giovedì, Ottobre 22, 2020
Home > Arte, Cultura e Spettacoli > Anticipazioni per “Città Segrete” del 23 novembre alle 21.45 su RAI 5: Mosca

Anticipazioni per “Città Segrete” del 23 novembre alle 21.45 su RAI 5: Mosca

città segrete lbaku
Anticipazioni per “Città Segrete” del 23 novembre alle 21.45 su RAI 5: Mosca  Risultati immagini per moscow wikipedia Dal 23 novembre torna il programma di Corrado Augias. Prima tappa: Mosca Torna in prima serata, sabato 23 novembre alle 21.45, Città Segrete, il successo Rai3 della passata stagione televisiva firmato da Corrado Augias. Quattro serate evento, quattro città, una galleria di storie e personaggi diversi, un viaggio tra luoghi indimenticabili e misteriosi. Augias ci conduce alla scoperta delle piazze, i monumenti, le opere d’arte, i palazzi, gli enigmi di quattro grandi capitali: Mosca, Vienna, Venezia, Roma. Ogni luogo e monumento che scorrerà davanti agli occhi dei telespettatori farà rivivere un personaggio (o una vicenda) al quale la storia lo ha legato. Giocando con epoche diverse e generi diversi, si terrà sempre come filo conduttore la scoperta dei segreti di una grande città. Sulla falsariga dei suoi successi editoriali, Augias accompagna il telespettatore in una narrazione della “sua” Vienna, così come di Mosca, Venezia e Roma. In una lettura dei luoghi e delle vicende che è certamente storica, artistica, ma anche “politica”, nel senso di ricostruire il senso più profondo – e spesso sconosciuto – che alcuni monumenti e storie hanno avuto per il nostro vivere civile. In un gioco di specchi in cui il narratore, l’abile divulgatore televisivo, gioca con le sue molteplici identità, senza dimenticare mai quella del grande giornalista. Per questo, nel ripercorrere i segreti di ogni città, si viaggia tra la storia più remota a quella più recente, senza trascurare la cronaca dei gialli e dei grandi avvenimenti propri dei nostri anni. A Mosca si partirà da Ivan il Terribile per arrivare ai giorni nostri con l’omicidio di Anna Politkovskaja, passando per Tolstoj e Gagarin. A Vienna si passerà da Beethoven a Hitler, da Freud a Niki Lauda.  A Venezia si “viaggerà” tra Casanova, Tiziano, Raul Gardini e lo storico concerto dei Pink Floyd in laguna. Infine Roma. La città eterna rivivrà nelle sue mille storie: da Marco Aurelio alla Repubblica romana, fino al rastrellamento del ghetto. Augias accompagnerà il telespettatore non solo in esterna sui luoghi e le vie della città, ma terrà il filo del racconto anche immerso in uno studio virtuale, una sorta di grande “terrazza” affacciata sulla città, tra oggetti 3D e mappe virtuali. Quattro prime serate che raccontano quattro grandi capitali, attraverso personaggi dimenticati o protagonisti celebri, che le hanno percorse, tra ricostruzioni, reportage, docufiction e il racconto inconfondibile di Corrado Augias. Dopo Parigi, Londra, Roma e Gerusalemme, “Città segrete” fa tappa a Mosca. Città di imperi e poteri assoluti. Da sempre con le sue avanguardie Mosca è il faro, la guida di un immenso Paese. Provare a comprenderne l’anima e i tanti segreti significa avere una chiave per decifrare la Russia intera. Sabato Corrado Augias ci farà scoprire le piazze, i monumenti, le opere d’arte, i segreti della capitale russa. Un viaggio tra luoghi indimenticabili e misteriosi, una galleria di storie e personaggi diversi: da Ivan il Terribile ad Anna Politkovskaja. Qualcuno ha detto che Mosca racchiude in sé i profondi contrasti che definiscono la grande terra russa. Viene da chiedersi quale sia l’anima “autentica” di questa capitale. Ma forse la verità è che Mosca non ha una sola anima. Ne ha tante quante sono le etnie che la popolano, le culture e le utopie che l’hanno nutrita, i dominatori che, cento volte, l’hanno distrutta e la tenacia con la quale cento volte è stata ricostruita. Un racconto reso ancora più appassionante grazie allo stile inconfondibile della narrazione di Corrado Augias.
Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *