo indiziato: Sam cerca quindi di incastrarlo ma non può nulla. L’avvocato, sentendosi perseguitato, assolda un detective privato per far pedinare Cady, ma l’uomo non nota niente di strano nella vita del sospettato. Nel frattempo l’ex galeotto percuote Lori Davis, l’amante di Sam, sapendo che lei non denuncerà mai il fatto per pudore: questo fa avvicinare Sam a Lori e allontana l’avvocato dalla moglie Leigh. È proprio questo quello che Cady voleva: arrivato allo sfinimento, l’avvocato assolda un gruppo di tre uomini perché eseguano un pestaggio su Max quella sera stessa; prima dell’assalto, tuttavia, Sam lo va a trovare in un ristorante e lo minaccia, intimandogli di lasciare la città. Uscito dal locale Cady viene raggiunto dagli scagnozzi dell’investigatore privato, che iniziano a picchiarlo; l’uomo, tuttavia, riesce a sbarazzarsi dei tre ferendoli gravemente. Il giorno dopo Max si presenta in tribunale accusando Sam di averlo fatto pestare: prova di ciò altro non è che la minaccia che gli aveva rivolto prima del pestaggio, che aveva furbamente registrato. Cady ottiene così un’istanza cautelare che ordina a Bowden di doversi trovare per un periodo di prova a più di cinquecento metri dalla vittima. L’avvocato inscena a questo punto una trappola per Cady: fa finta di partire per un processo e si rifugia in casa sua con la cameriera Graciella, la famiglia e l’investigatore privato, che dovrà uccidere il sospettato senza fare nulla di illegale dal momento che quella di Cady verrebbe considerata una violazione di domicilio. Come da copione Cady riesce ad entrare in casa mascherandosi da Graciella, dopo averla uccisa, e riesce anche ad uccidere l’investigatore privato. Scoperto che tuttavia Bowden è in casa, fugge. L’avvocato non sa più che fare e decide di scappare con la famiglia col suo battello ancorato a Cape Fear, nella Carolina del Nord; Cady si attacca sotto la loro auto e riesce a seguirli. A Cape Fear la famiglia parte col battello sul fiume ma Cady li raggiunge pagando un traghettatore. Durante un forte temporale, l’uomo allontana il padre e inizia a tormentare madre e figlia; subito dopo si accende un sigaro, come di consueto, e la giovane Danielle gli dà fuoco con dell’alcool. L’uomo cade in acqua ma riesce a risalire a bordo del battello, ora sfigurato in volto, per uccidere definitivamente la famiglia; le due donne riescono a scappare e Bowden si trova ad affrontare Cady: durante la colluttazione Sam riesce ad ammanettare una gamba di Cady a una sbarra poco prima che il battello vada a schiantarsi contro le rapide, spezzandosi in più parti. Leigh e Danielle vanno ad arenarsi su una spiaggetta, mentre Sam e Max continuano a combattere con delle pietre: Bowden ha la meglio ma mentre sta per finire Max, questi viene portato via dalla marea. Cady si sente già in salvo ma si accorge che è agganciato alla nave e viene risucchiato dalle acque lasciando Bowden pensieroso sulla sponda del lago. Regia di Paul Verhoeven Con Arnold Schwazenegger  Fonte:WIKIPEDIA
Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *