martedì, Novembre 24, 2020
Home > Abruzzo > Controlli della Polizia nelle stazioni in Marche, Umbria e Abruzzo: denunciato 44enne ad Ancona per oltraggio al capotreno

Controlli della Polizia nelle stazioni in Marche, Umbria e Abruzzo: denunciato 44enne ad Ancona per oltraggio al capotreno

polizia

ANCONA – Cinque persone denunciate in stato di libertà, 1 minore rintracciato, 1309 identificati, 265 servizi di vigilanza nelle stazioni ferroviarie e di scorta a bordo di treni viaggiatori, 106 convogli scortati, 24 pattuglie lungo le linee ferroviarie, 2 contravvenzioni. Questo il bilancio dell’attività del Compartimento Polizia Ferroviaria per le Marche, l’Umbria e l’Abruzzo nel corso della settimana appena trascorsa. In particolare:

Personale della Polizia Ferroviaria di Ancona ha denunciato tre cittadini extracomunitari per i reati di resistenza e rifiuto di generalità a P.U. Gli stessi all’arrivo nella stazione a bordo di un treno regionale proveniente da Pescara, già segnalati dal capo treno alla polfer per la mancanza del biglietto e il rifiuto di declinare le generalità, hanno tentato la fuga attraversando pericolosamente i binari senza curarsi del transito dei convogli. Raggiunti dagli Agenti sono stati accompagnati in Ufficio e deferiti in stato di libertà all’A.G. di Ancona.

La Polfer di Ancona, inoltre, ha denunciato un cittadino italiano di 44 anni per aver oltraggiato un capo treno. Il ferroviere durante il servizio di controlleria è stato più volte offeso dall’uomo, in presenza di altri viaggiatori. La circostanza ha spinto il capo treno a richiedere l’intervento degli Agenti che hanno proceduto all’identificazione e successiva denuncia del 44enne.   

Sempre nella stazione di Ancona la Polfer ha proceduto al sequestro amministrativo di sostanza stupefacente del tipo marijuana trovata in possesso di un cittadino extracomunitario di 26 anni non in regola con le norme che regolano il soggiorno degli stranieri sul territorio nazionale. Il giovane, nel corso dell’identificazione, ha mostrato agli Agenti un involucro di cellophane contenente 11 grammi circa di marijuana, dichiarando di farne uso personale. Lo stesso è stato segnalato all’autorità amministrativa.   

Infine, nel corso della notte del 29 novembre, gli operatori della Polizia Ferroviaria di Ancona hanno rintracciato un minore Albanese allontanatosi arbitrariamente da una comunità della regione Campania. Il giovane, dopo le formalità di rito, è stato affidato ad una comunità della zona.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *