mercoledì, Novembre 25, 2020
Home > Mondo > La provocazione della Corea del Nord: nuovo test missilistico

La provocazione della Corea del Nord: nuovo test missilistico

kim

La Corea del Nord ha fatto sapere di aver testato un missile a lungo raggio. Un’azione che la dice lunga sulla volontà di Pyongyang di fare pressione sugli Stati Uniti affinché facciano ulteriori concessioni.

Il test è stato effettuato presso il Sohae Satellite Launching Ground, vicino al confine nordcoreano con la Cina, ha detto un portavoce dell’Accademia di scienze della difesa nazionale del Nord in un comunicato riportato dallagenzia nazionale di stampa nordcoreana.

Gli analisti hanno affermato che molto probabilmente la Corea del Nord ha testato un nuovo tipo di motore per missili balistici a lungo raggio.

La Corea del Nord ha utilizzato il sito di Tongchang-ri per testare i motori missilistici


La Corea del Nord ha utilizzato il sito di Tongchang-ri per testare i motori missilistici accumulando la tecnologia che Washington ha poi usato per costruire e testare missili balistici a lungo raggio. Una serie di risoluzioni del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite ha vietato a Pyongyang di condurre test che potrebbero essere utilizzati per costruire missili balistici.

Nel marzo 2017, la Corea del Nord ha testato con successo un nuovo motore ad alta spinta a Tongchang-ri che è stato utilizzato per lanciare missili balistici intercontinentali, come l’Hwasong-14 e l’Hwasong-15, più tardi nello stesso anno.


Kim Jong-un ha incontrato il presidente Trump a Singapore nel giugno 2018 e ha accettato di “lavorare per la completa denuclearizzazione della penisola coreana” in cambio di “nuove” relazioni e garanzie di sicurezza da Washington. Dopo l’incontro di Singapore, Trump ha dichiarato che Kim aveva promesso di smantellare la struttura di Tongchang-ri come uno dei primi passi verso la denuclearizzazione. Ma questo non è mai successo.

Poiché i successivi incontri con Trump e le continue trattative tra Pyongyang e Washington non sono riuscite a risolvere le divergenze su come attuare l’accordo di Singapore, Kim è diventato sempre più impaziente di negoziare.

Negli ultimi mesi, la Corea del Nord ha condotto una serie di test su missili e missili balistici prevalentemente a corto raggio. Ha anche emesso un flusso costante di dichiarazioni che avvertono che Pyongyang potrebbe abbandonare la diplomazia e riprendere altri tipi di test a meno che Washington non fornisca una svolta nei negoziati.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *