lunedì, 30 Marzo, 2020
Home > Arte, Cultura e Spettacoli > Ritrovato il laboratorio di Galeno il medico della Peste Antonina (165 – 180 d.C.)

Ritrovato il laboratorio di Galeno il medico della Peste Antonina (165 – 180 d.C.)

< img src="https://www.la-notizia.net/galeno" alt="galeno"

ROMA – Gli archeologici in questi giorni hanno ritrovato nei Fori Romani a tre metri di profondità dalla Via Sacra, sotto la Basilica di Massenzio, il laboratorio di Galeno di Pergamo, medico degli imperatori romani da Marco Aurelio fino a Settimio Severo che nella sua longeva vita è stato testimone oculare della Peste Antonina (165 – 180) in realtà probabilmente vaiolo che decimò le città dell’Impero Romano fino al 93% della popolazione a seconda delle zone e che diede vita alla barbarizzazione della società e dell’esercito romano.

L’epidemia scoppiò nel 165 d.C. dopo il sacco di Seleucia la capitale dei Seleucidi sconfitti dai Romani e l’Impero non fu mai più come prima.

I Romani credevano che la causa fosse stato un atto di empietà verso il dio Apollo. Come riporta “Scriptores historiae Augustae. Verus VIII”: “…a Babilonia, un certo vapore pestilenziale si sviluppò nel tempio di Apollo da una cassetta d’oro che un soldato aveva accidentalmente aperto, e si diffuse poi sulla Partia e sull’intero mondo”. Le legioni romane furono decimate e ci fu la prima invasione dell’Impero Romamo da parte di una orda barbarica approfittando delle frontiere sguarnite, quella dei Marcomanni sconfitti dall’Imperatore Marco Aurelio.

Cristiano Vignali – La Notizia.net