martedì, Novembre 24, 2020
Home > Marche > Tassa rifiuti urbani: dove si paga di meno nelle Marche

Tassa rifiuti urbani: dove si paga di meno nelle Marche

Ancona – La Tari la tassa sui rifiuti urbani diminuisce in tre capoluoghi su sei (Pesaro e Urbino sono separate), rimane invariata in due e aumenta anche se di poco in uno.

Questo il report di Cittadinanza attiva che stima il costo medio annuo per le sei città marchigiane nel 2019. E’ Fermo la città dove si paga meno la tassa: 196 euro a famiglia con una diminuzione dello 0,5% rispetto al 2018. Segue Macerata con 207 euro dove il costo è rimasto invariato. Poi Ascoli Piceno con 239 a famiglia: qui il calo è stato del 3,1%. Segue Urbino invariato con 243 euro. A Pesaro sono euro 263 all’anno con un ritocco al rialzo dello 0,2%. La più cara è Ancona con 264 euro che registra una buona diminuzione, del 4.3%.

In Italia la media è di 300 euro, con differenze territoriali molto marcate: la regione più economica è il Trentino Alto Adige, con 190€, la più costosa la Campania con 421€. Catania il capoluogo di provincia più costoso (504€ e un aumento del 15,9% rispetto al 2018), Potenza il più economico (121€ e un decremento del 13,7% rispetto al 2018).

Roberto Guidotti

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Roberto Guidotti
Giornalista pubblicista iscritto all'Albo dei giornalisti delle Marche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *