martedì, Dicembre 10, 2019
Home > Arte, Cultura e Spettacoli > Il film della settimana consigliato in TV: “AGENTE 007 –  QUANTUM OF SOLACE” lunedì 2 dicembre 2019

Il film della settimana consigliato in TV: “AGENTE 007 –  QUANTUM OF SOLACE” lunedì 2 dicembre 2019

007_quantum_of_solace
Il film della settimana consigliato in TV: “AGENTE 007 –  QUANTUM OF SOLACE” lunedì 2 dicembre 2019 alle 21:30 su TV 8  Risultati immagini per QUANTUM OF SOLACE poster italia
Quantum of Solace è un film del 2008 diretto da Marc Forster. 22º capitolo della serie di James Bond prodotta dalla società cinematografica EON Productions, la pellicola è interpretata da Daniel Craig, che per la seconda volta riprende il ruolo dell’agente segreto inglese 007. È il sequel del film Casino Royale (2006), ed è uscito in contemporanea nelle sale cinematografiche del mondo il 7 novembre 2008. La sceneggiatura è firmata dal premio Oscar Paul Haggis, al suo secondo film di James Bond, affiancato da Neal Purvis e Robert Wade che ritornano per la quarta volta consecutiva come sceneggiatori dei film di 007 e da Joshua Zetumer, per la prima volta sceneggiatore di un film della serie. Il titolo originario del film è preso in prestito da una storia breve del 1960, Un quantum di sicurezza contenuta in Solo per i tuoi occhi, opera dello scrittore inglese Ian Fleming, nonostante questo non riporti alcun elemento in comune con la trascrizione cinematografica. Secondo il produttore Michael G. Wilson, il film inizia circa 20 minuti dopo la fine di Casino Royale. Tra le location principali ci sono il MessicoPanama, il Cile, l’Austria e l’Italia, di cui sono presenti luoghi come SienaTalamone, le cave di Carrara, le coste del lago di Garda ed infine la zona marittima di Maratea e la città fantasma di Craco, rispettivamente in provincia di Potenza e Matera.[1] In Bolivia, dove sono ambientate molte scene del film, non si è girato. Il tentativo di Forster è stato quello di coniugare la modernità del film con i motivi classici della serie dell’agente doppio zero: un Douglas DC-3 venne usato per le scene di volo; inoltre, le scenografie di Dennis Gassner ricordano il lavoro di Ken Adams nei primi film della serie. Tuttavia, distaccandosi da una classica rappresentazione del cattivo, Forster rifiutò qualsiasi rappresentazione grottesca di Dominic Greene per metterne in risalto la natura segreta e nascosta. Il film fu presentato in anteprima mondiale all’Odeon Leicester Square il 29 ottobre 2008 ricevendo vari commenti. Molti di questi sottolineano l’interpretazione realistica di Craig, mentre altri evidenziano come Quantum of Solace non avesse impressionato tanto quanto Casino Royale. Della serie di James Bond occupa la quarta posizione al box-office, dopo SkyfallSpectre e Casino Royale, con un incasso globale di 586 090 727 dollari. James Bond, alla guida della sua Aston Martin, scappa dagli inseguitori che gli danno la caccia per liberare Mr. White, imprigionato e legato nel vano posteriore della macchina. Dopo essersi liberato di loro, Bond giunge a Siena, dove incontra M: i due interrogano Mr. White al fine di ottenere maggiori informazioni su Quantum, un’organizzazione terroristica di cui l’MI6 non sa praticamente niente. Una delle guardie del corpo di M, Mitchell, si rivela però un infiltrato della Quantum e attacca M, consentendo a Mr. White di fuggire. Dopo aver ucciso l’infiltrato, Bond torna al quartier generale di Londra, dove intanto l’intelligence britannica ha individuato parte della rete di cui faceva parte Mitchell attraverso i movimenti del denaro di questi, proveniente da Le Chiffre. Tra i vari destinatari di quel denaro ad Haiti c’è Edmund Slate, un killer ingaggiato per uccidere Camille Montes, amante del facoltoso imprenditore ambientalista Dominic Greene. Arrivato nell’isola caraibica Bond rintraccia e uccide Slate; ciò gli consente di seguire Camille e di capire che Greene sta aiutando un ufficiale esiliato dell’esercito boliviano – il Generale Medrano – a prendere il potere con un golpe, in cambio di un apparentemente insignificante e improduttivo deserto. Camille in realtà si era legata a Greene solo per arrivare a Medrano, che a suo tempo aveva eliminato la famiglia della ragazza in una faida di potere in Bolivia. Lo stesso Greene, scoperto il doppio gioco di Camille, aveva ingaggiato Slate per eliminarla, e ora offre la ragazza a Medrano come parte dello scambio, ma Bond interviene e la salva decidendo poi di seguire Greene a Bregenz, in Austria, dove l’imprenditore si dirige per assistere ad una rappresentazione della Tosca. Durante il viaggio, il capo della sezione sudamericana della CIA, Gregg Beam, stipula con Greene un accordo non ufficiale per mantenere agli USA l’accesso alle risorse petrolifere della Bolivia in cambio della non ingerenza nel golpe. Arrivato in Austria, Bond riesce ad infiltrarsi nell’incontro della Quantum che ha luogo durante la rappresentazione teatrale: si scatena così una violenta sparatoria, durante la quale 007 in una colluttazione partecipa all’uccisione della guardia del corpo di Guy Haines, consigliere del primo ministro britannico. Questo avvenimento suscita le ire di M che decide – dopo che Bond si era rifiutato di stare agli ordini – di bloccargli il passaporto e le carte di credito.
Un criminale (sull’Alfa Romeo 159) e 007 (sull’Aston Martin DBS) nell’inseguimento tra il lago di Garda e Siena, nel prologo del film.
Bond si rivolge allora al vecchio amico René Mathis, al quale chiede di accompagnarlo in Bolivia. Arrivati all’aeroporto di La Paz vengono intercettati dall’Agente Fields, un ufficiale del consolato britannico in Bolivia, che ha il compito di far tornare Bond a Londra il più presto possibile. Tuttavia l’agente Fields verrà sedotta da Bond e con lui andrà ad una festa organizzata da Dominic Greene per la sera stessa. Nella fuga Bond e Camille vengono inseguiti da agenti della polizia boliviana al servizio di Medrano; questi, dopo aver ucciso Mathis, depositano il cadavere nella macchina di Bond facendolo così apparire come l’assassino. Il giorno successivo, Bond e Camille sorvolano il deserto acquisito da Quantum con un aereo; sfortunatamente, però, il loro aereo viene intercettato e abbattuto e precipitano in una dolina. Qui scoprono un enorme lago artificiale sotterraneo, creato da Greene, il cui vero piano è quello di impadronirsi per conto di Quantum delle riserve di acqua del paese per poterne detenere il monopolio. Tornato a La Paz, Bond incontra M e viene a conoscenza dell’assassinio dell’agente Fields, soffocata nel petrolio. M ordina di arrestare Bond per aver disobbedito agli ordini, ma l’agente segreto riesce ancora una volta a scappare. Più tardi, quella sera, Bond si reca ad un appuntamento con l’agente CIA Felix Leiter, il quale gli confida che Greene e Medrano si sarebbero incontrati nel deserto di Atacama per siglare l’accordo. Una volta all’hotel, Greene ottiene da Medrano la concessione di sfruttamento del territorio concordato, reso artificialmente ricco di acqua. La Greene Planet avrebbe avuto così il controllo dell’acqua in Bolivia. Tuttavia, proprio nel momento in cui l’accordo viene concluso, Bond e Camille fanno irruzione nell’albergo. 007 affronta Greene e Camille — mentre l’albergo crolla impietosamente — uccide con un colpo alla testa Medrano, portando a termine la sua vendetta. Bond mette alle strette Greene e, dopo averlo interrogato a proposito della Quantum, lo abbandona in mezzo al deserto con solo una lattina di olio da motore. Così Bond e Camille se ne vanno e prima di lasciarsi si scambiano un rapido bacio. Alla fine Bond vola a Kazan, in Russia, dove incontra l’amante di Vesper Lynd, Yusef Kabira, insieme ad una nuova donna, un agente segreto canadese. Yusef è un membro di Quantum specializzato nella seduzione di donne che gli consentono importanti appoggi. Bond decide di non ucciderlo e di affidarlo all’MI6 che lo arresta. M comunica a Bond che Greene è stato trovato morto nel deserto, ucciso da due colpi di pistola alla nuca e con olio da motore nello stomaco e gli riconferma il ruolo di agente segreto. Andandosene, Bond lascia cadere la collana di Vesper nella neve.

Cast

  • Daniel Craig nel ruolo di James Bond. A differenza di quanto avvenne in Casino Royale, Craig dovette affrontare una preparazione fisica molto più dura per Quantum of Solace. Oltre alla corsa e alla boxe, praticò molte scene d’azione. Come lui stesso affermò, infatti, girare Casinò Royale fu come fare una “passeggiata al parco”. Diversamente da Quantum of Solace, che possiamo considerare un film incentrato sulla vendetta, il precedente era un film d’amore che richiedeva un minore impegno fisico.
  • Olga Kurylenko nel ruolo di Camille Montes. Agente segreto boliviano alla ricerca della propria vendetta nei confronti di Greene e Medrano. Marc Forster scelse la Kurylenko perché tra tutte le 400 candidate sembrava la meno tesa. Quando lesse la sceneggiatura fu contenta nel constatare l’assenza di scene d’amore con Craig, non voleva infatti che gli spettatori si distraessero dalla sua interpretazione. Si allenò per molto tempo dalla mattina fino a tarda sera per impratichirsi con le armi e per provare le scene d’azione. Prima delle riprese le venne data la collezione in DVD dei film di Bond, infatti, secondo sue dichiarazioni si ispirò a Wai Lin interpretata da Michelle Yeoh in Agente 007 – Il domani non muore mai la quale girò tutte le scene senza controfigura. Prima di ingaggiare la Kurylenko, i produttori cercavano un’attrice sudamericana per un problema di accento. Tuttavia, dopo un rapido corso si adattò facilmente alla lingua e non ebbe problemi a sostenerla.
  • Mathieu Amalric nel ruolo di Dominic Greene, il cattivo principale. Capo dell’organizzazione terroristica Quantum, gioca la parte dell’uomo d’affari impegnato in cause ambientaliste. In realtà il suo scopo è ottenere il monopolio delle forniture d’acqua potabile in Bolivia e raggiungere così un enorme potere economico e politico. Forster volle che Amalric non si dimostrasse grottesco – caratteristica dei cattivi dei primi film – bensì ricercò un’interpretazione più realistica capace di simboleggiare il male segreto della società. Secondo le parole dello stesso attore, l’ispirazione per il personaggio di Greene fu modellata sul sorriso di Tony Blair e sulla pazzia di Nicolas Sarkozy. Anche l’attore Bruno Ganz era un pretendente per la parte, ma Amalric fu il preferito per la sua malignità.
  • Gemma Arterton nel ruolo dell’Agente Strawberry Fields, dipendente della sede del consolato britannico in Bolivia. Fields, descritta da M come un normale impiegato, prende molto seriamente l’incarico assegnatole e cercherà di far valere il proprio carattere su Bond. Più tardi però sarà da lui sedotta e insieme si recheranno ad una festa organizzata da Greene. Forster scelse la Arterton per la sua intelligenza dopo una selezione tra 1500 aspiranti. Secondo l’attrice, il suo personaggio sarebbe un omaggio alle Bond girl degli anni ’60, in particolare, i suoi capelli rossi ricorderebbero quelli di Diana Rigg nel ruolo di Tracy Bond nel film Agente 007 – Al servizio segreto di Sua Maestà. Il nome del personaggio, che compare interamente solo nei titoli di coda, è un riferimento alla canzone dei Beatles Strawberry Fields Forever.
  • Giancarlo Giannini nel ruolo di René Mathis. Alleato di Bond, erroneamente creduto un traditore in Casino Royale. Decide di venire in aiuto a Bond per scoprire chi lo aveva tradito.
  • Jeffrey Wright nel ruolo di Felix Leiter, alleato di Bond alla CIA. È la prima volta che il medesimo attore entra nei panni di Leiter per due volte consecutive. Solo David Hedison aveva precedentemente interpretato il personaggio due volte in Agente 007 – Vivi e lascia morire (1973) e in 007 – Vendetta privata (1989), ma non consecutivamente. La sceneggiatura originaria assegnava al personaggio ampio ruolo, ridimesionato in seguito nel corso delle riprese.
  • Judi Dench nel ruolo di M. Forster intese accrescere la presenza di M nella sceneggiatura, una presenza che a suo parere era stata insufficiente nel film precedente; intese metterne in risalto i rapporti con Bond, interessanti dal momento che si tratta dell’unica donna a non essere vista in un contesto sessuale.
  • Anatole Taubman nel ruolo di Elvis, il vice di Greene.
  • David Harbour nel ruolo di Gregg Beam, capo della sezione sudamericana della CIA, contatto di Felix Leiter.
  • Joaquín Cosío nel ruolo del Generale Medrano, il generale esiliato che Greene, per favorire gli affari della sua organizzazione, sta aiutando nella scalata al potere. Ha assassinato la famiglia di Camille quando era una bambina.
  • Fernando Guillen Cuervo nel ruolo di Carlos, colonnello dell polizia boliviana, capo delle forze di polizia e contatto di René Mathis in Bolivia.
  • Jesper Christensen nel ruolo di Mr. White, membro di Quantum che rubò i soldi vinti da Bond al Casino Royale in Montenegro.
  • Rory Kinnear nel ruolo di Bill Tanner, braccio destro di M.
  • Neil Jackson nel ruolo di Edmund Slate, un tirapiedi al servizio di Dominic Greene, che Bond affronta ed uccide ad Haiti.
  • Simon Kassianides nel ruolo di Yusef Kabira, un membro di Quantum abile nel sedurre agenti segreti femminili estorcendo loro preziose informazioni riservate. È indirettamente responsabile della morte di Vesper Lynd.
  • Stana Katic nel ruolo di Corinne Veneau, agente dei servizi segreti canadesi, ultimo bersaglio di Yusef.
  • Glenn Foster nel ruolo di Craig Mitchell, guardia del corpo di M e agente di Quantum infiltrato nell’MI6
  • Lucrezia Lante Della Rovere nel ruolo di Gemma, la ragazza di Mathis.
  • Elizabeth Arciniega nel ruolo della ragazza di Mr. White.
Regia di Marc Forster Con: Daniel Craig e Olga Kurylenko Fonte: WIKIPEDIA

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994 al 2015 ha collaborato regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero, Il Resto del Carlino, La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Nel 2009 è direttore del quotidiano teramano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Ora direttore della testata giornalistica on line la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: