sabato, Ottobre 31, 2020
Home > Lazio > A Roma la presentazione del libro “La tutela del patrimonio culturale – Il modello italiano 1969-2019”

A Roma la presentazione del libro “La tutela del patrimonio culturale – Il modello italiano 1969-2019”

roma

Venerdì scorso, a Roma, presso la Sala Spadolini del Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo, alla presenza del Ministro, Onorevole Dario Franceschini, e del Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri, Generale di Corpo d’Armata Giovanni Nistri, è stato presentato alla stampa il libro “La tutela del patrimonio culturale – Il modello italiano 1969-2019”, realizzato in occasione del 50° anniversario dell’istituzione del Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale (TPC), reparto specializzato istituito il 3 maggio 1969. 

Il libro si apre con gli interventi della Dottoressa Audrey Azoulay, Direttrice Generale dell’UNESCO, dell’Onorevole Dario Franceschini e del Generale di Corpo d’Armata Giovanni Nistri. Nella prima parte vi sono cinque interviste a personalità di spicco del mondo della cultura: la Dottoressa Irina Bokova, già Direttrice Generale dell’UNESCO, “Il patrimonio culturale come strumento di pace”, il Professore Andrea Carandini La forza del contesto”, il Professore Antonio Paolucci I Carabinieri sono il nostro scudo e la nostra spada”, il Cardinale Gianfranco RavasiRicordare ovvero riportare al cuore” e l’Ambasciatore Antonio Zanardi Landi La cultura chiave infallibile per il futuro”.

Nella seconda parte del testo viene presentata al pubblico una selezione dei più importanti recuperi, con le relative storie investigative, effettuati in questi dieci lustri di attività, in Italia e all’estero.

Tra questi, viene dato particolare risalto al primo e all’ultimo effettuati: le due cuspidi di polittico scorniciato con le figure dell’Angiolo e dell’Annunziata rubate dalla chiesa di San Martino a Gangalandi (comune di Lastra a Signa, provincia di Firenze) nella notte del 17 gennaio 1969, recuperate nell’agosto del 1970, e il dipinto Vaso di Fiori, opera dell’artista Jan van Huysum,sottratto nel 1944 dal Palazzo Pitti in Firenze, dove era custodito, trafugato dal deposito di Montagnana dalle truppe di occupazione e ritornato nel museo fiorentino lo scorso mese di luglio.   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net   

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *