mercoledì, Ottobre 21, 2020
Home > Marche > Registro della bigenitorialità, già possibile l’iscrizione presso il Comune di San Benedetto del Tronto

Registro della bigenitorialità, già possibile l’iscrizione presso il Comune di San Benedetto del Tronto

registro della
< img src="https://www.la-notizia.net/corteo" alt="corteo"

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Riceviamo da Gianni M. Balloni, Capogruppo Fratelli d’Italia e pubblichiamo: “Anche presso il Comune di San Benedetto del Tronto è da alcuni giorni possibile iscriversi, accedendo all’apposita modulistica, al Registro della Bigenitorialità.

Infatti è terminato l’iter iniziato con la presentazione, proprio da parte di Fratelli d’Italia, della mozione che auspicava l’istituzione del registro nel nostro Municipio.

Mozione votata all’unanimità e il cui regolamento, dopo il passaggio nella competente Commissione per l’approvazione dello stesso, è stato pubblicato il 2 dicembre scorso sul sito comunale, nella sezione “IO SONO Genitore”, unitamente ai modelli per la domanda, la cancellazione, le modifiche e l’attestazione.

Il Registro della Bigenitorialità è uno strumento che permette di annotare formalmente anche la residenza o il domicilio del genitore non collocatario.

E’ notorio infatti come nella maggior parte delle separazioni l’affido dei figli sia condiviso, ma poi vi sia la collocazione prevalente dei minori presso uno solo dei genitori il quale, in linea generale, è anche l’unico genitore a dialogare con le istituzioni per quel che riguarda, ad esempio, la salute o l’andamento scolastico dei figli.

Il Registro della Bigenitorialità permette ad entrambi i genitori di avere le medesime informazione in maniera tale da limitare ulteriori motivi di discussione tra gli stessi, discussioni che danneggiano principalmente il sereno rapporto tra genitori e figli, incidono negativamente sullo sviluppo armonioso della personalità dei minori ed incrinano il diritto degli stessi ad avere salde relazioni affettive con entrambi.

Si ringrazia il Settore Politiche Sociali in particolare nella figura del Direttore Antonio Di Battista”.

Un provvvedimento, quello del regolamento del Registro della Bigenitrialità presentato dall’Assessore Antonella Baiocchi e acclamato a settembre dall’intero Consiglio.

Il registro della Bigenitorialità – ha spiegato al momento dell’approvazione l’assessore Baiocchi – è il frutto del lavoro di squadra: è maturato all’interno della Cabina di Regia Antiviolenza Comunale: fu infatti suggerito dal dott. Marco di Marco dell’associazione Adiantum, in collaborazione con l’associazione BiGenitori. Poi  il 2 ottobre 2018 consiglieri Gianni Balloni e Giacomo Massimiani presentarono una mozione che fu approvata all’unanimità; dopo diche poi abbiamo lavorato con il settore sociale per individuare il regolamento che oggi viene posto alla vostra attenzione, regolamento che il 18 settembre scorso è stato discusso ed approvato anche in sede di commissione sociale, presieduta dalla consigliera Mariadele Girolami“.

Marco Di Marco, delegato nazionale ADIANTUM per le sottrazioni internazionali di minori e delegato per San Benedetto del Tronto, a questo proposito ha dichiarato: “Sono soddisfatto ed orgoglioso che anche il comune della mia città abbia accolto la bigenitorialitá istituendo il registro. Il mio particolare ringraziamento va al consigliere avv. Gianni Balloni, all’assessore Dott.ssa Antonella Baiocchi, al consigliere Emidio Del Zompo che hanno insistito per questa battaglia di civiltà”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *